ROCCAMANDOLFI GALAXY RESORT

Roccamandolfi / Italy / 2017

0
0 Love 471 Visits Published

“In un’Italia lontana dalla luce dei riflettori esistono luoghi che appartengono all’interiorità, mete che si imprimono nell’immaginario prima ancora che sulle carte geografiche: architetture dell’anima, capaci di svincolarci dal quotidiano e di concederci liberi dallo spazio e dal tempo.
Ubicati in contesti meravigliosi, spesso arroccati in luoghi impervi e solitari, i castelli sono fra le architetture che con maggiore enfasi hanno saputo sussurrare al cuore dell’essere umano: luoghi di magia, intrighi ed eroismo, di sfrenate passioni ed inconfessabili segreti.
Abbagliati dal fulgore delle nostre metropoli, viviamo spesso dimentichi della straordinaria visione che la volta celeste è in grado di offrirci; ma esistono luoghi dove lo spettacolo dell’infinito continua a manifestarsi in tutta la propria inafferrabile e commovente bellezza.
Persa fra boschi e dirupi, da secoli sentinella dell’omonimo borgo, il castello di Roccamandolfi sembra emergere dai racconti degli antichi cicli cavallereschi: un frammento di medioevo, testimone di tempi lontani, luogo straordinario dove la magia dell’universo continua a ripetersi, e dove il cielo prosegue nell’inscenare il proprio eterno e meraviglioso racconto.” (YAC Young Architect Competiton)


Per tali ragioni nasce ROCCAMANDOLFI Galaxy Resort, un progetto che è un racconto fatto di stelle, silenzi e paesaggi: architetture disegnate per dare origine ad un luogo di ineguagliabile spiritualità e meditazione, nate per coinvolgere il visitatore nell’esperienza di una vacanza sospesa nel tempo, avvolta dai comfort della vita moderna, ma accarezzata da paesaggi, silenzi ed antiche rovine.


OBSERVING without being seen (OSSERVANDO senza esser visti) è il titolo di questo racconto in cui cielo e foresta, roccia e sole e la natura incompiuta delle rovine costituiscono la cornice ideale per l’inserimento di un’architettura quasi umana e intima che beneficia di un paesaggio commovente, fatto per essere contemplato ed ammirato.


In un continuo parallelismo tra paesaggio reale e visione onirica della volta celeste, immaginiamo Roccamandolfi come una meravigliosa Via Lattea; nel cielo notturno di un territorio per alcuni versi fortemente impervio compare una fascia chiara di luce bianca trasversale e all’interno di essa, più luminosa di tutte, la rocca, centro della galassia e cuore di tutto il Resort.


È Il GALAXY CASTLE, la costellazione più luminosa della Via Lattea. Essa, ospita le unità più propriamente ricettive del Resort, il quale risulta organizzato in tre macro aree funzionali: l’Area Ristorante, l’Area SPA e le Suite-osservatorio. Quasi come lanterne, le aree funzionali sono scandite da volumi strutturali che sembrano fluttuare poggiandosi con rispetto sulle rovine della rocca. Il Ristorante e la Spa, moduli aperti sul panorama, aree porose nel dialogo diretto con la natura e il territorio, si estendono al di là dei confini fisici della rocca attraverso due propaggini ben distinte, passerelle e punti privilegiati di belvedere : la CONSTELLATION RESTAURANT e la COSMIC WELLNESS AREA; strutture capaci di confondersi nel paesaggio per offrire servizi extra ordinari di accoglienza e sosta ad avventurieri e campeggiatori. Nell’antica fortezza 7 suggestive suite-osservatorio, i cui nomi omaggiano le costellazioni più conosciute del firmamento, sono rivolte a quanti desiderano provare l’ emozione di coricarsi sotto le stelle. Sulle pareti che definiscono ogni stanza non ci sono aperture, l’unica chance possibile è alzare la testa e godere dello spettacolo del cielo nell’intimità del proprio alloggio, cullati dal lento volteggiare degli astri e sorpresi dal rapido accendersi di una stella cadente.


 


CITTÀ: Roccamandolfi, Italia
COMMITTENTE: YAC Young Architects Competitions
DESTINAZIONE D’USO: Resort
PROGETTISTI: Cesare Corfone, Luciana De Girolamo, Marco Vincenzo Manduzio, Mario Danilo Carella, Angela Pia Russo, Angelo Salvato, Lina Casiero, Alessandra Malerba, Bianca Santoli, Alfonsina Ippolito
TIPO DI CONCORSO: Rifunzionalizzazione e recupero architettonico
ANNO: 2017


 


 

0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    “In un’Italia lontana dalla luce dei riflettori esistono luoghi che appartengono all’interiorità, mete che si imprimono nell’immaginario prima ancora che sulle carte geografiche: architetture dell’anima, capaci di svincolarci dal quotidiano e di concederci liberi dallo spazio e dal tempo.Ubicati in contesti meravigliosi, spesso arroccati in luoghi impervi e solitari, i castelli sono fra le architetture che con maggiore enfasi hanno saputo sussurrare al cuore...

    Project details
    • Year 2017
    • Client YAC Young Architects Competitions
    • Status Competition works
    • Type Parks, Public Gardens / Urban Furniture / Wellness Facilities/Spas / Interior Design / Furniture design
    Archilovers On Instagram