Pavimentazione Centro Storico Di Izzalini - Todi (PG)

Todi / Italy / 2008

0
0 Love 2,379 Visits Published
Come sempre è avvenuto in passato l’uomo per le sue costruzioni ha fatto riferimento ai materiali presenti sul territorio che meglio si prestavano alle proprie necessità. La pietra locale degli “Izzalini” è sempre stata utilizzata nella maggior parte dei manufatti edilizi esistenti nel borgo medioevale di Izzalini ed in parte della pavimentazione delle piazzette e delle stradine interne. D’altra parte la presenza in loco di filoni a cielo aperto e la relativa facilità di approvvigionamento di pezzature varie (la cava si trova a poche centinaia di metri dal paese) ha favorito anche la nostra scelta progettuale nell’utilizzo della pietra della cava locale.
Il progetto di sistemazione della piazza antistante il borgo degli Izzalini e le aree a ridosso del nucleo storico e degli edifici esistenti è stata pertanto realizzata utilizzando la “pietra degli Izzalini”. Il materiale vecchio ancora presente, è stato, in fase di demolizione della pavimentazione esistente, accatastato, vagliato e riutilizzato. Il lastricato è stato realizzato con basoli della larghezza variabile da cm. 5 a 12, della lunghezza a correre da cm 30 a cm 60 circa e dello spessore da cm. 3 a 6 scelti e lavorati sulla faccia a vista in parte a spacco ed in parte a piano cava, a martello negli assetti; montati con ricorsi come da disegno originale. La dimensione ridotta dei conci e lo spessore non omogeneo è dovuta al fatto che la pietra si presenta in pezzature ridotte ed a “faglie” di vario spessore e, pertanto, non è stato possibile posare lastre di dimensioni maggiori. I cordoli laterali sono stati realizzati con lo stesso materiale della larghezza di cm. 10 altezza minimo cm. 25 e lunghezza a correre e lavorati nella parte superiore a martello. Tutte le caditoie per la raccolta delle acque piovane sono state realizzate con elementi squadrati forati e lavorati sulla faccia. Solamente in una piccola piazzetta situata al di fuori del borgo è stata pavimentata con lastre dello stesso tipo di pietra posta in opera ad “opus incertum” montata a secco e inerbita tra gli interspazi.
Gli unici elementi di arredo urbano sono tre panchine in massello monoblocco di pietra serena della dimensione di cm. 50×25 e della lunghezza di ml. 2.00 posizionate sulla piazza principale ed una sulla piazzetta interna e due fontanelle in fusione di ghisa.
0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Come sempre è avvenuto in passato l’uomo per le sue costruzioni ha fatto riferimento ai materiali presenti sul territorio che meglio si prestavano alle proprie necessità. La pietra locale degli “Izzalini” è sempre stata utilizzata nella maggior parte dei manufatti edilizi esistenti nel borgo medioevale di Izzalini ed in parte della pavimentazione delle piazzette e delle stradine interne. D’altra parte la presenza in loco di filoni a cielo aperto e la relativa facilità di...

    Project details
    • Year 2008
    • Status Completed works
    • Type Public Squares / Urban Furniture
    Archilovers On Instagram