Ampliamento del Cimitero di Città

Secondo lotto funzionale Lugo / Italy / 2008

0
0 Love 2,857 Visits Published
Il secondo lotto funzionale dell’ampliamento del Cimitero di Città del Comune di Lugo si configura parzialmente come il naturale completamento delle opere già costruite nell’ambito del primo lotto funzionale e per altro verso prosecuzione verso la realizzazione del più complessivo nuovo impianto cimiteriale prefigurato in sede di concorso nel 2001.

Completamento del primo lotto funzionale nel senso che all’interno degli ambiti già definiti progettualmente si vanno ora a realizzare, a cura dell’Amministrazione, le varie tipologie di sepoltura richieste (tombe di famiglia grandi, tombe di famiglia piccole e sarcofagi) finite al rustico.

Apertura al naturale completamento del progetto complessivo nel senso che in questa fase si realizzerà un primo blocco di loculi (n. 192) e un parziale terrapieno di quelli che, sul sedime del progetto di concorso, hanno funzione di chiudere il cimitero verso la campagna e consolidarne il limite sud, in allineamento col recinto cimiteriale preesistente sull’altro lato del canale Tratturo.

TOMBE DI FAMIGLIA GRANDI

Le tombe di famiglia grandi sono in numero di 10 per complessivi 100 posti.

Saranno realizzate al rustico come una scatola muraria con un lato mancante, in calcestruzzo faccia a vista verso l’esterno, su pianta pressoché quadrata. La superficie esterna in calcestruzzo sarà disegnata dall’impronta di casseri metallici e lasciata a vista. I loculi interni, ad imboccatura frontale, saranno realizzati con casseforme industriali in polistirolo.

Il lato mancante della scatola e la pavimentazione interna saranno invece caratterizzati da paramenti marmorei da normare secondo alcune tipologie di materiali lapidei idonei, al fine di consentire che il singolo cittadino possa scegliere tra allestimenti finali variabili per cromatismo. Al centro della parete si apre l’accesso a un piccolo vestibolo interno. Questo è illuminato dall’alto da una apertura in copertura schermata con un vetro fisso. L’accesso a tale ambiente è schermato da un cancello. La copertura piana sarà impermeabilizzata mediante guaina e protetta da scossaline perimetrali. La vasca che si determina sarà ricoperta da uno strato di ghiaietto. Un unico punto luce caratterizzerà l’interno della tomba. Ciascuna tomba è dotata esternamente di uno spazio di pertinenza (impropriamente definito “patio”) che ospiterà un cipresso.

TOMBE DI FAMIGLIA PICCOLE

Le tombe di famiglia piccole sono in numero di 17 per complessivi 85 posti.

Saranno realizzate al rustico come una scatola muraria con un lato mancante, in calcestruzzo faccia a vista verso l’esterno, su pianta pressoché quadrata. La superficie esterna in calcestruzzo sarà disegnata dall’impronta di casseri metallici e lasciata a vista. I loculi interni, ad imboccatura frontale, saranno realizzati con casseforme industriali in polistirolo.

Il lato mancante della scatola e la pavimentazione interna saranno invece caratterizzati da paramenti marmorei da normare secondo alcune tipologie di materiali lapidei idonei, al fine di consentire che il singolo cittadino possa scegliere tra allestimenti finali variabili per cromatismo. Su un lato della parete si apre l’accesso a un piccolo vestibolo interno. Questo è illuminato dall’alto da una apertura in copertura schermata con un vetro fisso. L’accesso a tale ambiente è schermato da un cancello. La copertura piana sarà impermeabilizzata mediante guaina e protetta da scossaline perimetrali. La vasca che si determina sarà ricoperta da uno strato di ghiaietto. Un unico punto luce caratterizzerà l’interno della tomba. Ciascuna tomba è dotata esternamente di uno spazio di pertinenza, vero e proprio “patio” di accesso, che ospiterà un cipresso, racchiuso tra due pareti laterali delle tombe circostanti e un muro frontale verde. Per fronteggiare le diverse condizioni di accesso, la tipologia edilizia di questa tomba consta di due varianti, sostanzialmente una lo specchio dell’altra (Pa e Pb negli elaborati grafici).

SARCOFAGI

I sarcofagi sono in numero di 17 per complessivi 51 posti.

Saranno realizzati al rustico in calcestruzzo faccia a vista verso l’esterno, su pianta rettangolare. La superficie esterna in calcestruzzo sarà disegnata dall’impronta di casseri metallici e lasciata a vista. I loculi interni, ad imboccatura laterale, saranno realizzati con casseforme industriali in polistirolo.

Il lato corto della tomba verso il vialetto è schermato da un setto solidale al resto della struttura con funzione di separazione dall’ambito del percorso pubblico di uno spazio di pertinenza riservato. Nel collegamento tra corpo della tomba e setto si determina una piccola cavità, un vestibolo non praticabile comunque illuminato naturalmente dall’alto al pari delle altre tombe e schermato con un vetro fisso.

I lati frontali del sarcofago saranno caratterizzati da paramenti marmorei da normare secondo alcune tipologie di materiali lapidei idonei, al fine di consentire che il singolo cittadino possa scegliere tra allestimenti finali variabili per cromatismo.

La copertura piana sarà impermeabilizzata mediante guaina e protetta da scossaline perimetrali. La vasca che si determina sarà ricoperta da uno strato di ghiaietto. Ciascuna tomba è dotata esternamente di uno spazio di pertinenza.

LOCULI

Situati al limite sud dell’area cimiteriale e allineati col recinto cimiteriale preesistente sull’altro lato del canale Tratturo sono situati due blocchi di loculi in linea su una lunghezza di circa 44 metri. Le celle sono disposte su quattro livelli sovrapposti. Il fronte è protetto da una tettoia, solidale al resto della struttura, che sporge di m 1,4. Verso nord la tettoia ridiscende lungo la parete verticale fino a terra, ispessendo apparentemente il corpo di fabbrica. La superficie esterna in calcestruzzo sarà disegnata dall’impronta di casseri metallici e lasciata a vista. I loculi interni, ad imboccatura frontale, saranno realizzati con casseforme industriali in polistirolo. Le lapidi saranno realizzate in marmo bianco perlino, dello stesso tipo utilizzato per le lapidi degli ossari realizzati nel primo lotto funzionale. I loculi saranno dotati di punti-luce. La copertura piana sarà impermeabilizzata mediante guaina e protetta da scossaline perimetrali. La vasca che si determina sarà ricoperta da uno strato di ghiaietto.

Il blocco loculi è inserito in un terrapieno che ha la stessa larghezza dei blocchi ossari lato via Dé Brozzi. In questa fase il terrapieno sarà realizzato solo parzialmente, in attesa di completare il disegno complessivo di cui è parte, al momento, irrisolta. La superficie esterna sarà rivestita in lastre di acciaio corten, con la volontà di ristabilire un rimando cromatico e materico con la campagna circostante.

Oltre a quelle descritte le uniche opere accessorie che verranno realizzate in questo secondo lotto funzionale sono il locale bagni, a chiusura della fila di tombe di famiglia grandi e la parete porta fontanelle a chiusura della fila di tombe di famiglia piccole.
0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Il secondo lotto funzionale dell’ampliamento del Cimitero di Città del Comune di Lugo si configura parzialmente come il naturale completamento delle opere già costruite nell’ambito del primo lotto funzionale e per altro verso prosecuzione verso la realizzazione del più complessivo nuovo impianto cimiteriale prefigurato in sede di concorso nel 2001.Completamento del primo lotto funzionale nel senso che all’interno degli ambiti già definiti progettualmente si vanno ora a...

    Project details
    • Year 2008
    • Work started in 2007
    • Work finished in 2008
    • Client Comune di Lugo
    • Status Completed works
    • Type Cemeteries and cemetery chapels / Monuments
    Archilovers On Instagram