LA MAGIA DELLE ANTICHE BASOLE DI PIETRA LAVICA

Catania / Italy

1
1 Love 2,233 Visits Published

Il basolato lavico dell’Etna è un tipico manufatto, realizzato lavorando artigianalmente il grigio basalto estratto alle pendici del vulcano. Varie sono le città italiane, in prevalenza a sud, i cui rivestimenti delle pavimentazioni sono  lastricati con questo stupefacente materiale, le cui caratteristiche fisico meccaniche ed estetiche hanno dell’incredibile.


La lavorazione a Mano a Puntillo grosso medio o fine delle basole, è il più antico dei trattamenti superficiali della pietra lavica dell’Etna, ed essa  veniva realizzata con punta o puntillo  e mazzuolo, da abili operatori manuali detti scalpellini ed oltretutto, nella nostra famiglia da Papà e dal Nonno nella propria Cava .


Si tratta di effettuare una percussione della pietra mediante scalpelli di varie dimensioni che determinano sulla superficie delle basole un’alternanza di zone depresse e zone in rilievo; il risultato finale dipende sostanzialmente dal grado di spuntatura richiesto, da scegliersi tra spuntato “fine” o puntillo fine,  spuntato “medio” o puntillo medio e spuntato “grosso” o puntillo grosso  ove, l’effetto dei rilievi va gradualmente crescendo.  Sicuramente si tratta della più caratteristica lavorazione del basalto siciliano, intrinsecamente legata alla storia di questo manufatto: gli antichi intagliatori ci hanno tramandato splendidi esempi di cosa volesse significare imparare ed eseguire questa magnifica pratica.


Negli ultimi tempi, nella aziende che producono questo articolo, si è diffusa la riprovevole pratica di lavorare la pietra lavica con martelli rigatori e quant’altro con la banale scusa che, non vi sono più fra i giovani,  elementi che siano disposti ad imparare un mestiere così complesso, faticoso ed usurante.


Noi invece alla Fratelli Lizzio SRL, continuiamo a formare i ragazzi alla scuola dello scalpellino, ispirandoci alla tradizione manifatturiera dei nostri avi e tramandando la propria esperienza culturale alle nuove generazioni.


Il prodotto eseguito con martelli rigatori  , non necessita per la realizzazione di esperti scalpellini, ma di semplice manovalanza che esegue un lavoro piatto e  ripetitivo; inoltre,  il manufatto così ottenuto perdendo la sua natura e valenza, sembra piuttosto somigliare ad un falso esempio di antica basola in pietra lavica assimilabile ad   un elemento orientale.


È innegabile invece, contro ogni logica che ha per fine il solo mero profitto, che , una basola realizzata artigianalmente, da un abile ed esperto scalpellino, ci riconduce nel passato, restituendoci le stesse sensazioni che viviamo quando ammiriamo un lastricato storico tipico del paesaggio culturale italiano.


 


 

1 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Il basolato lavico dell’Etna è un tipico manufatto, realizzato lavorando artigianalmente il grigio basalto estratto alle pendici del vulcano. Varie sono le città italiane, in prevalenza a sud, i cui rivestimenti delle pavimentazioni sono  lastricati con questo stupefacente materiale, le cui caratteristiche fisico meccaniche ed estetiche hanno dell’incredibile. La lavorazione a Mano a Puntillo grosso medio o fine delle basole, è il più antico dei...

    Project details
    • Main structure Masonry
    • Status Completed works
    • Type Public Squares / Urban Renewal
    Archilovers On Instagram
    Lovers 1 users