Riqualificazione area urbana Stazione Ferroviaria di Cremona

Cremona / Italy / 2007

0
0 Love 1,304 Visits Published
La fluidità è virtù produttiva per la città che si muove. Dalla metropoli alla
cittadina le abitudini di vita impongono agli abitanti una condizione di moto continuo.
Quanto più è fluido è il moto, tanto più efficace e produttivo risulta il tempo della
giornata. Tanto più i modi del trasporto sono legati, tanto più fluida è la trasmissione
di merci e lo spostamento dei cittadini. La città nella pianura è, in questo senso, ricca
di possibilità.
L'asfalto consente il movimento fluido e non crea vincoli di direzione. La
superficie simbolo della città contemporanea garantisce, a prescindere dalla velocità
di spostamento, sicurezza e igiene. Su di essa le traiettorie sono libere come linee di
navigazione. In cambio del rallentamento si ottengono fluidità e nuovi spazi urbani.
Le micro rotatorie forniscono un punto di riferimento per la svolta e la canalizzazione
senza necessità di arresto e senza frapposizione di barriere fisiche.
Le sedi stradali sono delimitate da paletti che vietano l'uscita deli veicoli nelle
aree di libera percorrenza pedonale e dissuadono coloro che camminano a invadere la
carreggiata – ovvero ad abbandonare una condizione di totale sicurezza e libertà di
movimento – se non negli appositi passaggi situati nei punti di rallentamento. La
flessione delle traiettorie di spostamento libera la strada dalle facciate
dell'architettura della città e viceversa libera la città dalla strada.
Si aprono nuovi spazi con giardini, promenades, divertissements, e pertinenze
per leisure – punti di incontro, bars, ristoranti, spazi per il divertimento – uffici e
servizi. Mixing and Moving the City è il progetto di una nuova attitudine sul moto
della città come proprietà fisica di un sistema naturale. I sistemi si mescolano,
cedono e acquistano energia dal moto e dallo scambio nasce un nuovo equilibrio. Il
mix funzionale garantisce lo scambio perenne e non contempla pause di questo
metabolismo.
Gli elementi d'arredo urbano integrano informazione, illuminazione, raccolta
rifiuti, raccolta di energia solare e termica. Forniscono ombra per gli users e regalano
spazio alla colonizzazione di varietà vegetali infestanti proprie della città
contemporanea e delle sue mutazioni climatiche indotte dalla concentrazione
dell'uomo. I trecento grandi ombrelli sostengono il paesaggio che si muove e piega
sul moto delle persone, aprendo a spazi inaspettati e sorprendenti. L'autostazione e il
grande parcheggio sono un grande giardino aperto dove trovano spazio boutiques,
chioschi, sale lettura per l'attesa, bars, ristoranti.
0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    La fluidità è virtù produttiva per la città che si muove. Dalla metropoli allacittadina le abitudini di vita impongono agli abitanti una condizione di moto continuo.Quanto più è fluido è il moto, tanto più efficace e produttivo risulta il tempo dellagiornata. Tanto più i modi del trasporto sono legati, tanto più fluida è la trasmissionedi merci e lo spostamento dei cittadini. La città nella pianura è, in questo senso, riccadi possibilità.L'asfalto consente il movimento fluido e non crea vincoli...

    Project details
    • Year 2007
    • Status Competition works
    • Type Public Squares / Urban Furniture / Railway Stations
    Archilovers On Instagram