Casa Mancini

Rome / Italy / 2004

0
0 Love 1,461 Visits Published
Il progetto nasce dalla necessità dei proprietari di dividere il grande appartamento in due unità indipendenti, ma comunicanti, con la possibilità, in funzione del mutare delle esigenze degli abitanti, di poter essere completamente separate con un intervento murario minimo (chiusura di una porta). Il frazionamento era permesso dalle norme vigenti poiché l’immobile ricade in Zona F1 di P.R.G.
Un vincolo progettuale sembrava essere la lontananza dello scarico delle acque nere a cui si è ovviato ponendo in opera un apparecchio Sanitrit di tipo SANIPLUS Silence, in grado di scaricare tutti gli apparecchi sanitari collegati: WC, lavabo, doccia, bidet e acque chiare della cucina.
Sono state valutate varie ipotesi progettuali. All’inizio il cliente era orientato verso un tipologia di alloggio tradizionale, con ambienti distinti per le varie funzioni, cucina, stanza da letto, soggiorno ecc. (Ipotesi 1 – Ipotesi 2). A piccole tappe il cliente si è convinto che, vista la superficie a disposizione, la localizzazione delle aperture verso il terrazzo e la possibilità di aprire un nuovo portone nel pianerottolo la soluzione migliore era quella proposta fin dall’inizio dal progettista, riassumibile in:
• destinare la zona meno luminosa ai servizi, il bagno, che seppure cieco riceve la luce naturale dagli inserimenti di vetrocemento nelle pareti di confine con ingresso e disimpegno; il corridoio di accesso alla camera, che allo stato attuale è in comune tra i due appartamenti e che sarà, in futuro proprietà esclusiva dell’alloggio “A” , in cui trova collocazione un armadio a muro molto capiente;
• lasciare la cucina a vista sul soggiorno, con la possibilità di inserire nella parete di divisione con il soggiorno un piano snack e i due vani in cui troverà collocazione la collezione di bottigliette in vetro della Coca Cola;
• dividere il soggiorno dalla stanza da letto con una porta scorrevole di grandi dimensioni, in modo tale che, quando la stanza “jolly” diventerà stanza da letto, il soggiorno raddoppierà lo spazio a disposizione.
La soluzione progettuale adottata lascia aperta la possibilità di modificare l’appartamento, con interventi di impatto limitato sia dal punto di vista economico che dei lavori necessari, in funzione dei mutabili bisogni del proprietario.

0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Il progetto nasce dalla necessità dei proprietari di dividere il grande appartamento in due unità indipendenti, ma comunicanti, con la possibilità, in funzione del mutare delle esigenze degli abitanti, di poter essere completamente separate con un intervento murario minimo (chiusura di una porta). Il frazionamento era permesso dalle norme vigenti poiché l’immobile ricade in Zona F1 di P.R.G.Un vincolo progettuale sembrava essere la lontananza dello scarico delle acque nere a cui si è ovviato...

    Project details
    • Year 2004
    • Work started in 2004
    • Work finished in 2004
    • Client Privato
    • Status Completed works
    • Type Apartments
    Archilovers On Instagram