Centro Multiservizi in Via Scuderie Merano

Merano / Italy / 2008

1
1 Love 1,788 Visits Published
CENTRO MULTISERVIZI A MERANO (BZ)

Il Centro Multiservizi di Merano, è stato pensato come un organismo articolato in grado di rispondere alle richieste dei soggetti interessati alla sua costruzione.
Tali soggetti sono: l’ Azienda Energetica SpA (AE), l’ Azienda per i Servizi Municipalizzati (ASM) del Comune di Merano, ed il Comune di Merano (Cantiere Comunale).

Le diverse attività che i tre soggetti dovranno svolgere nel “Centro” hanno comportato una progettazione volta ad eliminare i conflitti e le sovrapposizioni delle lavorazioni, soprattutto per quanto riguarda le officine ed i magazzini.
Le differenti metodologie di lavorazioni sono state valutate per la migliore funzionalità e distribuzione degli spazi.
In sintesi le attività lavorative che verranno svolte nel “Centro” possono essere raggruppate in tre sottogruppi:

1. Attività di ricevimento ed interfaccia con il pubblico (front-office);
2. Attività di tipo lavorativo a scrivania, con stazioni di lavoro informatizzate;
3. Attività lavorativa di tipo artigianale, con metalli e legno;
4. Attività di carico, scarico e trasporto merci, dal “Centro” verso tutto il territorio comunale.

Ogni gruppo lavorativo necessita di procedure differenti, personale differentemente formato, e diversi tipi di spazi.
Per poter mantenere i requisiti necessari per ogni tipo di attività lavorativa, ogni funzione è stata resa autonoma e indipendente, posizionata in modo che non interferisca con il resto delle attività del “Centro”.
Il “Centro” è composto da un corpo anulare detto “basamento”; da due corpi curvi detti “boomerang” e da un organismo isolato detto “cantiere”, sono inoltre presenti due piani interrati che occupano tutto l’area a disposizione.
Il “basamento” è il “cuore” dell’organismo progettato. Si può identificare come uno scrigno il quale racchiude, quasi nascondendolo, tutto il Know-how e la tecnologia (servizi informatici, amministrativi, ufficio contratti,
relazioni con il pubblico ecc.) di entrambe le aziende che vi risiedono: l’Azienda Energetica e l’Azienda dei Servizi Municipalizzati. La copertura del basamento può essere raffigurata come il diaframma di un obiettivo che lascia filtrare la luce,
in particolare nel front-office della AE e nelle officine e magazzini dell’ AE e ASM.
I due “boomerang”, uno per ogni azienda sono flottanti rispetto al basamento, hanno un aspetto più aperto ricercano i raggi del sole, sono visibili e liberi, rispettano l’allineamento Nord-Sud, e racchiudono gli spazi direzionali,
quelli dedicati alla dirigenza alla sicurezza ed ai controllori.
Il “cantiere” è un corpo a se stante, isolato, si pone come un isola nel lotto. Il suo aspetto di pietra levigata è la metafora dei percorsi quotidiani ed incessanti dei mezzi per l’approvigionamento dei materiali.

Descrizione della tecnica costruttiva

La struttura in esame è costituita da due livelli interrati realizzati interamente in c.a. un livello fuori terra sovrastato da una struttura interamente in acciaio, quest’ultima adibita esclusivamente ad uffici.
Gli orizzontamenti ai piani sono stati eseguiti a mezzo di piastre alleggerite bidirezionali in c.a. ad esclusione di quelli inerenti la parte soprelevata realizzati con lamiera grecata ed arcareci.

Impianti di climatizzazione degli uffici ed altri ambienti

Gli ambienti con destinazione uffici saranno climatizzati con un sistema di umidificazione/deumidificazione dell’aria ambiente e con pannelli radianti a soffitto in grado di riscaldare e di raffrescare a seconda delle esigenze.
La presenza di estese superfici leggermente calde o leggermente fredde a seconda delle stagioni migliorano sensibilmente il livello di benessere ambientale, consentendo di riequilibrare le componenti dello scambio termico tra impianti ed occupanti.
Infatti, la confortevole temperatura superficiale e l'estensione dei pannelli attivano un valido scambio per irraggiamento che si somma, mitigandone gli effetti, con lo scambio per sola convezione dovuto all'aria.
Inoltre, essendo la superficie dei pannelli radianti molto estesa, la temperatura dell’acqua calda e dell’acqua refrigerata richiesta è molto meno esasperata rispetto a quella richiesta da altri sistemi di riscaldamento e di raffrescamento.
Pertanto questa acqua, a parità di energia, viene prodotta con una efficienza molto maggiore, consentendo una conseguente diminuzione dei costi, soprattutto elettrici. Un altro vantaggio dei pannelli radianti deriva dall’essere integrati nei soffitti;
non comportando dei terminali a vista in ambiente, permettono un più agevole utilizzo degli stessi, una manutenzione semplificata e una maggiore pulizia dei locali. La climatizzazione degli ambienti ad ufficio sarà completata attraverso convettori statici perimetrali e con la distribuzione dell’aria.
Le griglie perimetrali che alloggiano i convettori sono conformate in modo da poter ricevere e riscaldare nella stagione invernale l’aria che si raffredda sulle superfici vetrate evitando che si propaghi in ambiente. In questo modo viene reso salubre lo stazionamento delle persone su tutta la superficie dei locali anche in prossimità delle griglie stesse.
L’aria viene immessa direttamente negli ambienti utilizzando come plenum di mandata i pavimenti galleggianti tramite un sistema di griglie perimetrali dove sono alloggiati i filtri terminali. Al fine di evitare condizioni di non comfort l’aria è immessa nei locali a bassa velocità.
L’aria primaria immessa in ambiente nella zona perimetrale dell’edificio “lava” infatti, in controcorrente i locali e i corridoi, fino ai punti di estrazione, consentendo di realizzare in questa zona un microclima con aria di recupero.
L’impiego di sonde di zona della qualità dell’aria, la possibilità di mandare l’aria a portata variabile nel tempo e nello spazio in funzione della maggiore o minore presenza delle persone, con una riduzione dell’entità dei flussi dell’aria in ambiente e un risparmio dei costi energetici e di movimentazione dell’aria.
Per le officine ed i magazzini si prevede un impianto ad unità termoventilanti in grado di beneficiare tramite batteria calda della rete di teleriscaldamento già a servizio del complesso.
I valori di aerazione previsti per legge laddove non rispettati naturalmente saranno integrati attraverso sistemi artificiali di ventilazione meccanica e di estrazione adeguati al tipo di attività e secondo le prescrizioni vigenti.
Raffrescamento per free-cooling
Sovente è necessario raffreddare gli ambienti non solamente in estate, ma anche nella mezza stagione o in inverno, quando la temperatura dell'aria esterna e inferiore a quella mantenuta all'interno dell'edificio. Ad esempio quando l'affollamento delle persone, l'illuminazione e le apparecchiature determinano dei carichi endogeni ben superiori alle dispersioni di calore attraverso le pareti e le superfici vetrate.
Per risparmiare un inutile spreco di energia, si può sfruttare direttamente la bassa temperatura dell'aria esterna, inferiore a quella interna, immettendola direttamente nell'ambiente. Si ottiene cosi un raffreddamento gratuito, free-cooling nella denominazione anglosassone. Le condizioni climatiche della provincia di Bolzano risultano ottimali per lo sfruttamento del free-cooling anche nella stagione estiva.
Unità di trattamento aria a portata variabile e recupero di calore
Un costo energetico molto rilevante per i fabbricati ad uffici è dato dalla movimentazione dell'aria, che deve essere sia immessa che estratta dagli ambienti. Risulta, pertanto, importante movimentare meccanicamente l'aria solo se necessario e dove serve. L'impiego di gruppi trattamento aria e di estrattori a portata variabile risulta ottimale con il sistema proposto.
Infatti, invece di movimentare in modo costante l’aria per tutte le zone, diventa possibile graduare, in funzione di sonde che rilevano la qualità dell’aria, la portata d’aria a seconda della effettiva necessità.
Si pensi, ad esempio, al solo risparmio conseguibile per sale riunioni inattive o con poche persone rispetto alla capienza o, viceversa, alla momentanea maggiore esigenza di aerazione in uffici per la presenza temporanea di più persone.
Il recupero dell’energia presente nell’aria viziata espulsa è un altro intervento energetico di rilievo e contribuirà al raggiungimento della classe energetica A: si prevede l’utilizzo di recuperatori di calore con efficienze di recupero del 60%.
1 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    CENTRO MULTISERVIZI A MERANO (BZ)Il Centro Multiservizi di Merano, è stato pensato come un organismo articolato in grado di rispondere alle richieste dei soggetti interessati alla sua costruzione. Tali soggetti sono: l’ Azienda Energetica SpA (AE), l’ Azienda per i Servizi Municipalizzati (ASM) del Comune di Merano, ed il Comune di Merano (Cantiere Comunale).Le diverse attività che i tre soggetti dovranno svolgere nel “Centro” hanno comportato una progettazione volta ad eliminare i conflitti e...

    Project details
    • Year 2008
    • Client Ae Azienda Energetica
    • Status Competition works
    • Type Office Buildings / Business Centers / Corporate Headquarters / Factories
    Archilovers On Instagram
    Lovers 1 users