Francesco Geraci

Designer - / Italy

1
Francesco Geraci 1
Francesco Geraci
Francesco Geraci
Francesco Geraci

Francesco GERACI was born in Rijeca in 1943. In 1962 he moved to Florence, where he still lives and works. Since 1969 he has dedicated himself to industrial design. He has collaborated with prestigious companies in Italy and internationally. Designer di vasta esperienza e rara competenza, Geraci è stato tra i soci fondatori della delegazione regionale ADI e – dal 2007 – componente dell'Osservatorio Permanente del Design ADI. Pur conoscendo da alcuni anni Francesco Geraci, di gran parte della sua attività – riferibile al secolo scorso – ho conoscenza solo indiretta tramite immagini e diapositive d’epoca. Per quanto riguarda metodo, processi, interessi e prerogative più personali del lavoro di Francesco Geraci sono perciò ricorso a testimoni della sua attività meno recenti come Mauro Pasquinelli, Carlo Bimbi e Vincenzo Missanelli ai quali va il mio ringraziamento per l’aiuto che mi hanno dato nella estensione di questo breve contributo. Nella sua lunga vita professionale – quasi mezzo secolo attività – Francesco Geraci ha in particolare legato il proprio nome a quello della seduta. Fra i suoi primi lavori troviamo, sul finire degli anni ’60, alcuni prodotti – Gefa, Asletta e Ala (quest’ultima in collaborazione con Renzo Fantoni) – che affrontano il modo essenziale e persuasivo il tema della seduta peghevole. Tale tema, a partire dalla prima presentazione della Plia di Giancarlo Piretti, avvenuta nel 1967, suscitò enormi interessi produttivi ai quali Geraci seppe rispondere egregiamente realizzando con tre diverse aziende – Elios, Husta e Lubke KG – altrettante sedute che declinavano sapientemente il gusto dell’epoca – utilizzando supporti in pelle o rivestiti in canna d’india – e altresì caratterizzate da grande performatività – come Gefa, esposta nel ’74 al Grenoble Museum in occasione della mostra S'asseoir a sei anni dalla sua prima uscita sul mercato – e notevole bellezza visiva e piacevole tattilità – come nel caso della sopra citata Ala. Su questo stesso tema Geraci ritornerà anche più tardi – ad esempio con Anta prodotta da Nuova Arredotecnica nel 1982 – con esiti sempre molto convincenti.