Emanuele Bressan

Montebelluna / Italy

1
send a message
Emanuele Bressan 1
Emanuele Bressan
nasce nel 1985 ad Asolo, in provincia di Treviso. Consegue la maturità scientifica presso il “Liceo Primo Levi di Montebelluna” con il massimo dei voti e prosegue gli studi presso l’ “Università IUAV di Venezia”, dove si laurea con lode nel settembre 2007 in Scienze dell’Architettura. Vince nel 2008 una borsa di studio grazie al “Swiss European Mobility Programme” e si trasferisce in Ticino per frequentare l’ “Accademia di Architettura di Mendrisio” (AAM, Università della Svizzera Italiana) dove ha modo di confrontarsi con l’insegnamento di maestri internazionali come Peter Zumthor, Mario Botta, Aurelio Galfetti, Antonio Citterio, Aires Mateus e Valerio Olgiati.
Nel marzo 2010 consegue la Laurea Magistrale in architettura per la costruzione con lode presso lo IUAV sviluppando un progetto iniziato a Mendrisio con Manuel e Francisco Aires Mateus e seguito a Venezia con il presidente del Dipartimento di Progettazione (DPA) Franca Pittaluga come relatrice.
Dall’aprile 2010 viene assunto come architetto progettista e coordinatore di progetto presso lo Studio Mario Botta Architetto prima a Lugano e poi a Mendrisio. Si occupa per oltre 7 anni della progettazione di spazi residenziali, terziari, culturali, commerciali e industriali, spazi museali, impianti sportivi, edifici polifunzionali, scolastici, universitari e alberghieri, wellness, spazi sacri, arredi, allestimenti, spazi espositivi, oggetti di design e interior design. I progetti seguiti sono stati realizzati in Svizzera, Italia, Europa e Asia.
Da agosto 2017 a dicembre 2019 collabora con lo Studio Stocker-Lee di Rancate (Ticino, Svizzera) dove ha la possibilità di seguire importanti progetti ubicati in Svizzera e Corea del Sud.
Da più di dieci anni, parallelamente all’attività accademica ed al lavoro svolto in questi due importanti studi, porta avanti la propria attività personale partecipando a progetti e concorsi in tutta Europa e collaborando con studi italiani, svizzeri e internazionali. Particolarmente stretta e proficua è la collaborazione con lo Studio Botter, insieme al quale, tra le altre cose, ha progettato ad Agordo, in provincia di Belluno, il centro polifunzionale Palaluxottica, di cui ha seguito anche la direzione lavori.
È iscritto all’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori della Provincia di Como al n°2735 (OAPPC CO) dal 2014 e all’Ordine Ingegneri e Architetti del Cantone Ticino (OTIA) dal 2012.
Emanuele Bressan
Emanuele Bressan
Teams 1 teams

nasce nel 1985 ad Asolo, in provincia di Treviso. Consegue la maturità scientifica presso il “Liceo Primo Levi di Montebelluna” con il massimo dei voti e prosegue gli studi presso l’ “Università IUAV di Venezia”, dove si laurea con lode nel settembre 2007 in Scienze dell’Architettura. Vince nel 2008 una borsa di studio grazie al “Swiss European Mobility Programme” e si trasferisce in Ticino per frequentare l’ “Accademia di Architettura di Mendrisio” (AAM, Università della Svizzera Italiana) dove ha modo di confrontarsi con l’insegnamento di maestri internazionali come Peter Zumthor, Mario Botta, Aurelio Galfetti, Antonio Citterio, Aires Mateus e Valerio Olgiati. Nel marzo 2010 consegue la Laurea Magistrale in architettura per la costruzione con lode presso lo IUAV sviluppando un progetto iniziato a Mendrisio con Manuel e Francisco Aires Mateus e seguito a Venezia con il presidente del Dipartimento di Progettazione (DPA) Franca Pittaluga come relatrice. Dall’aprile 2010 viene assunto come architetto progettista e coordinatore di progetto presso lo Studio Mario Botta Architetto prima a Lugano e poi a Mendrisio. Si occupa per oltre 7 anni della progettazione di spazi residenziali, terziari, culturali, commerciali e industriali, spazi museali, impianti sportivi, edifici polifunzionali, scolastici, universitari e alberghieri, wellness, spazi sacri, arredi, allestimenti, spazi espositivi, oggetti di design e interior design. I progetti seguiti sono stati realizzati in Svizzera, Italia, Europa e Asia. Da agosto 2017 a dicembre 2019 collabora con lo Studio Stocker-Lee di Rancate (Ticino, Svizzera) dove ha la possibilità di seguire importanti progetti ubicati in Svizzera e Corea del Sud. Da più di dieci anni, parallelamente all’attività accademica ed al lavoro svolto in questi due importanti studi, porta avanti la propria attività personale partecipando a progetti e concorsi in tutta Europa e collaborando con studi italiani, svizzeri e internazionali. Particolarmente stretta e proficua è la collaborazione con lo Studio Botter, insieme al quale, tra le altre cose, ha progettato ad Agordo, in provincia di Belluno, il centro polifunzionale Palaluxottica, di cui ha seguito anche la direzione lavori. È iscritto all’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori della Provincia di Como al n°2735 (OAPPC CO) dal 2014 e all’Ordine Ingegneri e Architetti del Cantone Ticino (OTIA) dal 2012.