Nuova palestra per la scuola elementare di Nalles

Neue Turnhalle Grundschule Nals Nals / Italy / 2016

42
42 Love 5,903 Visits Published

Architetti: Andrea D’Affronto e Carlos Latorre, Bolzano


Realizzazione: 2016/17


Committente: Comune di Nalles - Gemeinde Nals


Costo: 2.200.000 Euro


Luogo: Nalles, Provincia autonoma di Bolzano (BZ) - Nals, Autonome Provinz Bozen


Foto: Renè Riller


DATI E CONCETTO GENERALE


La realizzazione della nuova palestra è il risultato di un concorso di progettazione europeo in due fasi bandito dall’amministrazione Comunale di Nalles nel 2011.


Il programma concorsuale chiedeva l’ideazione di un progetto unitario che garantisse la realizzazione di quattro nuovi elementi funzionali: 


·         Una palestra ad uso scolastico e cittadino per le associazioni sportive;


·         Un nuovo corpo scolastico da 5 sezioni, come l’ampliamento della scuola elementare esistente


·         Un autorimessa interrata con 27 posti auto


·         L'individuazione di un'area funzionale all'ampliamento del cimitero storico esistente. 


La proposta progettuale vincente organizza queste quattro richieste, completando e rafforzando il carattere pubblico dell'ensemble esistente, costituito dalla prominente chiesa di St. Ulrich con cimitero, dall'edificio della scuola elementare e dalla vicina nuova cantina di Nalles-Margreid.


Nel Novembre del 2016 l'amministrazione comunale ha aperto le porte della palestra alla propria comunità, rimandando in un secondo momento la costruzione dell'ampliamento scolastico e dell'autorimessa interrata.


Il contesto


A Nalles, un piccolo comune con meno di duemila abitanti, inizia la “Strada del Vino”, uno dei più rinomati percorsi enogastronomici italiani. Posizionato sul versante ovest della valle dell’Adige, l’abitato si snoda tra vigneti e frutteti dispiegandosi su alture che variano dai 300 ai 1.000 metri sul livello del mare.


Rovine e castelli sorvegliano il paese dai monti che lo circondano: Castel Payersberg vicino a Sirmiano, Castel Casatsch e Castel Sant’Erasmo sulla strada per Tesimo e Prissiano e, nelle vicinanze, Castel Stachelburg e Castel Schwanburg.


Si tratta di un contesto agro urbano caratterizzato da costruzioni tradizionali e da coltivazioni vinicole in cui l’introduzione di edifici moderni integra la complessità e


ricchezza paesaggistica del luogo. Attraversando il paese e procedendo in direzione del versante, sulla sinistra incontriamo la cantina Nals-Margreid, con la copertura strutturata ed avvolgente.


Sul lato opposto della strada, poco prima di giungere alla cantina, la chiesa di St.Ulrich e l’annesso cimitero, posizionati entrambi su un terrapieno, dominano l’ensemble costituito oltre che da questi due volumi, dalla scuola elementare a nord e dagli edifici abitativi sul lato est.


La Palestra


Il progetto si inserisce in questo contesto generando un nuovo insieme che ha il suo perno in uno spazio aperto centrale. Dal punto di vista urbanistico è stata prolungata la rete dei camminamenti che collegano il paese alla scuola e ridotto al minimo l’impatto volumetrico delle nuove emergenze, rendendo comunque percepibili sia gli edifici che la loro funzione pubblica.


Finora è stata realizzata la palestra mentre la costruzione della scuola e del garage interrato sono stati rimandati ad una fase successiva; lo stato attuale tuttavia non risente di questa “assenza” e anche questo è uno dei pregi del progetto. E’ soprattutto la conformazione degli spazi aperti, attraverso pochi e decisivi elementi (i camminamenti, la disposizione delle panche, l’illuminazione discreta, la rampa verde) a comunicare la percezione di completezza dell’insieme offrendo ambienti di valenza quasi urbana e spazi più intimi consoni alla tradizione del “Dorf” (villaggio) alto-atesino.


Collocato sul declivio erboso adiacente al cimitero, l’edificio emerge come un blocco di porfido generato da un movimento tettonico. La zolla sfaccettata avvolge i volumi trasparenti dello spazio ginnico e del corpo scala aggettante che individua l’ingresso; in un gioco sapiente in cui si alternano pieni e vuoti, leggerezza data dalle grandi vetrate e materialità della pietra.


La copertura avvolgente richiama la forma di quella della vicina cantina e, al livello del piano del cimitero, funge idealmente da piazza che prolunga lo spazio sacro verso il fiume Adige e la valle circostante.


A fianco la palestra un percorso pedonale penetra all’interno del lotto collegando il centro del paese con la parte Nord dell’ensemble e con la nuova scuola. Osservando l’edificio da Sud, ossia dal lato adiacente al paese, il monolite fuoriesce di poco dal terreno e la chiesa domina il panorama. Invece guardando l’edificio dalla scuola elementare, la grande facciata vetrata, che si apre sulla rampa verde, attira lo sguardo verso lo spazio interno permettendo l’illuminazione naturale della palestra.


La rampa gradonata, oltre che un’amplificazione dello spazio interno della palestra, è un luogo versatile in grado di accogliere sia i bambini nelle ore di attività didattiche che altri tipi di fruitori nelle ore pomeridiane o serali.


Se l’involucro si caratterizza soprattutto per la materialità delle lastre in porfido, negli interni prevalgono luce e trasparenza. La palestra è illuminata dalla grande vetrata e dal taglio longitudinale lungo il muro del cimitero che evidenzia il distacco tra le due costruzioni.


Sulla sommità della copertura costituita da falde in pietra irregolari, le cui inclinazioni richiamano i tetti degli edifici esistenti, fuoriesce un lucernario che cattura la luce portandola verso la hall d’ingresso e facendola penetrare fino al livello inferiore attraverso il vano scala in calcestruzzo.


Così, se l’interno si dilata per effetto di intonaci chiari, pavimentazioni e pareti colorate, tagli che fanno penetrare la luce, il guscio esterno in porfido diventa un caleidoscopio che assorbe e rifrange la luce a seconda della stagione e dell’ora del giorno rendendo vibrante l’elemento monolitico.


La scuola elementare


Il nuovo ampliamento della scuola elementare occupa la porzione del declivio tangente al percorso pedonale. È un volume compatto e integrato urbanisticamente ai restanti edifici del polo scolastico la cui realizzazione futura non pregiudica l’assetto dell’insieme.


Fino alla realizzazione della scuola, è possibile un uso temporaneo di questo spazio sia per attività scolastiche che per altre attività, integrandolo al sistema degli spazi aperti previsti nel progetto. Le funzioni si sviluppano su due livelli attorno a uno spazio centrale di ingresso posto al piano terra e allo spazio ricreativo al piano superiore. Al piano terra sono collocate due aule e l’amministrazione, al piano primo le restanti aule e le sale insegnanti; gode di buona illuminazione attraverso il possibile inserimento di ampie finestre protette e alternate da strutture di rivestimento in legno.

42 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Architetti: Andrea D’Affronto e Carlos Latorre, Bolzano Realizzazione: 2016/17 Committente: Comune di Nalles - Gemeinde Nals Costo: 2.200.000 Euro Luogo: Nalles, Provincia autonoma di Bolzano (BZ) - Nals, Autonome Provinz Bozen Foto: Renè Riller DATI E CONCETTO GENERALE La realizzazione della nuova palestra è il risultato di un concorso di progettazione europeo in due fasi bandito dall’amministrazione Comunale di Nalles nel 2011. Il programma concorsuale...

    Project details
    • Year 2016
    • Work finished in 2016
    • Client Comune di Nalles - Gemeinde Nals
    • Status Completed works
    • Type Schools/Institutes / Fitness Centres / Sports Facilities
    Archilovers On Instagram
    Lovers 42 users