Progetto Preliminare Stazione Catanzaro Città

progetto preliminare di ristrutturazione e ampliamento della stazione ferroviaria di Catanzaro Città. Catanzaro / Italy / 2010

0
0 Love 2,224 Visits Published
CONSIDERAZIONI PRELIMINARI
L'intervento progettuale, riguarda l’area occupata dalla stazione ferroviaria di Catanzaro Città. La stazione, in virtù dell'ambito territoriale in cui ricade – nel cuore del centro abitato - nonché della sua indiscutibile valenza funzionale, rappresenta un'importante luogo di transito per molte persone, nonché la sede di tutte le attività direzionali delle Ferrovie della Calabria, attualmente dislocate in numerosi fabbricati limitrofi.
L'intervento ha quindi come obiettivo principale quello di riqualificare l’intero ambito della stazione, attualmente riconoscibile per la presenza di un fabbricato tipico dell’architettura cosiddetta “ferroviaria” a cui sono associati una serie di piccoli fabbricati privi di valenza funzionale e architettonica, dotandola di spazi esterni e interni atti ad assolvere alle funzioni di cui sopra.
Inoltre, l’intento di questa progettazione è quello di agevolare l’attraversamento e l’accessibilità alla stazione anche dall’area soprastante la stessa, evitando ai suoi fruitori lunghe percorribilità pedonali. Infatti la stazione, situata immediatamente a ridosso di una scarpata di evidente pendenza, è attualmente accessibile solo dal lato antistante la strada principale, raggiungibile dalla zona soprastante mediante una scalinata disagevole, soprattutto per persone anziane e/o non autonome nella deambulazione, a causa del forte dislivello da superare.
Per tale ragione l'intervento progettuale di seguito illustrato si è prefisso da un lato di migliorare l'accessibilità, dall'altro di dotarlo di servizi adeguati alle esigenze di coloro che usufruiscono di questa infrastruttura (viaggiatori e impiegati delle ferrovie).


PROGRAMMA FUNZIONALE
Per agevolare l'accesso alla stazione si è pensato di realizzare due elevatori meccanici posti nel punto più alto della scarpata e adiacenti alla strada, in modo da raggiungere le due passerelle pedonali, riservate rispettivamente ai viaggiatori e agli impiegati e da qui, attraverso scale esterne e ascensori, arrivare direttamente sui binari o all’interno dei locali adibiti ad uffici.
Le due passerelle tagliano trasversalmente i due volumi di progetto sospesi sui binari, all’interno dei quali è prevista la dislocazione degli uffici direzionali, di una sala convegni e dei relativi servizi igienici.
In posizione simmetrica all’attuale stazione, sono stati previsti altresì due nuovi corpi di fabbrica, di differente cubatura, destinati ad attività commerciali e ad uffici.
L’obiettivo è quello di ricucire un tessuto urbano che allo stato attuale risulta assolutamente frastagliato e disomogeneo, privo di valenze architettoniche, inserendo una serie di volumi, assolutamente indipendenti l’uno dall’altro, ma legati tra loro da percorsi orizzontali e verticali che ne rendono pregevole la funzionalità.
Le aree esterne saranno sistemate e attrezzate in modo da accogliere adeguatamente i visitatori nonché di consentire l'accesso, la sosta temporanea e la manovra ai mezzi in arrivo, poi smistati verso un'idonea area di parcheggio localizzata a margine della strada.


CRITERI INFORMATORI
La presenza della scarpata ricoperta da una folta vegetazione, posta alle spalle dell'area di intervento, e, sul fronte opposto, della città, ha suggerito l'idea di un collegamento tra i due fronti, evidenziata da due marcati segni trasversali realizzati con l’inserimento delle passerelle pedonali. Dal punto di vista compositivo tale intenzione si formalizza attraverso un "recinto", che sui due unici lati liberi definisce i margini dell'intervento progettuale, all'interno del quale si articolano i volumi destinati ai diversi usi.
Le due piastre sospese sui binari diventano "portale" di accesso ai treni in arrivo, nonché segno architettonico della modernità di un simile intervento progettuale. Esso è realizzato mediante l’inserimento sui marciapiedi interni alla stazione di una struttura puntiforme che sorregge il costruito, dalla forma geometrica lineare, nonché destinata a offrire riparo e frescura ai viaggiatori in sosta.
La volontà di riconnettere un tessuto in realtà inesistente è concretizzata dalla previsione, sul fronte strada attraverso cui si accede alla stazione, di due volumi architettonici chiusi, parzialmente vetrati, incuneati al fabbricato della stazione esistente e che in alzato delineano lo skyline del costruito.
Le diverse attività previste nel programma funzionale delle Ferrovie della Calabria si concretizzano in quattro differenti volumi, distinti formalmente in:
un parallelepipedo destinato a piano terra a deposito C.T.C., bar e servizi igienici annessi, ingresso agli uffici con relativo connettivo e ai due piani superiori a uffici e servizi igienici;
un cubo adiacente ad una delle due piastre sopraelevate, contenente i collegamenti verticali e varie attività commerciali (punto di ristoro, edicola, fotocopie);
una piastra sospesa a base rettangolare in cui sono previsti gli uffici direzionali, una sala conferenze e i relativi servizi igienici;
una piastra sospesa a base quadrata destinata interamente agli uffici che fanno capo al direttivo delle Ferrovie, in quanto collegata ad esso da uno spazio esterno parzialmente coperto.
E’ importante sottolineare che la modularità e il dimensionamento della maglia strutturale consentiranno in fase di realizzazione una distribuzione funzionale degli uffici assolutamente flessibile, grazie all’utilizzo di pareti amovibili svincolate dalla struttura portante.
La flessibilità dell'uso è ulteriormente garantita dal sistema di illuminazione naturale che prevede ampie superfici vetrate poste sulle facciate e sulla copertura dell'edificio.
Detti volumi verranno realizzati uniformemente con una struttura portante in acciaio, la cui modularità si ripete nel posizionamento dei pilastri al piano terra ed è ulteriormente leggibile sulle facciate esterne, laddove si utilizzeranno pareti traslucide per la chiusura verticale.
La scelta del sistema costruttivo, dei materiali e delle finiture è strettamente legata, oltre che ad esigenze di tipo funzionale, alla volontà di consentire ai fruitori di quest’intervento progettuale (amministrazioni, cittadini, viaggiatori) di comprenderne l’assoluta modernità.
0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    CONSIDERAZIONI PRELIMINARIL'intervento progettuale, riguarda l’area occupata dalla stazione ferroviaria di Catanzaro Città. La stazione, in virtù dell'ambito territoriale in cui ricade – nel cuore del centro abitato - nonché della sua indiscutibile valenza funzionale, rappresenta un'importante luogo di transito per molte persone, nonché la sede di tutte le attività direzionali delle Ferrovie della Calabria, attualmente dislocate in numerosi fabbricati limitrofi. L'intervento ha quindi come...

    Project details
    • Year 2010
    • Client Ferrovie della Calabria S.r.l.
    • Status Current works
    • Type Railway Stations
    Archilovers On Instagram