Manhattan chiama la tecnologia italiana e Comelit risponde

Il complesso residenziale Stuyvesant Town-Cooper Village (110 edifici e 11.250 appartamenti) ha scelto lo stile e la tecnologia italiani di Comelit New York / United States / 2017

1
1 Love 529 Visits Published

Lo stile e la tecnologia italiani di Comelit Group SpA sbarcano Oltreoceano per un’importante fornitura nel cuore di New York City.


Stuyvesant Town-Cooper Village (PCVST) è una grande area residenziale di oltre 320.000 mq. situata nel distretto di Manhattan che, con la sua sagoma inconfondibile, rappresenta una delle più riuscite urbanizzazioni realizzate New York nel Secondo dopoguerra. Progettato per accogliere i veterani di ritorno dalla Seconda Guerra Mondiale, il grande insediamento deve il suo nome attuale a Peter Stuyvesant, il primo governatore della colonia olandese del New Amsterdam, e a Peter Cooper, industriale, inventore e filantropo, fondatore della Cooper Union.


PCVST comprende 11.250 unità immobiliari di diverse tipologie per metrature e prezzi, compresi alcuni appartamenti di lusso. Insomma, una vera e propria città nella città, dove abitano oltre 30.000 persone, proprio a due passi dalla vibrante vita dell’East Village. Il complesso è dotato di ampi spazi verdi, campi sportivi e altri servizi, ed è protetto da un avanzato sistema di sicurezza, con telecamere e apparecchiature di controllo degli accessi.


L’esclusiva tecnologia d’avanguardia dell’impianto videocitofonico di Stuyvesant Town-Cooper Village è firmata da Comelit Group SpA. “Ciò che ci ha fatto sbaragliare la concorrenza è stato principalmente l’apporto tecnologico del nostro sistema di videocitofonia – spiega Marco Giugnetti, Direttore Vendite Estero di Comelit Group SpA - Grazie all’innovativo sistema VIP, completamente digitale, non è stato necessario realizzare un apposito cablaggio, ma abbiamo sfruttato la rete già esistente, a tutto vantaggio della facilità e della velocità nei lavori di installazione e senza creare alcun disagio ai residenti”.


Ognuno dei 110 edifici del complesso è dotato di due videocitofoni Vandalcom Digital (uno per ciascun ingresso principale e sul retro), per un totale di 220 posti esterni. Si tratta di un modello realizzato in acciaio inox, studiato proprio per resistere ad eventuali atti vandalici. “La versione digitale di Vandalcom presenta una rubrica digitale, che è molto comoda considerato il numero elevato di utenti residenti in ciascuna torre – continua Giugnetti – Tutti i posti esterni sono equipaggiati con il pulsante Security Guard, che consente di effettuare chiamate video alla Control Room. da cui viene gestita la sicurezza dell’intero sito. Da questo unico punto è possibile gestire tutti i terminali del complesso, monitorarne lo stato di funzionamento e inviare messaggi di testo collettivi a tutti gli 11.250 appartamenti o messaggi personalizzati (anche con immagini) ad un numero selezionato di unità. Comelit ha anche sviluppato uno speciale software che permette di controllare live tutti i dispositivi, rilevando eventuali anomalie”.


Comelit ha fornito anche tutti monitor interni degli 11.250 appartamenti: la scelta è ricaduta sul modello Planux, vivavoce, con ampio monitor a colori da 3,5” e tecnologia ‘Sensitive Touch’.

1 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Lo stile e la tecnologia italiani di Comelit Group SpA sbarcano Oltreoceano per un’importante fornitura nel cuore di New York City. Stuyvesant Town-Cooper Village (PCVST) è una grande area residenziale di oltre 320.000 mq. situata nel distretto di Manhattan che, con la sua sagoma inconfondibile, rappresenta una delle più riuscite urbanizzazioni realizzate New York nel Secondo dopoguerra. Progettato per accogliere i veterani di ritorno dalla Seconda Guerra Mondiale, il...

    Project details
    • Year 2017
    • Work finished in 2017
    • Status Current works
    • Type Urban Furniture / Neighbourhoods/settlements/residential parcelling / Apartments
    Archilovers On Instagram
    Lovers 1 users