CONCORSO DI IDEE PER LA RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZA XX SETTEMBRE A MODENA

CLASSIFICATO 20° CON PUNTEGGIO 60/80 - RIQUALIFICAZIONE ARCHITETTONICA E DI ARREDO Modena / Italy / 2008

0
0 Love 913 Visits Published
LA POSIZIONE STRATEGICA
LA PIAZZA IN OGGETTO VA CONSIDERATA COME UN PUNTO FOCALE DELLA ZONA LIMITROFA A PIAZZA GRANDE PERTANTO IL PROGETTO PROPOSTO VUOLE ESALTARNE LE POTENZIALITA’, RENDENDOLA PUNTO DI AGGREGAZIONE SOCIALE, LUOGO DENOTATO “ESTETICAMENTE” E ZONA RICCA DI EVENTI E MANIFESTAZIONI TEMPORANEE.
LA PAVIMETAZIONE E I GIOCHI D’ACQUA
LA PAVIMENTAZIONE PROPOSTA VIENE REALIZZATA CON LA SCANSIONE DI QUADRATI DI 4X4METRI RUOTATI DI CIRCA 45°, RISPETTO ALLA DIREZIONE ORTOGONALE INDIVIDUATA CON GLI EDIFICI, UTILIZZANDO TRE TIPI DIFFERENTI DI COLORAZIONE DELLE MATTONELLE IN GRANITO (NERO, BIANCO E GIALLO). LA SCELTA DI REALIZZARE GRANDI QUADRATI DI 4X4 METRI COME SCANSIONE DELLA PAVIMENTAZIONE E’ NATA DALL’ESIGENZA DI ROMPERE LA LONGITUDINALITA’ TIPICA DELLE “PIAZZE LUNGHE” E GENERARE UNA MOLTEPLICITA’ DI PERCORSI IN GRADO DI COLLEGARE IN MODO FUNZIONALE E VISIVO I DIVERSI ELEMENTI DELLA PIAZZA E LA STESSA PIAZZA CON IL CENTRO STORICO CHE LA CIRCONDA. IN PARTICOLAR MODO NEL PROGETTO SI E’ SCELTO DI PRIVILEGIARE LA DIREZIONE CHE COLLEGA IDEALMENTE PIAZZA GRANDE CON VIA MONDATORA (E QUINDI L’ASSE CHE CONDUCE ALLA VIA CANALCHIARO, CHE RIVESTE UNA PARTICOLARE IMPORTANZA NELL’ASSETTO COMMERCIALE DELLA CITTA’), CREANDO UNA SORTA DI PASSEGGIATA “VISIVA” GRAZIE ALL’UTILIZZO DEL GRANITO BIANCO-NERO IN ALTERNANZA A QUELLO GIALLO.
L’ELIMINAZIONE DEI DISLIVELLI, QUINDI DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE, E LA SCANSIONE DELLA PAVIMENTAZIONE CON QUADRATI RUOTATI CHE SI PERDONO AI LATI DELLA PIAZZA GENERA UNA COMPENETRAZIONE DEL SISTEMA PIAZZA-EDIFICI. NELL’OTTICA DELL’ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE SONO STATI COLLOCATI DEI GIOCHI D’ACQUA A RASO – POSTI NEGLI SPIGOLI DELLA PASSEGGIATA “VISIVA” – CHE CONTIBUISCO AD ARRICCHIRE E DARE MOVIMENTO ALLA PIAZZA
GLI STESSI GIOCHI D’ACQUA SONO GESTITI DA UN SISTEMA TEMPORIZZATO CHE NE CONSENTE IL CONTROLLO E LO SPEGNIMENTO QUANDO NECESSARIO, IN PARTICOLAR MODO IN OCCASIONE DI EVENTI QUALI CONCERTI, FIERE O MERCATI SETTIMANALI, NON SI GENERANO PERTANDO INTERFERENZE O LIMITANDO L’USO DELLA PIAZZA.
IN ACCORDO CON CIO’ SI E’ PENSATO DI SPOSTARE LA FONTANA DEL GRAZIOSI ALL’INGRESSO DEL MERCATO DEGLI ALBINELLI.
GLI ARREDI URBANI
PER QUESTO PROGETTO SONO STATI IDEATI ALCUNI ARREDI DI TIPO SEMIPERMANENTE, QUALI SEDUTE, FIORIERE E PORTABICICLETTE. NELLA PROGETTAZIONE DI TALI ELEMENTI SONO STATI FONDAMENTALI I CONCETTI DI DUTTILITA’, TRASFORMABILITA’ E ADATTABILITA’: CON SOLI TRE PEZZI PRINCIPALI (VEDASI RIF. SCHEDE TECHICHE PAG. 7-8) SI POSSONO COSI’ CREARE, A SECONDA DELLE ESIGENZE, SITUAZIONI MOLTO DIFFERENTI TRA LORO, SENZA LA NECESSITA’ DI LAVORAZIONI LUNGHE E SOPRATTUTTO CHE GENERINO ALTERAZIONI PERMANENTI SULLA PIAZZA STESSA.
NELL’OTTICA DI POTER TRASFORMARE VELOCEMENTE E FACILEMENTE IL DISEGNO DELLA PIAZZA A SECONDA DEGLI EVENTI, SONO STATI PROGETTATI EX-NOVO ELEMENTI TEMPORANEI DA UTILIZZARE PER GLI SPAZI COMMERCIALI, LE FIERE E LE MANIFESTAZIONI CHE SI SVOLGONO NELLA PIAZZA: I DEHORS E LE BANCARELLE.
I DEHOR SONO STATI POSIZIONATI DI FRONTE AL BAR-PIZZERIA ESISTENTE E DAL LATO OPPOSTO DI QUEST’ULTIMO PER L’EVENTUALE APERTURA DI UN NUOVO ESERCIZIO: IN ENTRAMBI I CASI SONO SITUATI NELLA PARTE LONGITUDIANALE E LATERALE, IN MODO DA NON DOVER ESSERE SMONTATI IN OCCASIONE DEL MERCATO SETTIMANALE, DELLA FIERA ANTIQUARIA E DI ALTRI EVENTI PROPOSTI.
PER QUANTO RIGUARDA LE BANCARELLE SONO STATE EFFETTUETE DELLE PROPOSTE MOLTO DIFFERENTI TRA DI LORO, PROPRIO PER DIMOSTRARE COME QUESTA PIAZZA POSSA ACCOGLIERE ED ADATTARSI A DIVERSI EVENTI.
PER ENTRAMBI GLI ALLESTIMENTI E’ STATO PROGETTATO UN SISTEMA POTENZIALMENTE VELOCE DA MONTARE E SMONTARE E AL TEMPO STESSO MOLTO VERSATILE: LA STRUTURA PROPOSTA SI BASA SU ELEMENTI PRINCIPALI QUALI LE BASI, I PILASTRI, LA COPERTURA ED ELEMENTI SECONDARI, QUALI LE ASTE - CHE FUNGONO DA DISTANZIATORE PER IL MONTAGGIO DEI PILASTRI E COME APPENDIMENTO PER I PRODOTTI ESPOSTI – E I BANCONI, PER L’ESPOSIZIONE DELLA MERCE.
L’ILLUMINAZIONE
IL NUOVO DISEGNO DELLA PAVIMENTAZIONE HA DETTATO ANCHE LA COLLOCAZIONE DEGLI APPARECCHI DI ILLUMINAZIONE. NELLA PROPOSTA PROGETTUALE SI ELIMINANO I LAMPIONI ESISTENTI TRA I CHIOSCHI E SI INSERISCONO DEI PALI DI DESIGN MINIMALISTA PER LA LUCE, SEGUENDO LO STUDIO VOLTO AL RINNOVAMENTO DELL’INTERA TENDENZA DELLA PIAZZA CON ELEMENTI DI TAGLIO MODERNO. QUESTI PALI SONO COLLOCATI LUNGO LE DIRETTRICI LONGITUDINALI DELLA PIAZZA IN MODO DA LASCIAR LIBERO LO SPAZIO CENTRALE. IN QUEST’ULTIMO INVECE SONO STATI POSIZIONATI, SEMPRE SEGUENDO L’ASSE DELLA PASSEGGIATA “VISIVA”, APPARECCHI DI ILLUMINAZIONE AD INCASSO, CON IL DUPLICE SCOPO DI ESALTARE QUESTO PERCORSO E CREARE UN PARTICOLARE GIOCO DI LUCI.
L’ILLUMINAZIONE DIVENTA PERTANTO UNA COMPONENTE FONDAMENTALE NEL PROGETTO, UNA PIAZZA BEN ILLUMINATA NON E’ SOLO PIACEVOLE ALLO SGUARDO MA: GENERA ANCHE UN SENSO DI SICUREZZA NEL VISITATORE CHE LA PERCORRE APPARE STUDIATA, CURATA E NON “LASCIATA AL CASO”. IN OCCASIONE DI MANIFESTAZIONI ED EVENTI PARTICOLARI SI PROPONE, DURANTE LE ORE SERALI, UN GIOCO DI PROIEZIONI SULLE FACCIATE DEGLI EDIFICI, OTTENUTO POSIZIONANDO I PROIETTORI SOPRA IL VANO DELLE SCALE-ASCENSORE, PUNTO PRIVILEGIATO DA CUI SI RIESCE AD IRRADIARE LUCE IN OGNI DIREZIONE: LE PROIEZIONI SEMBRANO QUASI “CAMBIARE FACCIA AGLI EDIFICI” FACENDOGLI ASSUMERE NUOVE VALENZE.
I SERVIZI INTERRATI
IL PROGETTO PREVEDE UNA RIQUALIFICAZIONE ARCHITETTONICA E FUNZIONALE CHE SI ESTENDE ANCHE AL PIANO INTERRATO ED IN PARTICOLARE ALLA SISTEMAZIONE DEI BAGNI PUBBLICI. I BAGNI PUBBLICI SONO STATI “RIDISEGNATI” NEL LORO LAYOUT, RENDENDOLI PIU’ ORDINATI E FRUIBILI; E’ STATO SPOSTATO IL SISTEMA SCALE-ASCENSORE PER L’ACCESSO AL PIANO INTERRATO FACENDOLO COINCIDERE CON UNO DEI “QUADRATI DELLA PIAZZA”, SONO STATE REGOLARIZZATE LE PARTIZIONI MURARIE, PUR MANTENENDO QUASI INALTERATO L’INGOMBRO NEL SOTTOSUOLO. NEL PROGETTO SI PREVEDE CHE I BAGNI ESISTENTI VENGANO TENUTI APERTI ANCHE NELLE ORE SERALI, PROLUNGANDONE L’UTILIZZO. IN ALTERNATIVA A QUESTO SI E’ PENSATO AD UN PROGETTO CHIAMATO “BAGNI PULITI”: UN SERVIZIO CHE PERMETTA AL TURISTA DI POTER USUFRUIRE GRATUITAMENTE DI SERVIZI IGIENICI DI ALCUNI PUBBLICI ESERCIZI DISLOCATI NEL CENTRO DI MODENA, SEGNALANDO QUESTI ULTIMI CON UN ADESIVO DA PORRE SULLA PORTA DI INGRESSO DEL LOCALE STESSO E SULLE MAPPE DELLA CITTA’ IN DISTRIBUZIONE GRATUITA PRESSO I PUNTI INFORMATIVI PER IL TURISTA.
NEL PIANO INTERRATO SONO STATI POSIZIONATI DEI VANI TECNICI IN CUI DOVRANNO TROVARE COLLOCAZIONE LA CASSETTA DI PARTENZA PER L’IMPIANTO A BANDA LARGA DEL WIRELESS, L’IMPIANTO POMPE PER I GIOCHI D’ACQUA E IL LOCALE MACCHINE DELL’ASCENSORE. I CASSONETTI DELL’IMMONDIZIA POSTI AL FONDO DELLA PIAZZA SONO STATI SOSTITUITI DA UN’ISOLA ECOLOGICA INTERRATA DAL LATO DI VIA ALBINELLI.
GLI EVENTI E LE MANIFESTAZIONI
NELL’OTTICA DI RIQUALIFICARE E RIVITALIZZARE LA PIAZZA VENGONO PROPOSTI DIVERSE TIPOLOGIE DI EVENTI, ED IL PROGETTO DELLA PAVIMENTZIONE DELLA PIAZZA BEN SI PRESTA ALLA RAPIDA COLLOCAZIONE DI BANCARELLE ESPOSITIVE (IL MODULO DI PAVIMENTAZIONE 4X4 METRI CORRISPONDE ANCHE ALLA DIMENSIONE DI UNA BANCARELLA) CHE VENGONO SEMPRE COLLOCATE IN MODO DA NON GENERARE INTERFERENZE CON I PERCORSI LONGITUDINALI E PERMETTERE LE NORMALI ATTIVITA’ CHE SI SVOLGONO NELLA PIAZZA ANCHE DURANTE LE MANIFESTAZIONI.
IL LAYOUT DELA FIERA SETTIMANALE E’ STATO STUDIATO IN MODO DA SFRUTTARE IL PERCORSO DIAGONALE, INDIVIDUATO CON I QUADRATI IN GRANITO NERO, COME AFFACCIO DI TUTTE LE BANCARELLE MONOFACCIALI, SITUAZIONE CHE CONSENTE UN’OTTIMA VISIBILITA’ DEI PRODOTTI ESPOSTI.
NELLA FIERA ANTIQUARIA LE BANCARELLE DIVENTANO BIFACCIALI E SONO INVECE POSIZIONATE SUL PERCORSO DIAGONALE, IN MODO DA GENERARE DEGLI SPAZI APERTI IN CUI IL VISITAORE E’ LIBERO DI MUOVERSI, E DI ENTRARE NELLE BANCARELLE: QUESTA SCELTA E’ STATA DETTATA DALLA TIPOLOGIA DI OGGETTO ESPOSTO (PRODOTTI DI GRANDI DIMENSIONI E A CUI DI SOLITO SI DEVE “GIRARE ATTORNO”).
LA FIERA ENOGASTRONOMICA E’ INVECE STUDIATA PER CREARE DELLE “ISOLE ENOGASTRONOMICHE” TEMATICHE ATTORNO A CUI CI SI POSSA MUOVERE EFFETTUANDO LA PROPRIA SCELTA CULINARIA.
LA PROGETTAZIONE DELLA PIAZZA E’ TALE PER CUI SI POSSA PREDISPORRE UNA ZONA PER L’INSTALLAZIONE DI UN PALCO PER EVENTI MUSICALI, IL PALCO E’ STATO SISTEMATO LUNGO L’ASSE DI VIA DELLO ZONO, IN UNA ZONA CHE RISULTA ESSERE SUFFICIENTEMENTE AMPIA E CHE LASCI COMUNQUE SPAZIO ALLA PIAZZA E ALLO SVOLGIMENTO DELLE NORMALI ATTIVITA’ ANCHE DURANTE I MESI ESTIVI QUANDO IL PALCO RIMANE MONTATO IN MODO PERMANENTE PER LO SVOLGIMENTO DELLA RASSEGNA DI SPETTACOLI ED EVENTI MUSICALI.
0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    LA POSIZIONE STRATEGICALA PIAZZA IN OGGETTO VA CONSIDERATA COME UN PUNTO FOCALE DELLA ZONA LIMITROFA A PIAZZA GRANDE PERTANTO IL PROGETTO PROPOSTO VUOLE ESALTARNE LE POTENZIALITA’, RENDENDOLA PUNTO DI AGGREGAZIONE SOCIALE, LUOGO DENOTATO “ESTETICAMENTE” E ZONA RICCA DI EVENTI E MANIFESTAZIONI TEMPORANEE.LA PAVIMETAZIONE E I GIOCHI D’ACQUALA PAVIMENTAZIONE PROPOSTA VIENE REALIZZATA CON LA SCANSIONE DI QUADRATI DI 4X4METRI RUOTATI DI CIRCA 45°, RISPETTO ALLA DIREZIONE ORTOGONALE INDIVIDUATA CON...

    Project details
    • Year 2008
    • Client COMUNE DI MODENA
    • Status Competition works
    • Type Public Squares / Urban Furniture / Lighting Design / Exhibitions /Installations
    Archilovers On Instagram