CONCORSO DI IDEE PER AMPLIAMENTO PALAZZO DELLO SPORT PALASOJOURNER DI RIETI

Rieti / Italy / 2007

0
0 Love 2,163 Visits Published
Caratteri Generali
Il progetto si inserisce nel contesto più generale del rinnovamento dell’intero quartiere di Villa Reatina-Campoloniano. E’ situato nella zona sportiva G3 del Piano regolatore Generale di Rieti che ha le seguenti prescrizioni
UF = indice di utilizzo fondiario = 0.30mq/mq
• Parcheggi inerenti la costruzione = 5 mq 100mc
• H = altezza massima = 10 ml
• VL = indice di visuale libera = 0.5
• DC = distanza dal confine = 5 ml
in prossimità della piscina coperta, del bocciodromo, del pattinodromo ,dello stadio comunale ed è contornato da un area a parcheggio a due settori che consente la sosta di circa cento motoveicoli e 360 autoveicoli. Internamente all’area di parcheggio è prevista la circolazione nei due settori e quella generale che permette due punti di entrata e di uscita nelle diverse direzioni. Al limite dell’area, in adiacenza all’arteria di comunicazione cittadina, esiste una banchina per la sosta del servizio pubblico .
L’immagine architettonica globale
Nell’elaborare il presente progetto si è partiti da vari presupposti, dei quali il primo e più importante è risultato la salvaguardia dell’organismo preesistente, progettato dalla O.T.E e dall’Arch. Pierfilippo Cidonio con riferimenti precisi all’architettura di L. Kahn, pur variandone la forma architettonica. Infatti il criterio sopra espresso è chiaramente affermato nelle richieste del bando, tanto da entrare nei parametri di valutazione delle proposte progettuali per un quarto dei punteggi da assegnare; questo, lungi dal favorire un intervento minimale, ha contribuito a re-interpretare l’intero organismo dal punto di vista formale, inserendo sulla base della preesistenza una copertura strallata che trasforma l’organismo dal punto di vista percettivo in quanto coniuga l’aspetto di imponente struttura scenica moderna e tecnologica con un ridotto impatto di scala con le strutture limitrofe, rispondendo in tal modo all’esigenza di non superare le volumetrie attuali. Questo vincolo si è rivelato uno stimolo per la realizzazione di una copertura sferico-geodetica innovativa nel confronto con gli edifici della stessa tipologia formale. La qualità percettiva dello spazio interno si è ottenuta razionalizzando le gradinate esistenti ma rimodellandole, dopo l’eliminazione del passaggio orizzontale intermedio; conservando il loro posizionamento ed aspetto attuale e facendo in modo che l’intervallo a piramide tronca inversa dello spazio inferiore si integrasse con quello superiore del semi-ellissoide di copertura. La fusione tra i due spazi è intervallata dalla cesura luminosa delle vetrate verticali che delimitano il ballatoio orizzontale sommitale. Il colore dei nuovi materiali impiegati, la trama del sistema strutturale dell’intradosso della copertura, i condotti a vista della rete termo-ventilante e di condizionamento, il trapezio di quello d’ illuminazione , le attrezzature, il campo di gioco con i diversi colori delle sue parti formano la cornice ornamentale e decorativa che complementa ed arricchisce le caratteristiche dell’immagine globale.

La descrizione dell’impianto e la distribuzione degli spazi di gioco e dei servizi
Le disposizione e gli intervalli delle gradinate attuali risultano carenti per l’esistenza di stazioni d’ombra visuale, dovute al poco rispetto della curva di visibilità e per le esigenze relative di sicurezza. Lo schema di distribuzione degli spettatori ed il numero delle gradinate è variato senza la demolizione delle stesse ma traslando l’aggetto del 5° livello di esse e di quelli superiori per recuperare lo spazio del percorso orizzontale attuale e riproporlo solo in sommità della cavea. Posto che il livello del campo di gioco è +0,15, lo stesso dei servizi Esse si sviluppano tra le quote +1,15 e + 8,65 con 15 gradoni nelle tribune Nord, Est,Ovest e 17 in quella principale e d 8 +3 disposte in corrispondenza degli angoli. La capienza della zona spettatori è pari a 4.142 posti a sedere. Al livello 2,55 sono poste, ad ogni vertice del rettangolo matrice formale dell’impianto, 4 tribune perun totale di 16 spettatori in situazione di Handicap , che hanno accesso e via di fuga diretti con l’esterno mediante una passerella di pendenza adeguata. Negli stessi spazi sono contenuti i servizi specifici, mentre quelli di supporto alla zona spettatori sono situati sempre agli angoli ma alla quota del percorso sommatale, con ulteriore accessibilità garantita anche al disabile.
Al livello +0,15 sono situati gli spogliatoi per gli atleti, per gli arbitri, per i giudici di gara, e per il personale,il posto di primo soccorso e l’atrio per tutti gli accreditati. Gli spogliatoi degli atleti, ed il posto di primo soccorso sono ricavati da quelli attuali situati sul lato lungo del rettangolo, e sono messi a norma con minimi interventi di ristrutturazione. Gli spogliatoi per gli arbitri sono posti sul lato corto ad Est e vanno edificati di nuovo anche se con le stesse caratteristiche. E’ prevista anche la realizzazione degli spogliatoi per personale sul lato opposto ed in modo simmetrico rispetto ai precedenti.Tutti sono a norma e dotati completamente degli impianti necessari.. L’atrio viene realizzato sul lato Sud al posto della demolizione degli spogliatoi esistenti. Da esso si perviene ad un ambiente superiore che comprende l’ufficio della presidenza, il bar, la sala stampa e quella di riunione dalle quali ,salendo di un ulteriore rampa delle scale, si giunge nella cabina di trasmissione e di regia radio-televisivi.
Ambienti dello stesso tipo di quello appena descritto, sono previsti al di sopra degli spogliatoi in tutti gli altri lati, con destinazioni di palestre, sale di meeting e seminari ed altre attinenti alla pratica dello Sport, ma anche di carattere sociale e direzionale.
Le modalità ed i sistemi di accesso e la sicurezza
Si accede all’area dalla parte della recinzione sul lato Sud dove sono posizionate le biglietterie e superatele ci si distribuisce sui quattro accessi angolari, uno dei quali è riservato agli spettatori tifosi della squadra ospite. Il sistema di doppia scala e passerella ( per gli handicappati motori) eleva sino ai percorsi esterni sommitali di ogni lato dai quali si accede all’interno del palazzetto attraverso più ingressi .e percorrendo i corselli,(n.2 da ml. 1,20 per le tribune Nord e Sud en. 2 da ml. 1,80 nelle tribune Est ed Ovest) ,ci si distribuisce lungo le gradinate sino al posto assegnato nel rispetto del D.M !8.03.1996 e successivi aggiornamenti. In caso di emergenza si ripercorrono i corselli dal basso verso l’alto ed attraverso le aperture di sicurezza si accede alle vie di fuga sommitali esterne ed agli spazi di calma dai quali si percorrono le rampe di scale che riportano alla quota del terreno nell’area di servizio opportunamente dimensionata. I mezzi di soccorso accedono all’area interna per mezzo di accessi riservati ed automaticamente aperti dalla sala di controllo. Gli atleti e tutti gli altri accreditati transitati attraverso le uscite di sicurezza poste ai quattro vertici del campo di gioco si aggiungono agli spettatori ed insieme defluiscono nell’area di servizio e di qui, se così stabilito, si allontanano attraverso i cancelli esterni aperti automaticamente.. Le stesse modalità di evacuazione si seguono nel caso di manifestazioni non sportive in cui gli spettatori occupano oltre le gradinate anche il parterre. All’interno dell’area recintata sono previsti i parcheggi protetti degli arbitri e dei giudici e commissari di campo, nonché per le auto private dei giocatori della squadra ospite e così come dei bus societari o di quelli che trasportano i suoi tifosi. Simmetricamente ad essi, ma posti sull’altro lato sono previsti i parcheggi dei giornalisti accreditati così come lo spazio dei mezzi di trasmissione delle TV locali e nazionali. I Parcheggi esterni sono pavimentati con materiali che riducono lo smog.
I materiali, le tecniche e le tecnologie utilizzate
Si impone il mantenimento ed il ripristino dei materiali usati all’esterno e cioè il cemento armato a vista dei setti del livello terreno e dell’estradosso delle gradinate prefabbricate in c.a. con la stilatura e la sigillatura delle pareti in blocchetti prefabbricati dei volumi che contengono gli spogliatoi. Quelli di nuova costruzione prevedono l’uso degli stessi materiali, mentre l’atrio e l’ambiente ad esso sovrapposto sarà realizzato in metallo e vetro. Il campo di gioco mantiene gli stessi materiali e non è interessato da nessun intervento di rifacimento dei materiali che lo costituiscono ma solo da un nuovo tracciamento La copertura della volta è realizzata in elementi di alluminio coibentati e con l’intradosso in materiale fonoassorbente. Le strutture portanti interne sono previste in travi di legno lamellare orientate in prima orditura da un sistema policentrico posizionato su triangoli simmetrici rispetto agli assi del rettangolo di base, ed in seconda orditura seguendo isoipse ovali concentriche ed a diversa quota. Le antenne ed i puntoni che controspintano gli stralli sono in acciaio. Il sistema di accesso ed i percorsi esterni di sicurezza nonchè le scale che ad essi pervengono è strutturato in pilastri d’acciaio e solette in c.a pavimentate con gettate di cemento giuntate in catrame e sabbia. I Pavimenti ed i rivestimenti degli spogliatoi e di tutti i locali ed i servizi igienici sono in mono-cottura di ceramica. Le parti intonacate sono dipinte in pittura lavabile, Tutti gli infissi esterni ed i sistemi di oscuramento e di schermatura della luce solare saranno in alluminio mentre gli infissi interni si prevedono in legno rivestito con materiali epossidici. Tutte le schemature impiantistiche dei servizi igienici conservati saranno riviste ed i sanitari e le rubinetterie verranno sostituite del tutto.
Il sistema di adduzione dell’acqua per lo scarico dei water attingerà dal deposito di quella meteorica utilizzata anche per l’impianto antincendio e per tutti gli altri usi che non esigano la potabilità.
L’allontanamento delle acque meteoriche dei piazzali asfaltati sarà realizzato con sistema fognario da allacciare alla fognatura comunale di quartiere. Nel settore Sud del parcheggio sono previste delle pensiline che supportano i pannelli foto-voltaici per la produzione dell’energia elettrica che verrà reimmessa in rete per la parte eccedente quella necessaria e durante i periodi di non funzionamento.
Rispetto delle prescrizioni contenute nel Regolamento Federale
L’intervento ,così come è progettato, risponde ,per quanto riguarda gli impianti, le relative attrezzature e dotazioni , alle prescrizioni stabilite dalla Lega e quindi risulta perfettamente omologabile ma inoltre rispetta le normative in materia di sicurezza per i locali di pubblico spettacolo ed alla accessibilità e praticabilità dell’attività sportiva di atleti diversamente abili.
Il sistema statico
La struttura sicuramente piu’ importante riguarda la sostituzione della copertura attuale con una di nuova concezione realizzata a cupola sorretta su 4+4 appoggi e tirantata con stralli passivi .
La struttura portante della cupola e’ realizzata in legno lamellare con travi di dimensioni 24*180 cm , completata da una struttura di chiusura con doppia lamiera coibentata e da tiranti inferirori in tondo d’acciaio.Lungo le diagonali della cupola si dispongono a sostegno della stessa n. 12 tiranti passivi per angolo realizzati con tondo in acciaio da 60 mm di diametro che risultano vincolati sul lato opposto a 2+2 antenne metalliche in tubolare di acciaio di diametro 710 mm spessore 50mm.
Le antenne fungono anche da sostegno alla cupola in lamellare .
Un sistema di contrappeso alle antenne sempre realizzato con tubolare e tondo in acciaio consente di contrastare l’effetto ribaltante prodotto da carichi.Di seguito si riporta il modello di calcolo della struttura di copertura , analizzato agli elementi finiti in campo non lineare.
Di seguito si riporta lo stato tensionale nella struttura in legno lamellare portante nella condizione di carico piu’ gravosa.( max= 98 kg/cm^2)



A completamento della struttura , a livello di fondazione ,si realizzeranno dei pali in grado di sostenere il carico trasmesso dall’elevazione pari a circa 400 tonnellate per sostegno e la trazione trasmessa dagli stralli pari circa 120 tonnellate per sostegno .
La restante struttura esterna al complesso originario sara’ realizzata in struttura mista acciaio calcestruzzo per i camminamenti e le scalinate di accesso a questi , con telai portanti in acciaio , lamiere grecate disposte al di sopra delle travi in acciaio e solette in c.a. .
Le fondazioni delle strutture dei camminamenti saranno realizzate superficiali a trave rovescia.
Gli impianti idrico-elettrico-termico e di condizionamento–antincendio
Sulla copertura del complesso sportivo sarà è realizzata una rete di drenaggio in grado di permettere il recupero e l'utilizzo dell'acqua piovana che può essere impiegata per l'irrigazione dei giardini, per lo scarico d'acqua dei W.C e l’ alimentazione degli idranti. Il sistema è costituito da un serbatoio da interrare in materiale plastico dotato di pozzetto di ispezione e di presa d'acqua con galleggiante per prelevare l'acqua in superficie. Il serbatoio riceverà l'acqua dal pluviale tramite opportuni filtri. Il sistema sarà collegato in parallelo all'impianto idraulico del complesso, tramite un gruppo di regolazione e pompaggio. Il serbatoio è dotato di "troppo pieno" per il deflusso dell'acqua eccedente la capacità del serbatoio stesso.Gli idranti saranno collegati da una rete ad anello alimentata al serbatoio d’ accumulo all’acquedotto ed interfacciata all’ acquedotto Comunale garantendo la continuità di portata in caso di esaurimento della riserva idrica stoccata.
Impianto elettrico
Alimentazione elettrica da cabina di consegna dedicata 20 kW; potenza disponibile 500 KVA + 500 kVA riserva. Gli impianti possono essere cosi descritti:
-Impianto audio generale per diffondere musica e messaggistica di servizio da operatore tramite microfono, oppure messaggistica automatica di evacuazione in caso di allarme.
-Impianto audio (con potenza di 7200 W) per la sonorizzazione e lo “spicheraggio” degli spalti.
-Impianto fotovoltaico da 180 Kwp
I criteri e le modalità per la produzione di energia elettrica mediante conversione fotovoltaica della fonte solare sanno conformi al D.M. 19.02.2007 e art. 7 del D.M. 29.12.2003.
I moduli fotovoltaici saranno posizionati sulle pensiline del parcheggio, orientati a SUD, con angolo d’ inclinazione pari a 23 gradi sull’ orizzontale.
Descrizione impianto
• N° 1026 moduli da 175 Watt aventi una potenza complessiva di circa 180 Wp. Tali moduli saranno collegati in modo da formare 54 stringhe di 19 moduli (una stringa di moduli è costituita da moduli collegati in serie tra di loro, ciascuna stringa sarà poi collegata in ingresso all’inverter).
Spazio occupato dai moduli: 1300 mq.
• N° 54 inverter completo dei necessari dispositivi di interfaccia,, che garantiscono la sicurezza dell’impianto e il rispetto delle caratteristiche richieste dalle società elettriche in quanto a qualità di energia;
• N° 54 quadri di campo: Quadro elettrico di collegamento stringhe per la protezione e il sezionamento del generatore fotovoltaico, completo di diodi di blocco, sezionatore generale e scaricatore di sovratensione.
I documenti normativi ai quali l’ impianti e i siìuoi componenti devono essere conformi sono:
Legge 1/3/1968. n. 186; Legge 5/3/1990 n. 46; Norme CEI 64 – 8; Norme UNI 10380; Norme CEI 11-1; 11-8, 11-11 e 11-18; Norme CEI 17-13, 23-51; Norme CEI 81-1
Impianto solare termico
La produzione di acqua calda sanitaria avverrà a mezzo di impianti solare termico.
I collettori captanti la radiazione solare in numero di 12 unità saranno posizionati sulla copertura dell’ edificio adibito a biglietteria e orientati in direzione Sud.L’ impianto concepito offre una produzione media giornaliera di 1500 litri di acqua calda santitaria (a.c.s.) ad una temperatura di 40 ˚C, evitando la produzione di circa 5640 kg di anidride carbonica, ed un risparmio di 2488 mc di metano.
Specifiche tecniche:
• Consumo giornaliero 1500 litri
• Temperatura teorica 40 ˚C
• Superfici totale lorda dei collettori 32,88 mq
• Angolo di inclinazione 45˚
• Serbatoio di accumulo 1000 litri
• Serbatoio tampone 2000 litri Fig.1: Andamento della copertura annua a.c.s.
L’ impianto di cui sopra garantisce una copertura del 85% del fabbisogno di acqua calda sanitaria pertanto risulta indispensabile l’ ausilio della centrale termica. La fig. 1 mostra l’andamento dell’ a.c.s. prodotta (in giallo) e di quella richiesta (in arancio).
I sistemi di illuminazione sia naturale che artificiale
L’ impianto d’ illuminazione area di gioco sarà realizzato con n. 80 proiettori a ioduri metallici da 400 W, integrato con n. 44 apparecchi di illuminazione 4x55 W. Nella zona pubblico n. 18 apparecchi di illuminazione da 150 W sospesi a siffitto e n. 26 apparecchi a parete 1x70 W. Il livello di illuminazione dell’ area di gioco sarà da 0 a 1400 lux. Illuminazione di sicurezza con faretti alogeni da 100 W alimentati da gruppo di continuità: livello di illuminazione di sicurezza pubblico superiore a 50 lux. L’ illuminazione naturale sarà garantita dalle ampie superfici finestrate distribuite su tutto il perimetro dell’ edificio.
Impianto di illuminazione pubblica
L’impianto di illuminazione pubblica prevede il posizionamento di 38 pali in acciaio di altezza pari a m 6,00 e armature equipaggiate con lampade al sodio da 70W.
Le linee di alimentazione saranno collegate e comandate da un CEP (Controllore Elettronico di Potenza), in grado di ridurre il flusso luminoso nelle ore notturne con conseguente durata di vita delle lampade e riduzione dei consumi.

I tempi e le modalità di realizzazione, crono-programma dei lavori
Il tempo stabilito per il completamento dei lavori è stabilito in 26 mesi consecutivi, è così dettagliato:
Inizio dei lavori :
1 -Settembre 2007 - Impianto del cantiere 2-Ottobre 2007 - Fognat. Parch-
3 -Novembre 2007 - Asfaltatura parcheggi 4-Dicembre 2007 - Scavi esterni
5 -Gennaio 2008 - Fondazioni 6-Febbraio 2008 - Costruzione spogl.
7 -Marzo 2008 - costruzione spogl. 8-Aprile 2008 - Costruzione spogl.
9 -Maggio 2008 - Elevazione strutt. Este. 10-Giugno 2008 - Elevazione strutt. Este
11-Luglio 2008 - Demolizione spogl lato Sud 12-Agosto 2008 - Costruz. atrio
13-Settembre 2008 – Costruz.. atrio 14- Ottobre 2008 - Costruz. Sal. Sup.
15-Novembre 2008 – Edificaz. centrali 16-Dicembre 2008 – Edific. centrali
17-Gennaio 2009 - Canalizzazioni 18-Febbraio 2009 - Canalizzazioni
19-Marzo 2009 – Antenne 20-Aprile 2009 - Antenne
21-Maggio 2009- Finiture esterne 22-Giugno 2009 – Demolizione copert
23-Luglio 2009- Costruz copert. 24-Agosto 2009 – Costruì. copertura
25 Settembre 2009 – Fine copertura e gradinate 26-Ottobre 2009- Bagni e fine impianti
I costi di mantenimento i benefici e le modalità di manutenzione:
I costi di mantenimento sono pari quelli attuali, le spese diminuiranno notevolmente dato l’uso dell’energia elettrica invece dei combustibili solidi che causano residui inquinanti, a partire dal nono anno inizierà il saldo attivo che consentirà, anno dopo anno, di assorbire le spese di gestione, sino a giungere a ricavi nel periodo dei quindici anni. Inoltre le strutture che sarà possibile aggiungere al Palazzetto assicureranno anch’esse un reddito.



Il costo di costruzione dell’intervento
Impianto solare termico: ……………………………………………………………….35.000 euro
(il tempo di ritorno per questa tipologia d’ impianto 4-5 anni.)
Impianto idrico:…………………………………………………………………………30.000 euro
Impianto illuminazione parcheggio:………………………………………………… 100.000 euro
Impianto illuminazione palasport: …………………………………………………...150.000 euro
Impianto antincendio:………………………………………………………………….. 20.000 euro
Impianto fotovoltaico:………………………………………………………………..1.260.000 euro
(il tempo di ricavo per la tipologia d’impianto usata nel progetto è di 9 anni)
Demolizioni scavi, reinterri…………………………………………………………......30.000 euro
Demolizione della copertura attuale, movimentazione e trasporti a discarica:…...100.000 euro
Costo complessivo per le parti strutturali in fondazione:…………………………. 481.398,82 euro
Costo complessivo per le parti strutturali in elevazione:…….……………………. 96.753,60 euro
Costo complessivo per antenne e stralli:……………………………………………2.988.000 euro
Costo complessivo per la copertura in lamellare e pannelli di metallo coib:…….1.242.000 euro
Strutture in alluminio comprese di porte antipanico compresi i vetri:…………….500.000 euro
Ferro per ringhiere, cancelli, corrimano, tornelli ecc:………………………………...45.000 euro
Pavimentazioni esterne dei ballatoi, delle rampe e delle scale:……………………….75.000 euro
Costruzione e rivestimenti dei servizi per il pubblico e per i portatori di H:………..25.000 euro
Ricostruzione degli spogliatoi a corpo:………………………………………………..150.000 euro
Rivestimento delle gradinate in legno lamellare, compresi i sostegni:………………400.000 euro
Costruzione e rifinitura del solo corpo fronteggiante sul lato Sud:............................750.000 euro
Costruzione della cisterna interrata:……………………………………………………8.000 euro
Impianto di smaltimento delle acque luride:………………………………………….20.000 euro
Impianto di smaltimento delle acque dei piazzali del parcheggio con decant.:……..50.000 euro
Caricamento, livellatura e posa del manto in asfalto ecologico del parcheggio E:….30.000 euro
Nolo di gru a grande braccio, su rotaie:.........................................................................75.000 euro
Ponteggi ed opere provvisionali:……………………………………………………….56.000 euro
Impianto e chiusura del cantiere, oneri per allacci , oneri per la sicurezza:………135.000 euro
_______________________
TOTALE DEI COSTI AL NETTO DI I.V.A 8.822.152,00 euro
(diconsiottomilioniottocentoventiduemilacentocinquantadueeuro)

0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Caratteri Generali Il progetto si inserisce nel contesto più generale del rinnovamento dell’intero quartiere di Villa Reatina-Campoloniano. E’ situato nella zona sportiva G3 del Piano regolatore Generale di Rieti che ha le seguenti prescrizioni UF = indice di utilizzo fondiario = 0.30mq/mq• Parcheggi inerenti la costruzione = 5 mq 100mc• H = altezza massima = 10 ml• VL = indice di visuale libera = 0.5• DC = distanza dal confine = 5 mlin prossimità della piscina coperta, del bocciodromo, del...

    Project details
    • Year 2007
    • Client AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI RIETI
    • Status Competition works
    • Type Sports Centres / Sport halls / Sports Facilities / Leisure Centres
    Archilovers On Instagram