Michele De Matthaeis

Designer Milan / Italy

0
Michele De Matthaeis 0
Michele De Matthaeis
Nato a Bari il 28 Maggio 1988 Michele De Matthaeis è un Artista e Designer Italiano. Nel 2010 si laurea presso l'Accademia di Belle Arti di Bari in Grafica D'Arte con il Progetto di tesi: HOUSING ART l’arte per la residenza. Rivalutazione artistica di un complesso abitativo. Durante il percorso accademico partecipa a diverse mostre collettive presso diverse gallerie d'arte, enti pubblici e privati. Dal 2009 inizia le sue ricerche sul mondo microscopico, tema di grande ispirazione ancora attuale. Nel 2010 si trasferisce a Milano dove studia Product Design presso lo IED. Durante gli studi si concentra sulla ricerca di varie forme di espressione e tecniche artistiche innovative. Finiti gli studi nel 2013 inizia a collaborare in diversi studi di architettura e aziende di design portando avanti la produzione di opere d'arte tra scultura, stampe d'arte e dipinti. Installazioni, interventi ambientali, performance, sculture, fotografie e qualsiasi altro tipo di espressione può cambiare il modo di vedere le cose; si può mescolare il modo tradizionale, "normale" di vedere il mondo, con una rappresentazione più astratta, asettica e precisa. Forme che galleggiano nello spazio evocano sensazioni fuori dal tempo, ma chiare e ben definite in un dato luogo. Forme di un altro tipo, di un altro mondo, che mirano ad ampliare la percezione tipica e quotidiana, ad aprire nuovi confini; i confini della libera interpretazione di quelle forme. Promuovere l'immaginazione, l'immaginazione di qualcosa che non esiste, o che esiste, ma ancora non si conosce. L'immaginazione e l'interpretazione delle forme sono la vera differenza tra voi e gli altri. Questa è l'interpretazione macrocosmica, questa è immaginazione astratta di forme tangibili. Siamo tutti uniti però da un mondo microcosmico, che nonostante ci circondi, e quasi, ci appartenga, non ne conosciamo le forme, la sostanza, la poesia, le geometrie. Niente è più perfetto di quello che ci circonda, di quello che siamo e di quello che è. "L'essenziale è invisibile agli occhi".
Michele De Matthaeis
Michele De Matthaeis

Follow Michele De Matthaeis also on

Nato a Bari il 28 Maggio 1988 Michele De Matthaeis è un Artista e Designer Italiano. Nel 2010 si laurea presso l'Accademia di Belle Arti di Bari in Grafica D'Arte con il Progetto di tesi: HOUSING ART l’arte per la residenza. Rivalutazione artistica di un complesso abitativo. Durante il percorso accademico partecipa a diverse mostre collettive presso diverse gallerie d'arte, enti pubblici e privati. Dal 2009 inizia le sue ricerche sul mondo microscopico, tema di grande ispirazione ancora attuale. Nel 2010 si trasferisce a Milano dove studia Product Design presso lo IED. Durante gli studi si concentra sulla ricerca di varie forme di espressione e tecniche artistiche innovative. Finiti gli studi nel 2013 inizia a collaborare in diversi studi di architettura e aziende di design portando avanti la produzione di opere d'arte tra scultura, stampe d'arte e dipinti. Installazioni, interventi ambientali, performance, sculture, fotografie e qualsiasi altro tipo di espressione può cambiare il modo di vedere le cose; si può mescolare il modo tradizionale, "normale" di vedere il mondo, con una rappresentazione più astratta, asettica e precisa. Forme che galleggiano nello spazio evocano sensazioni fuori dal tempo, ma chiare e ben definite in un dato luogo. Forme di un altro tipo, di un altro mondo, che mirano ad ampliare la percezione tipica e quotidiana, ad aprire nuovi confini; i confini della libera interpretazione di quelle forme. Promuovere l'immaginazione, l'immaginazione di qualcosa che non esiste, o che esiste, ma ancora non si conosce. L'immaginazione e l'interpretazione delle forme sono la vera differenza tra voi e gli altri. Questa è l'interpretazione macrocosmica, questa è immaginazione astratta di forme tangibili. Siamo tutti uniti però da un mondo microcosmico, che nonostante ci circondi, e quasi, ci appartenga, non ne conosciamo le forme, la sostanza, la poesia, le geometrie. Niente è più perfetto di quello che ci circonda, di quello che siamo e di quello che è. "L'essenziale è invisibile agli occhi".