Alik Cavaliere

Designer Milan / Italy

1
profile is managed by Archilovers staff
Alik Cavaliere 1
Alik Cavaliere
Alik Cavaliere (Roma, 5 agosto 1926 – Milano, 5 gennaio 1998) è stato uno scultore italiano, professore di scultura e direttore dell'Accademia di Belle Arti di Brera. Alik Cavaliere è figlio di Alberto Cavaliere, calabrese, chimico e poeta, e di Fanny Kaufmann, russa di religione ebraica, emigrata in Italia dopo la Rivoluzione Russa, scultrice. Dopo avere trascorso parte dell'infanzia tra Roma e Parigi, si stabilisce nel 1938 a Milano. Dopo il liceo si iscrive all'Accademia di Belle Arti di Brera dove, nel 1942, è allievo di Francesco Messina. In Accademia conosce Giacomo Manzù, Achille Funi, Dario Fo, Bobo Piccoli e Marino Marini di cui diventa prima l'assistente e poi il successore alla cattedra di Scultura. La prima esposizione risale al 1945 durante una mostra collettiva di giovani artisti. La prima mostra personale si tiene nel 1951 presso la Galleria Colonna a Milano. Partecipa per due volte alla Biennale di Venezia nel 1964 e nel 1972 e in entrambi i casi espone le sue opere in una sala personale. Svolge la sua attività didattica per oltre 30 anni presso l'Accademia di Brera di cui diventa anche Direttore. Significativa la retrospettiva tenutasi a Milano nel 1992 a Palazzo Reale, intitolata "I luoghi circostanti", curata dal poeta e critico Guido Ballo: un ampio e organico itinerario di racconto e di ricerca sull'opera dello scultore. Muore il 5 gennaio 1998, a Milano, dove è sepolto presso il Cimitero Monumentale.
Alik Cavaliere
Alik Cavaliere

Alik Cavaliere (Roma, 5 agosto 1926 – Milano, 5 gennaio 1998) è stato uno scultore italiano, professore di scultura e direttore dell'Accademia di Belle Arti di Brera. Alik Cavaliere è figlio di Alberto Cavaliere, calabrese, chimico e poeta, e di Fanny Kaufmann, russa di religione ebraica, emigrata in Italia dopo la Rivoluzione Russa, scultrice. Dopo avere trascorso parte dell'infanzia tra Roma e Parigi, si stabilisce nel 1938 a Milano. Dopo il liceo si iscrive all'Accademia di Belle Arti di Brera dove, nel 1942, è allievo di Francesco Messina. In Accademia conosce Giacomo Manzù, Achille Funi, Dario Fo, Bobo Piccoli e Marino Marini di cui diventa prima l'assistente e poi il successore alla cattedra di Scultura. La prima esposizione risale al 1945 durante una mostra collettiva di giovani artisti. La prima mostra personale si tiene nel 1951 presso la Galleria Colonna a Milano. Partecipa per due volte alla Biennale di Venezia nel 1964 e nel 1972 e in entrambi i casi espone le sue opere in una sala personale. Svolge la sua attività didattica per oltre 30 anni presso l'Accademia di Brera di cui diventa anche Direttore. Significativa la retrospettiva tenutasi a Milano nel 1992 a Palazzo Reale, intitolata "I luoghi circostanti", curata dal poeta e critico Guido Ballo: un ampio e organico itinerario di racconto e di ricerca sull'opera dello scultore. Muore il 5 gennaio 1998, a Milano, dove è sepolto presso il Cimitero Monumentale.