Nuova scuola dell'infanzia

San Vito di Cadore / Italy / 2014

7
7 Love 3,052 Visits Published

La costruzione della scuola è l’esito del percorso che la comunità residente nell’alta valle del Boite ha intrapreso cinque anni fa, allorché stabilì come prioritaria la costruzione di un nuovo centro per la prima infanzia.


Gli amministratori di San Vito di Cadore individuarono nel concorso di progettazione lo strumento per selezionare il progetto. Il progetto della scuola corrisponde alle scelte preliminari compiute in fase di concorso: nelle fasi successive sono state precisate le corrispondenze fra lo spazio architettonico e gli obiettivi del progetto psicopedagogico.


La progettazione architettonica è stata sviluppata considerando le relazioni fra la scuola, la comunità e il territorio. Quest’ultimo è apparso da subito come un’istanza fondamentale: infatti l’identità socio-culturale della popolazione residente ha nel rapporto con il territorio montano uno dei suoi tratti distintivi. Lo spazio aperto e la prossimità a vaste aree naturali qui sono una dimensione pervasiva, intimamente connessa alle attività dei residenti.[1]  


Il sito che è stato individuato per la realizzazione della nuova scuola si trova lungo il margine che definisce l’abitato di San Vito verso il Torrente Boite: il terreno sta in riva sinistra del torrente, su un pendio in discesa verso ovest. Il lotto occupa l’estremità di un’area costruita, a partire dagli anni ’70, dal riempimento di un impluvio: qui scorrevano le acque di una sorgente che affluiva nel Boite, deviata in quegli anni dalle opere di urbanizzazione della zona a monte. I lavori di rinterro raccordarono i versanti dell’impluvio lasciando indefinito il fronte rivolto a valle, coincidente con il limite ovest del lotto.


La scuola realizzata è una costruzione su due piani.


Al piano terra corrisponde il volume articolato su due allineamenti ortogonali, lungo le direzioni ovest e sud, così da riparare il parco esterno dai venti del nord ed ottenere la migliore esposizione solare con benefici in ordine all’illuminazione naturale degli spazi interni ed al contenimento dei consumi energetici. I fronti ovest e sud sono rivolti verso l’imponente Monte Pelmo che domina l’orizzonte. Il piano è dedicato alla scuola d’infanzia[2], all’asilo nido[3] e ai locali di servizio. Nel volume architettonico le zone dell’apprendimento del relax e della socializzazione, realizzate e arredate per essere adeguabili e adattabili ai progetti educativi, hanno le stanze con differenti altezze che determinano situazioni volumetriche nelle quali i bambini possono sperimentare inconsuete situazioni spaziali. Gli spazi della scuola dedicati alle attività dei bambini sono in collegamento con il parco, permettendo di stabilire una continua relazione con lo spazio aperto.


Il parco inerbito è realizzato da due piani orizzontali su due livelli, raccordati da una superficie inclinata con andamento curvilineo. Il livello superiore, alla quota del piano terra, è dedicato alle attività motorie e può essere attrezzato con giochi da esterno. Il livello inferiore è stato concepito per mettervi a dimora alcune piante locali e realizzarvi le attività connesse alla coltivazione di un piccolo orto.


Il piano seminterrato è dedicato alla scuola di musica ed è organizzato con sei aule insonorizzate per gli esercizi con gli strumenti, una stanza per i saggi musicali e due locali di servizio.


La fascia coincidente con il seminterrato contiene il terreno modellato a parco e oggi definisce il profilo del rinterro con il quale quarant’anni fa è stato costruito il sito.




[1]  Ci troviamo fra le Dolomiti Patrimonio UNESCO. L’intero territorio è protetto dal Decreto di Vincolo Ambientale fin dal 1958 perché “[…]costituisce un quadro di caratteristico ambiente alpino di eccezionale interesse paesistico e panoramico”
[2] Totale di 3 sezioni per un massimo di 75 bambini
[3] Massimo 25 bambini

7 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    La costruzione della scuola è l’esito del percorso che la comunità residente nell’alta valle del Boite ha intrapreso cinque anni fa, allorché stabilì come prioritaria la costruzione di un nuovo centro per la prima infanzia. Gli amministratori di San Vito di Cadore individuarono nel concorso di progettazione lo strumento per selezionare il progetto. Il progetto della scuola corrisponde alle scelte preliminari compiute in fase di concorso: nelle fasi...

    Project details
    • Year 2014
    • Work started in 2012
    • Work finished in 2014
    • Client Comune di San Vito di Cadore (BL)
    • Contractor Limana Costruzioni Srl (BL)
    • Status Completed works
    • Type Kindergartens
    Archilovers On Instagram
    Lovers 7 users