un cerchio tira l'altro

Andria / Italy / 2001

2
2 Love 1,367 Visits Published
Situato llungo la cerchia più piccola che racchiude il nucleo antico della città di Andria, l'edificio è caratterizzatoda un piccolo prospetto e da uno sviluppo planimetrico piuttosto allungato.
Costruita nel 1811, la palazzina ha la tipica tipologia di molti edifici della città murgese. Essa si sviluppa su due livelli: al piano terra sono disposti i locali oggi di uso commerciale, un tempo deposito per contadini o bottega di artigiani. Al piano superiore è posto uno studio conmmerciale, un tempo residenza del contadino o dell'artigiano benestante.
Tipico è anche il prospetto: al piano terra domina il portone, caratterizzato da un arco ribassato in pietra a massello, per l'ingresso ai locali e il portoncino, con arco a tutto sesto anch'esso in pietra, per l'accesso al primo piano tramite una ripida scalinata. Al piano superiore un balconcino e una finestra con persiana garantisconol'affaccio sulla via. Infine un possente cornicione, ricoperto da tegole, chiude la facciata.
L'intervento di restauro ha coinvolto il prospetto e il livello superiore della palazzina. Il prospetto è stato semplicemente ripulito e ritinteggiato di colore giallo, colore che è stato ritrovato da una analisi stratigrafica della suprficir della facciata, le persiane di colore verdone e i portoni di colore marrone, secondo le tipiche tonalità della zona.
Entrando dal portoncino predomina la ripida scalinata con gradini rivestiti di "chianghe" originarie. Queste ultime sono state valorizzate con una illuminazione costituita da faretti bassi posti sulla perete laterale, mentre sulla parete opposta è stato necessario allocare un passamano costituito da un tubo in acciaio spazzolato sospeso da tre esili distanziatori posti inclinati rispetto alla verticale della parete.
La hall è ricca di elementi circolari. La pavimentazione, innanzitutto, costituita in tozzetti di pietra, è stata realizzata con un effetto a cerchi concentrici. I corpi illuminanti a parete, lame semicircolari, o a sospensione coni a pianta circolare. Il bancone della reception, anch'esso a pianta semicircolare.
Le zone di collegamento, la hall, il piccolo corridoio e la saletta di aspetto, sono state pavimentate con tozzetti di pietra a forma quadrata di diverse misure a cerchi concentrici. I cerchi concentrici hanno tre origini: la prima origine è nella hall e coincide con una "chianga" circolare posta verticalmente al disotto di un lucernario anch'esso circolare; la seconda è nel piccolocorridoio e coincide con un'apertura a pavimento di una dispensa, chiusa da un cristallo semicircolare, dove un tempo veniva utilizzata come deposito di prodotti agricoli; infine la terza origine è nella saletta di aspetto e coincide con una "chianga" semicircolare posta verticalmente al disottodi un lucernario anch'esso semicircolare.
Gli ambienti di studiosia di tipo direzionale che quelli operativi sono pavimentati con lunghi listoni di legno iroko impregnato ad olio.
Le nuove porte riprendono il disegno e le proporzioni di quelle vecchie in chiave semplificata: infatti sono caratterizzare da delle scalanature che sostituiscono le cornici ed i salti di spessore esistenti sulle vecchie porte.
Mentre sono stati recuperaticon cura e attenzione i portocini d'ingresso, sia quello esterno che quello interno al primo piano ed il monumentale infisso della portafinestra che si affaccia sul balconcino.
Infine, per quanto riguarda le pareti, alcune sono state rasate con grassello di calce di colore giallo, colore simile a quello utilizzato per la facciata esterna, mentre altre sono state tinteggiate a tempera con un colore giallo chiaro, mentre le volte, sia quelle a padiglione che a botte, sono state tinteggiate di colore bianche.
La cura del particolare, l'uso dei materiali con superfici opache o grezze, ed il sapiente gioco delle luci hanno ridato vita ad una struttura che rischiava di essere dimenticata, ma che oggi costituisce, con le sue testimonianze, evoluzione di una societàlaboriosa e produttiva.
2 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Situato llungo la cerchia più piccola che racchiude il nucleo antico della città di Andria, l'edificio è caratterizzatoda un piccolo prospetto e da uno sviluppo planimetrico piuttosto allungato.Costruita nel 1811, la palazzina ha la tipica tipologia di molti edifici della città murgese. Essa si sviluppa su due livelli: al piano terra sono disposti i locali oggi di uso commerciale, un tempo deposito per contadini o bottega di artigiani. Al piano superiore è posto uno studio conmmerciale, un...

    Project details
    • Year 2001
    • Status Completed works
    • Type Apartments
    Archilovers On Instagram
    Lovers 2 users