Casale abruzzese

Capestrano / Italy / 2008

0
0 Love 695 Visits Published

Si tratta di un rustico che ha mantenuto, sino ad arrivare ad oggi, caratteristiche originarie, tipiche delle costruzione della zona, con annesse tipologie che erano necessarie per la vita quotidiana dei campi e dell’allevamento del bestiame.


Sono infatti presenti oltre il corpo principale abitativo, costituito da piano terra, p. primo e secondo, due piccoli rustici annessi, posizionati nell’area cortilizia; uno a due piani fuori terra, rispetto il fronte principale, con il retro ricavato nella  grotta dietro la casa, ed un altro ad esso adiacente, di un solo piano f. t. costruito tra questo e l’edificio principale.


Il corpo principale  è costituito da tre piani fuori terra, rispetto la corte antistante; ed anch’esso ha parte del piano terra ricavato nella roccia della collina, in adiacenza al lato retro, ci sono inoltre  due grotte, completamente sotto la collina e comunicanti direttamente con la zona di piano terra, mediante un passaggio interno.


Ai piani superiori trovava collocazione “la zona” abitativa vera e propria della casa, con accesso diretto mediante una scala esterna, che partendo dalla corte arriva al piano primo, dove si trovava la cucina, la zona pranzo, una camera e la piccola scala interna per il piano superiore dove ci sono altre camere.


Questo corpo di fabbrica ha un tetto in copertura a trè falde, ed  un ampliamento, probabilmente successivo, sul lato destro rispetto il fronte principale, composto da due piani, con tetto a falda unica, come i due annessi adiacenti.


DESCRIZIONE PROGETTO


L’intervento nel suo complesso sarà mirato alla conservazione di quelle che sono le caratteristiche tipologiche e strutturali tipiche della zona, nel rispetto delle attuali normative in materia di igiene e abitabilità degli ambienti.


Verrà mantenuta e valorizzata la particolarità morfologica del terreno circostante i corpi di fabbrica, che avvolge naturalmente gli edifici salendo, dalla nuova quota 0/0 del piazzale antistante l’edificio, arrivando sino alla quota di primo piano, sul retro.


Particolare attenzione e cura viene data alla progettazione dell’esterno, a partire dall’ingresso della proprietà, mediante lo scivolo - corsello, che verrà riproposto con minore pendenza, sino ad arrivare alla zona parcheggio, ricavata sul fronte dell’edificio, ad una quota comunque più bassa rispetto l’area pavimentata attorno le case.


Quest’area sarà la nuova quota 0/0; da cui partirà la progettazione di tutto l’esterno, che come ribadito avvolgerà idealmente salendo di quota tutti gli edifici, nel rispetto delle condizioni ambientali.


Edificio principale:


ampia zona giorno al piano terreno, con ingresso diretto dall’area pavimentata esterna, in pietra naturale,  o mattone tipo sestino romano naturale; il setto murario interno verrà mantenuto a divisione delle due “zone,   Soggiorno e Studio”, separate mediante un camino centrale visibile da entrambi i lati, dallo Studio si accederà alla zona “Servizi”, ricavata nelle grotte, con antibagno, bagno, “zona” lavanderia, un disimpegno per l’accesso ad un’area relax, anch’essa ricavata nelle grotte adeguatamente restaurate e consolidate. Dalla zona studio si accederà mediante una scala interna in muratura, alla cucina - pranzo del piano primo, che avrà una zona pranzo con estensione  all’aperto, nel terrazzo che proseguendo sul retro e passando sulle grotte a livello di solaio,  funge da primo livello di terrazzamento per il contenimento terreno; un secondo livello  gradinato  conterrà la fascia circoscritta di progetto, delimitando l’area oggetto d’intervento, “urbanizzata”, dalla superficie  che non verrà trattata, se non a livello di controllo. Un ampio soggiorno, in collegamento con la cucina mediante un passaggio interno, ricavato sulla parete portante su cui verrà inserito un camino, ed un bagno di servizio, completerà il piano. Il soggiorno avrà anche un accesso diretto dall’esterno, mediante la scala in muratura che sarà adeguatamente restaurata e consolidata. La scala interna, posizionata nella “zona  pranzo”, proseguendo, conduce alla “zona notte” del piano secondo, dove verrà collocata la grande camera letto matrimoniale, un bagno con vasca, ed una stanza spogliatoio – guardaroba a completamento del piano.


La piccola “dependance,” ricavata nell’edificio adiacente, avrà un accesso indipendente, mediante la scala esterna in restauro, che conducendo al marciapiede in piano, esterno,  delimita l’accesso alla “zona soggiorno”; una piccola cucina con “zona pranzo” completerà il piano. La “zona notte” verrà ricavata al piano primo e sarà servita da un’agevole  scala a chiocciola interna, che condurrà ad un soggiorno con posto letto, un bagno, ed una camera. Il tetto della “dependance” sarà a falda unica, nel rispetto della tipologia originale degli annessi rustici presenti in zona.


Strutturalmente l’intervento agli edifici sarà effettuato mediante il “consolidamento” del corpo principale, in discreto stato di conservazione (per quanto riguarda le pareti perimetrali); ed in ricostruzione, per quanto riguarda gli annessi, dato il pessimo stato di conservazione in cui si trovano; che diverranno “dependance”.  


Dal  nuovo piano terreno verranno eseguiti adeguati  consolidamenti, di fondazione e sottofondazione pareti perimetrali; sarà realizzata una “platea di collegamento” come da indicazione di progetto strutturale; verrà inoltre isolato il piano terreno mediante soletta rialzata su “iglu’ aerati”.


I solai di piano “orizzontali”, ed i solai “inclinati” di copertura saranno in legno trattato a vista, adeguatamente isolati, con travature di ripartizione e pianelle. I solai di copertura avranno il pacchetto di alle ventilazione, ed il manto di copertura sarà in coppi antichi, recuperando quanto possibile il materiale originario della demolizione.


Le pareti esterne saranno ripristinate mantenendo la caratteristica della muratura a vista; saranno ripristinate le architravature delle aperture esterne in pietra, ed il portale anch’esso in pietra d’ingresso.


Le pavimentazioni interne delle “zone giorno” saranno in cotto naturale rosato o similari  e verranno adoperate pianelle nei formati 15 x 30, opp. 20 x 20; o comunque materiali consoni all’intervento di “restauro” a cui si sottopone l’edificio. per le “zone notte” verrà presa in considerazione l’eventualità di posare pavimentazioni in legno; i bagni avranno rivestimenti alle pareti in ceramica, pietra o marmi, con possibilità di montare pavimenti e rivestimenti in mosaico tipo Bisazza.


Gli infissi esterni saranno in legno con persiane o scuri; così come le porte d’ingresso e le porte interne.


Le gronde ed i pluviali saranno in rame di adeguato sviluppo.


      

0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Si tratta di un rustico che ha mantenuto, sino ad arrivare ad oggi, caratteristiche originarie, tipiche delle costruzione della zona, con annesse tipologie che erano necessarie per la vita quotidiana dei campi e dell’allevamento del bestiame. Sono infatti presenti oltre il corpo principale abitativo, costituito da piano terra, p. primo e secondo, due piccoli rustici annessi, posizionati nell’area cortilizia; uno a due piani fuori terra, rispetto il fronte principale, con il retro...

    Project details
    • Year 2008
    • Status Completed works
    • Type Single-family residence / Structural Consolidation / Building Recovery and Renewal
    Archilovers On Instagram