Europan 13 - Community | Oficina urbana arquitectura

Europan contest Barcelona / Spain / 2015

6
6 Love 1,154 Visits Published

La strategia:


Il progetto nasce dalla volontà di declinare il concetto di sostenibilità, specifica del concorso, in tre distinti ambiti: sostenibilità ambientale, sostenibilità sociale e sostenibilità economica.
L' obiettivo dichiarato è quello di creare un sistema nel quale i tre ambiti possano interagire e integrarsi in modo da arrivare all'equilibrio senza che uno dei tre ambiti di sistema, cosa che normalmente accade, possa prendere il sopravvento sugli altri.
Per creare questo sistema uno degli aspetti principalmente preso in considerazione è stata la possibilità di allontanarsi dal tradizionale sistema abitativo nel quale la soglia dell' edificio rappresenta un limite dentro-fuori cercando di includere all' interno del fabbricato tutta una serie di attività che possano svolgere funzioni aggregative e incrementare le possibilità di aggregazione e socializzazione degli abitanti.
L' idea di fondo è quella che la distribuzione interna dell'edificio si trasformi in “pubblica piazza” aperta verso l'esterno integrando, come detto, funzioni che normalmente vengono svolte all'esterno e definendo l'edificio, di fatto, come un ibrido.
Questo mix di funzioni offre la possibilità agli abitanti dell'edificio di conoscersi, socializzare e confrontarsi trasformando l' intero vicinato in una comunità, superando le possibili differenze socio economiche e linguistico-culturali.



Project area:


L'analisi dell'area di intervento evidenzia come il sito sia ubicato in un contesto urbano particolare: la Marina del prat vermell, infatti, presenta caratteristiche morfologiche miste; si tratta di un quartiere periferico limitrofo alla zona del porto commerciale e con forti caratteristiche storiche di area industriale, che il comune di Barcelona intende mantenere.
Le infrastrutture che ne lambiscono i limiti servono, principalmente, come supporto alle attività economiche, mentre, dal punto di vista di trasporto urbano, l' area risulta, attualmente, poco connessa con i centri dove si svolgono le attività sociali cittadine.
Attualmente è in costruzione un nuovo ramo di metropolitana che dovrebbe, almeno in parte, risolvere questo problema d connessione.
Da un punto di vista della qualità dello spazio architettonico, le problematiche all'interno del sito sono evidenti tanto che il comune di Barcelona ha deciso un massivo intervento di rivitalizzazione dell'area all'interno della quale si trova il sito di progetto oggetto di questa edizione del concorso Europan.
Da un punto di vista sociale, la zona evidenzia tutta una serie di problematiche tipicamente legate all'essere quartiere periferico ancora non del tutto dotati dei servizi necessari e dall'essere stato quartiere di servizio del vicino porto commerciale.
Le potenzialità dell'area, in ogni caso, risultano evidenti ad un'analisi attenta; la vicinanza dell' area con zone di forte interesse strategico come Europa fira o culturale, come Montjuic, uniti alla facilità di accesso attuale (ronda litoral) o future (metro L9) possono sicuramente essere di stimolo al progetto di rivitalizzazione dell'area.



Il progetto:


L'analisi dell'area e lo studio delle soluzioni proposte in contesti simili hanno generato l' idea di progetto che, come detto, si è sviluppata nella direzione di creare un sistema sostenibile a tutti gli effetti. L' idea di base è che, attraverso lo sviluppo di strategie sociali si possano contemporaneamente sviluppare strategie che portino alla sostenibilità economico-ambientale.
Il complesso di “viviendas protegidas”, infatti, non si struttura come un complesso edilizio chiuso verso il suo interno, bensì come sistema aperto, integrato nel quartiere, una sorta di centro di riferimento socio-culturale per l' intera zona.
Il sistema edilizio tradizionale, infatti, il più delle volte risulta come un aggregato di abitazioni diverse con spazi comuni pressoche assenti e pochissimi luoghi di aggregazione collettiva, nel caso in questione, al contrario, si è cercato di costituire una diversa modalità abitativa nella quale gli spazi comuni e di aggregazione possano fungere da motore economico dell' intero complesso edile.
L' edificio si sviluppa attorno ad una rampa ballatoio sul quale sono distribuite sia le abitazioni che i diversi spazi comuni sia chiusi che aperti.
Il ballatoio è una traccia storica dei ballatoi delle vecchie case di Barcelona, in particolare quelle del quartiere Eixample, di cui sono una dichiarata citazione.
Le abitazioni sono 90 di 4 differenti tipologie e grandezze, in modo tale da garantire il comfort abitativo ai differenti tipi di possibili inquilini.
Le differenti tipologie includono appartamenti di una, due o tre stanze, e di grandezza di 40,54 e 73 metri quadrati.
Le abitazioni più piccole sono nella quasi totalità, attrezzate con terrazza.
Gli spazi aperti sono organizzati come delle piazze attrezzate e sono spazi di socializzazione collettiva; le varie funzioni di queste piazze sono:
-gioco bimbi
-attrezzature ginniche all'aperto
-zona pic-nic con barbecue
-zona lettura all'aperto
Oltre a queste piazzette (di dimensioni relativamente contenute) ce ne sono altre, molto più grandi ad uso di orto urbano. Questo è uno degli aspetti più significativi del progetto. La volontà, anche in questo caso, è quella di coniugare gli aspetti della sostenibilità ambientale e di quella sociale creando delle aggregazioni “di scopo” che possano aiutare la conoscenza e la socializzazione, favorita da un obiettivo comune, in questo caso l' orto urbano.
Diverse indagini hanno, in questi ultimi tempi, dimostrato la desiderabilità dell' orto urbano, specialmente in contesti cittadini compatti, come lo è, in questo caso, Barcelona.
L' orto urbano in questo caso sfrutta un sistema idroponico, la cui acqua deriva direttamente dal sistema interno dell'edificio di gestione delle acque. La ventilazione e il necessario binomio luce-calore sono garantiti dalla forma stessa dell'edificio.
Ulteriori spazi comuni all'interno dell' edificio sono gli spazi comuni chiusi. Questi ambienti sono ubicati tra le varie abitazioni e sono destinati a tutte quelle funzioni che possano garantire la sostenibilità economica del sistema.
All' interno di questi luoghi, infatti, sono organizzate quelle funzioni economicamente più redditizie:
-uffici
-spazi di coworking
-palestra
-bar panoramico
-biblioteca
Questi ambienti generano, attraverso la concessione di utilizzo il reddito necessario a garantire il mantenimento economico dell'edificio e la sua gestione, sgravando gli abitanti
A tutti gli ambienti comuni, o di uso collettivo è possibile accedere, oltre che dai collegamenti verticali a uso degli inquilini, attraverso due ascensori panoramici situati nel patio centrale e accessibili a tutti.
A piano terra, in diretta continuità con l' esterno è situato un centro civico.



Sistema delle acque:


Il sistema delle acque del nuovo edificio prevede uno schema di riciclo delle acque quasi totale: Una grande vasca per la raccolta delle acque piovane è posta al piano terra dell'edificio.
Questa acqua raccoglie sia l'acqua piovana che le acque saponose di utilizzo dell'edificio, che vengono depurate attraverso la fitodepurazione attraverso piante fitodepuranti.
Una proposta che viene presentata per il riutilizzo di tutte le acque meteoriche e delle acque grigie dell' intera zona di intervento, nella planimetria infatti, sono visibili le vasche di depurazione delle acque. Queste acque, sono in primis usate per la tecnica di coltivazione idroponica degli orti urbani, poi reimmagazzinate nelle vasche di depurazione, sono inviate alla vicina centrale di interscambio freddo e calore del “Parc logistic de la zona franca” per essere riscaldate e tornare nell'edificio e in quelli dell'intero quartiere come riscaldamento.
La fase finale del sistema prevede il ritorno nelle vasche di decantazione nelle quali ricomincerà l' intero processo.

6 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    La strategia: Il progetto nasce dalla volontà di declinare il concetto di sostenibilità, specifica del concorso, in tre distinti ambiti: sostenibilità ambientale, sostenibilità sociale e sostenibilità economica.L' obiettivo dichiarato è quello di creare un sistema nel quale i tre ambiti possano interagire e integrarsi in modo da arrivare all'equilibrio senza che uno dei tre ambiti di sistema, cosa che normalmente accade, possa prendere il sopravvento...

    Project details
    • Year 2015
    • Status Competition works
    • Type Neighbourhoods/settlements/residential parcelling / Adaptive reuse of industrial sites / Apartments / Multi-family residence / Social Housing / Tower blocks/Skyscrapers / Modular/Prefabricated housing
    Archilovers On Instagram
    Lovers 6 users