Concorso di idee demaniore: Ex ferrovia circum mare piccolo_Taranto

3° Premio: mpt3 architetti Taranto / Italy / 2008

3
3 Love 2,401 Visits Published
Il progetto prevede il recupero paesaggistico del tracciato della Ex Ferrovia Circum mare piccolo. Una nuova infrastruttura leggera che utilizza elementi già presenti (caselli, terrapieni e viadotti) si propone di offrire nuovi punti di vista sul paesaggio circostante. La riconversione avviene attraverso il ripristino della continuità del tracciato, afferendo al sistema-percorso la funzione di PARCO-MUSEO.
Il concept, infatti vede mettere in primaria posizione il luogo attraversato dall’area oggetto di intervento, la quale gode di elementi di alto valore paesaggistico; si pensi al sistema delle masserie, alle paludi, e la possibilità di poter legare tutto il contesto in un circuito turistico reso accessibile dal percorso dell’ex ferrovia. Inoltre il tracciato rievocando la presenza di una linea ferrata, ribadisce l’importanza del sistema dei trasporti in una città-sistema come Taranto.
MEMORIA DEL TERRITORIO. La città di Taranto trae visibilità dal suo essere città/infrastruttura; questa accezione deriva dall’aver sempre avuto nel corso della storia una posizione strategica all’interno dei traffici commerciali, fino a trasformarsi in un sistema di infrastrutture, porto e porta del mediterraneo. Lo stretto legame con il sistema dei trasporti, comporta implicazioni economiche ed infrastrutturali: porto, cantieri navali, treni, incroci ferroviari, fino ad arrivare ai distretti militari ed aerospaziali. Considerata tale importanza, il progetto propone insieme a svariate funzioni legate al territorio, (sport, pista ciclabile….) anche spazi di distribuzione di informazioni storiche relative ai trasporti ed alla geografia dei luoghi.
IBRIDO TIPOLOGICO. Lungo il parco lineare, le installazioni di landart, ruote segnaletiche, che informano delle emergenze paesaggistico- architettoniche, il ritmo dei vagoni piegati sulle rotaie, che segnano i luoghi e le pertinenze dei caselli ferroviari conferendone nuove funzioni e l’avvicendarsi del percorso ciclabile e pedonale, definiscono una struttura complessa e parcellizzata quale IBRIDO TIPOLOGICO, in quanto sovrapposizione di parco\percorso\infrastruttura.
Lo stretto corridoio che si inserisce nella sequenza di paesaggi, rurale/semiurbano/urbano, è un attraversamento di territori, soggetto ad intensità e velocità eterogenee, che modificano l’assetto funzionale dell’intervento progettuale. I “vagoni”, si strutturano differentemente per accogliere diverse funzioni tra loro complementari: punto ristoro, area picnic, bookshop, area sport (skateboard, bike rental).
La fonte energetica alternativa del fotovoltaico, funge da supporto all’impianto di illuminazione sulla pista ciclabile e motiva i piegamenti dei “vagoni”, generati per accogliere energia solare.
Lungo l’asse ferroviario, in un territorio trasversale rispetto alle coltivazioni esistenti, sono cresciute autonomamente piante ed arbusti, tipici della macchia mediterranea. Il progetto si fonda su un’attenta lettura di questa tessitura , riproponendone la logica e rafforzandola.
3 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Il progetto prevede il recupero paesaggistico del tracciato della Ex Ferrovia Circum mare piccolo. Una nuova infrastruttura leggera che utilizza elementi già presenti (caselli, terrapieni e viadotti) si propone di offrire nuovi punti di vista sul paesaggio circostante. La riconversione avviene attraverso il ripristino della continuità del tracciato, afferendo al sistema-percorso la funzione di PARCO-MUSEO.Il concept, infatti vede mettere in primaria posizione il luogo attraversato dall’area...

    Project details
    • Year 2008
    • Client Agenzia del Demanio
    • Status Competition works
    • Type Railway Stations
    Archilovers On Instagram
    Lovers 3 users