Chapel of St Albert the Great

Edinburgh / United Kingdom / 2012

38
38 Love 4,880 Visits Published
The new chapel is a peaceful and warm structure that brings students, staff and local residents together. The Chapel of Saint Albert the Great, which has been serving students and staff, and the wider community since 1931, is situated on George Square at the University of Edinburgh. The chapel, designed by Simpson & Brown Architects was completed in late 2012 and aims to provide a modern space for worship but also to increase capacity and improve accessibility. A new access was created from Middle Meadow Walk so the chapel is now a feature for the many people that walk along this popular route. The choice of materials was an important factor in the design of the building. Joinery manufacturer Sandy Bruce from SK Bruce Joinery helped source ‘a beautiful looking timber that is stable and has an excellent colour and grain,’ says Stuart Allan from Simpson & Brown Architects. American white oak was chosen for the ceiling cladding over the altar and sanctuary spaces. The ceiling is support by four tree-like Corten Steel columns. The timber has a natural fire resistance which was significantly important as the whole interior of the church is white oak. It also meets acoustics requirements as the oak linings prevents any issues with reverberation. The timber not only meets all the aesthetic and technical requirements but it has also created a distinct atmosphere. ‘The smell of oak as you enter the chapel was not something envisaged during design stages but is actually now considered very important to the experience,’ says Stuart Allan. Deep, angled window reveals allow natural light to gently enter the space, which is characterised by the warmth of the timber pews and the beautifully crafted timber ceiling, which extends outdoors, beyond the west window. A sedum roof further melds the building to the garden. A thick masonry wall, constructed out of large clay blocks clad with sandstone, interprets the historic boundary between the townhouses and provides a solid mass and weight to the building form. Angled windows are formed within this wall to allow light in and also to maintain the focus towards the sanctuary, providing oblique views of the garden. A combination of clerestory glazing, ventilator windows and a light well with opening roof lights provide both natural light and ventilation. Daylight is accentuated by mirrors and filtered through continuous oak slats along the length of the chapel. The west wall behind the sanctuary is glazed and connects the chapel with the garden and its changing seasons, playing an important part in the worship calendar. The external finish on the roof is sedum, again connecting the building to its garden setting, and minimising its visual impact from above. The new chapel provides a unique and beautifully designed space for peace, reflection and worship. The project won a RIAS Award for Best Gathering Place 2013, a RIBA Award and was shortlisted for the 2013 RIAS Andrew Doolan Awards. The chapel is open all day and can be accessed from George Square Lane which runs parallel to Middle Meadow Walk. American white oak (Quercus spp.) American white oak has a creamy coloured sapwood and a light to dark brown heartwood. White oak is mostly straight grained with a medium to coarse texture, with longer rays than red oak, producing a distinctive and attractive grain pattern. American white oak is widely available and is a popular choice in export markets around the world for many furniture, flooring and joinery manufacturers due to its colour consistency and the high volume of square edged lumber production, and veneer availability. The wood is hard and heavy, with medium bending and crushing strength. It is low in stiffness, but very good in steam bending. To be used externally without preservation a timber has to have a minimum durability rating of Class 3, moderately durable. American white oak meets these requirements. As with all timber, if sapwood is present then preservative treatment will be required. [IT] La Cappella di Sant’Alberto Magno, al servizio di studenti, personale e comunità locale dal 1931, è situata in George Square presso l’Università di Edimburgo. Ristrutturata su progetto dello studio di architettura Simpson & Brown Architects e completata alla fine del 2012, la Cappella è diventata un moderno spazio di culto, caratterizzato da una maggiore capacità e una migliore accessibilità, in particolare a seguito della realizzazione di una nuova apertura sulla Middle Meadow Walk, che ha trasformato la cappella in un punto di riferimento per le molte persone che percorrono questa popolare via. La scelta dei materiali ha rappresentato un fattore nodale nella progettazione dell’edificio. Sandy Bruce, artigiano e titolare della SK Bruce Joinery, la ditta incaricata dei lavori di falegnameria, ha contribuito alla ricerca di “un legname dall’aspetto piacevole, che fosse stabile e dotato di eccellente coloritura e grana,” afferma Stuart Allan di Simpson & Brown Architects. La scelta è caduta sulla quercia bianca americana (American white oak) per il rivestimento del soffitto sopra l’altare e gli spazi di culto, mentre il soffitto è sostenuto da quattro colonne in acciaio COR-TEN a forma di albero. Il legname è naturalmente ignifugo – una caratteristica molto importante in quanto tutti gli interni della chiesa sono in quercia bianca – e soddisfa altresì i requisiti acustici dal momento che il rivestimento previene qualunque problema di eco. Il legname non solo soddisfa tutti i requisiti estetici e tecnici, ma crea anche un’atmosfera particolare. “Il profumo della quercia nell’aria già dall’ingresso in cappella non era stato previsto in fase di progettazione, tuttavia ora lo consideriamo un importante contributo all’esperienza generale del luogo,” afferma Stuart Allan. La profonda finestra angolata permette la penetrazione della luce naturale all’interno dello spazio, che è caratterizzato dal calore delle panche e del soffitto, tutti in legno splendidamente lavorato, e che si estende all’esterno, oltre la finestra occidentale. Inoltre, il soffitto in sedum provvede a creare un naturale continuum tra l’edificio e il giardino circostante. Uno spesso muro in mattoni, realizzato con grossi blocchi in argilla rivestiti di arenaria, traduce la storica separazione tra le case di città, fornendo al contempo massa e solidità alla forma dell’edificio. Le finestre angolate sono ritagliate all’interno di questa parete per permettere alla luce di entrare e di mantenere anche il focus sul santuario, con una meravigliosa vista obliqua sul giardino. Le invetriature a lanterna, insieme alle finestre di ventilazione e a un pozzo di illuminazione con aperture a tetto, forniscono aria e luce naturale, che è accentuata dalla presenza di specchi e filtrata attraverso pannelli contigui in quercia lungo tutta la parete della cappella. La parete occidentale dietro al santuario è invetriata e collega la cappella al giardino e all’alternarsi delle stagioni, che giocano un ruolo importante nel calendario di culto. La finitura esterna sul tetto è in sedum, e anch’essa permette il continuum tra l’edificio e il giardino, riducendo al minimo l’impatto visivo dall’alto. La nuova cappella costituisce uno spazio unico e splendidamente progettato dedicato alla pace, alla riflessione e all’adorazione. Il progetto si è aggiudicato il RIAS Award for Best Gathering Place 2013, il RIBA Award ed è stato candidato finalista ai RIAS Andrew Doolan Awards 2013. La cappella è aperta tutto il giorno e può essere visitata accedendovi dalla George Square Lane che corre in parallelo alla Middle Meadow Walk. Quercia bianca americana (Quercus spp.) L’alburno della quercia bianca americana è chiaro e il durame va dal marroncino al marrone scuro. La quercia bianca americana è a fibra piuttosto diritta con venature più o meno marcate (da medie a grosse) e raggi midollari più lunghi rispetto alla quercia rossa, che gli conferiscono un disegno più ricco. La quercia bianca è ampiamente diffusa e rappresenta una scelta popolare nei mercati di esportazione di tutto il mondo per molti produttori di arredamento, pavimenti e rifiniture in legno grazie al suo colore piuttosto uniforme e all’elevato volume di produzione di legname refilato e disponibilità all’impiallacciatura. Legno duro e pesante, con resistenza media alla curvatura e alla compressione, di scarsa rigidezza, è invece molto performante nella curvatura a vapore. Per poter essere usato in esterni senza trattamento conservativo, un legno deve avere una classificazione minima di durabilità in Classe 3, “moderatamente durevole”. La quercia bianca americana soddisfa tale requisito, tuttavia, come per tutti i legnami, in presenza di alburno è necessaria l’applicazione del trattamento conservativo.
38 users love this project
Comments
View previous comments
    comment
    Enlarge image

    The new chapel is a peaceful and warm structure that brings students, staff and local residents together. The Chapel of Saint Albert the Great, which has been serving students and staff, and the wider community since 1931, is situated on George Square at the University of Edinburgh. The chapel, designed by Simpson & Brown Architects was completed in late 2012 and aims to provide a modern space for worship but also to increase capacity and improve accessibility. A new access was created from...

    Project details
    • Year 2012
    • Work finished in 2012
    • Status Completed works
    • Type Churches
    Archilovers On Instagram
    Lovers 38 users