Restauro dell'Abbazia di S. Stefano Protomartire

Marsia di Roccafluvione (AP) Marsia / Italy / 2002

0
0 Love 513 Visits Published

A seguito degli eventi sismici del '97 fu necessario un ampia opera di risanamento conservativo che interesso' a mio giudizio una delle Chiese più misteriose ed meno conosciute del Territorio Piceno.


I. Farfa nel Piceno


I Benedettini di Farfa ripetono nel Piceno lo stesso modello di sviluppo che avevano attuato nei loro possedimenti laziali: cellae, chiese circondate da orti, piccoli poderi, così come impiantano mulini, danno i loro territori in affitto, enfiteusi. I monasteri, secondo la regola benedettina, dovevano essere unità produttive autonome, principio al quale tornarono i cistercensi dopo l’esperienza cluniacense. L’enorme estensione delle terre donate al monastero venivano date a lavorare con un contratto a terza generazione (livello).


Il livello era un contratto concesso per un lungo periodo, a volte a terza generazione: il colono si impegnava a rendere produttivo, a migliorare la produzione, di un terreno, di un fondo, dietro canone annuo piuttosto modesto. La generale rinascita del paesaggio piceno, le migliorate condizione economiche, il prestigio del monastero sul Matenano, come il potere dei vescovi nei comitati di Ascoli e Fermo, rilanciano il controllo amministrativo e sociale del territorio, che si attua anche con la costruzione, o la ricostruzione, di chiese, avamposti di un sistema di cultura, presidi dello spazio, che rispondono alle esigenze di servizio alle comunità, al pellegrinaggio verso i luoghi di culto delle reliquie: l’architettura di questa particolare civiltà che fonda le basi dell’occidente cristiano è l’arte romanica.----segue vedi allegati

0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    A seguito degli eventi sismici del '97 fu necessario un ampia opera di risanamento conservativo che interesso' a mio giudizio una delle Chiese più misteriose ed meno conosciute del Territorio Piceno. I. Farfa nel Piceno I Benedettini di Farfa ripetono nel Piceno lo stesso modello di sviluppo che avevano attuato nei loro possedimenti laziali: cellae, chiese circondate da orti, piccoli poderi, così come impiantano mulini, danno i loro territori in affitto, enfiteusi. I monasteri,...

    Project details
    • Year 2002
    • Status Completed works
    • Type Churches / Monasteries / Recovery/Restoration of Historic Buildings / Restoration of Works of Art / Restoration of façades / Structural Consolidation / Recovery of industrial buildings / Refurbishment of apartments / Building Recovery and Renewal