Ridisegno degli accessi al centro storico

Camogli / Italy / 2008

1
1 Love 1,229 Visits Published
Camogli, per la sua peculiare posizione topografica, è costruito per elementi differenti ed opposti, è per così dire un luogo con caratteristiche particolarità molto forti e decise:
Il Basso e l'Alto,
Luci e Ombre,
il Mare e la Montagna,
il Verde e la Pietra,
l'Acqua (dolce e salata),
il varco o il tunnel e l'infinita profondità dell'orizzonte e del cielo,
i quali determinano un luogo unico, anche all'interno del pur ricco e vario panorama ligure.
Il progetto propone di svelare idealmente tutto ciò; l'elemento ligneo aggiunto non è solo costruzione diaframmatica, ma in sincronia con il muro, inventa una relazione esplicativa dei significati sopra esposti.



STATO DI FATTO

Lo spazio ricavato dall'allargamento di via Garibaldi, con gli accessi gradonati derivanti da via XX Settembre e dal mare e gli edifici di perimetro con il muro antico, determina per dimensioni una “piazzetta all'italiana”. La particolare posizione planimetrica consente di divenire l'accesso privilegiato e luogo deputato per l'ingresso alla città. All'arrivo nella piazzetta, e nei suoi immediati dintorni, in un breve lasso di tempo, si percepiscono tutte le componenti essenziali di Camogli: il torrente, il mare, le risalite di quota, gli alti volumi degli edifici (quasi fuori scala) il verde sopra i terrazzi, le decorazioni ed i colori. La sfida progettuale sta proprio nel condensare in pochi elementi tutto il patos che l'ambiente circostante trasmette.
I materiali presenti sul piano orizzontale sono eseguiti in lastre di pietra differenziate per dimensione e finitura da un intervento recente. Il muro di contenimento presenta notevoli lacune e numerosi sono i lacerti di intonaco in distacco. A ridosso del muro sono sistemate le padelle (col manico) delle prime feste del pesce. A nostro avviso questi elementi sono da recuperare, non tanto come valeza formale, ma come valore riflesso. Una sorta di valore storico ed etnico-antropologico, è stato acquisito dalla “festa del pesce” e la memoria di questa ricorrenza deve essere ben presente ed esposta.



PROPOSTA PROGETTUALE

L'elemento diaframmatico di progetto recupera la percezione cromatica del lungo mare. E' costituito da montanti lignei irrigiditi da elementi metallici.
L' andamento verticale dei montanti riduce l'effetto di chiusura verso la murazione esistente ed aumenta la percezione delle padelle della festa del pesce.

Di giorno viene percepita la parte progettuale come riproposizione del fronte mare e di sera, con il sistema illuminante a raso e interno al tunnel, viene riproposto il muro recuperato.
La curiosità e l'interesse che le padelle e il loro manico stimolano nei turisti ci ha fatto propendere per il loro recupero. Anche se non sono propriamente effetti poetici e romantici hanno comunque una loro valenza non solo turistica o vernacolare, ma sono ormai inseriti nella storia recente della città di Camogli.
L'idea è quella di svelare aspetti significativi e romantici e raccontare un poco la città. I materiali usati sono tradizionali: il legno, la pietra, a cui va aggiunta l'acqua e il contestuale recupero della murazione.
La padella ed il manico appesi diventano icone ornamentali e non più semplici ricordi delle prime feste del pesce.
I colori dei montanti lignei non sono solo la memoria e la relazione con l'edificato del lungomare, ma si trasformano in segni mutanti rispetto al cambio del punto di vista. La piccola misura che intercorre tra gli elementi singoli ed il muro suggerisce l'affaccio e provoca il confronto tra l'acqua e gli scorci di cielo con riverbero di luci e ombre. Le sensazioni provocate potrebbero così essere quelle della premessa.
La relazione e se si vuole il valore aggiunto del “muro ed il suo doppio” sta proprio nel sistema “tunnel-varco”.
Per identificare un luogo di breve stasi e contemplazione si è definito uno spazio che ridiventa una piccola piazza senza creare cesura o limite troppo evidente con il contesto.
L'elemento ligneo che comprende le sedute sembra astrarsi dalla pavimentazione in pietra di recupero, ma la sua dimensione longitudinale correla con il muro di progetto.
Le sedute sono pensate in teak e comprendono il sistema illuminante della piazza , con luce diffusa sulla piazza rivolta al muro di progetto. Vengono inseriti corpi illuminanti ipogei in corrispondenza della scala per segnalare il percorso verso via XX Settembre. Il sistema illuminante della murazione è inserito all'interno del “tunnel”; alcuni spot danno luce al muro e l'effetto “doppio” di progetto viene realizzato così di sera, quando appare il vecchio muro e scompare la griglia progettuale.




1 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Camogli, per la sua peculiare posizione topografica, è costruito per elementi differenti ed opposti, è per così dire un luogo con caratteristiche particolarità molto forti e decise:Il Basso e l'Alto,Luci e Ombre, il Mare e la Montagna, il Verde e la Pietra,l'Acqua (dolce e salata),il varco o il tunnel e l'infinita profondità dell'orizzonte e del cielo,i quali determinano un luogo unico, anche all'interno del pur ricco e vario panorama ligure.Il progetto propone di svelare idealmente tutto ciò;...

    Project details
    • Year 2008
    • Status Competition works
    • Type Public Squares / Urban Furniture / Restoration of old town centres
    Archilovers On Instagram
    Lovers 1 users