The Barn House

mid-west Flanders / Belgium / 2005

50
50 Love 10,688 Visits Published
Per gli architetti, trasformare un vecchio granaio in una nuova elegante casa, è stato non solo creare interni eleganti con un tocco rustico; la costruzione del rapporto con il mondo esterno e la sua connessione fisica ed emotiva con il paesaggio circostante sono stati punti cruciali nel processo di progettazione.

“La fattoria è stato il luogo principale dove la gente ha vissuto a fianco della natura, guardando ad essa al tempo stesso come forza e come minaccia”, dice l'architetto, che nel progetto ha preso anche in considerazione le condizioni climatiche e la natura circostante. Reinterpretando il fienile come un modo di sviluppare e gestire il paesaggio, gli architetti hanno aggiunto una nuova dimensione residenziale ad una struttura che una volta era solo collegata al lavoro della terra.

Gli interni, decorati con le opere d'arte dell’artista Wim Delvoye, includono zone giorno, pranzo e relax, ma anche una biblioteca e un piccolo soppalco per le camere da letto con bagno privato. Sono state create grandi aperture sulle due estremità del fienile da cui i proprietari possono godere di ampie e rilassanti panorami sulla campagna.

Il fitto rivestimento di lamelle che avvolge la struttura crea un senso di mistero e genera nel passante la curiosità di sapere cosa si nasconda all’interno; questa struttura di rivestimento ha la funzione di proteggere dalle dure condizioni atmosferiche, ma può anche in parte essere aperta in una calda giornata di sole per creare un'atmosfera accogliente.
Il rispettoso approccio degli architetti si è concretizzato in una casa comoda e accogliente, che induce l'occupante ad aprirsi verso la natura e ad abbracciare i prati verdi circostanti, piuttosto che chiudersi in essa.

Together with Hendrik Vermoortel, Rita Huys runs the Belgian architectural and interior design office BURO II/BURO Interior, which was also the office commissioned for the farmhouse conversion located among the rolling hills of mid-west Flanders.

For BURO II and BURO Interior, the central principle for the farmhouse conversion is the relationship between the building and its outside space, and the connection with the surrounding environment.

The client was emphatic that tradition, innovation and respect for the landscape be combined in a single project. The structure of the landscape and research into rural building in Flanders stand in reciprocity to the design process and the final built environment.

Crucial in this thought process is that the landscape confirms the footprint of the buildings and farmhouses in origin and as tradition. Here respect and tradition create a need for a contemporary continuity, reflected in the search for a new meaning for the farmhouse in its varying scenic mutations.

The project is a spatial and architectural quest for methods to offer new perspectives in the relationship between landscape and architecture
.
50 users love this project
Comments
View previous comments
    comment
    Enlarge image

    Per gli architetti, trasformare un vecchio granaio in una nuova elegante casa, è stato non solo creare interni eleganti con un tocco rustico; la costruzione del rapporto con il mondo esterno e la sua connessione fisica ed emotiva con il paesaggio circostante sono stati punti cruciali nel processo di progettazione. “La fattoria è stato il luogo principale dove la gente ha vissuto a fianco della natura, guardando ad essa al tempo stesso come forza e come minaccia”, dice l'architetto, che nel...

    Archilovers On Instagram
    Lovers 50 users