Alessandra Angeloni

Architect Colle di Val d'Elsa, SI / Italy

0
send a message
Alessandra Angeloni 0
Alessandra Angeloni
Alessandra Angeloni
Alessandra Angeloni

Follow Alessandra Angeloni also on

Alessandra Angeloni, nata a Brescia il 17 agosto 1958, è laureata in Architettura all’Università degli studi di Firenze e specializzata in Archeologia e Storia delle Arti all’Università degli studi di Siena. Svolge dal 1987 la libera professione di architetto e ha realizzato, tra gli altri, i seguenti lavori: il restauro del protiro della cattedrale di Ventimiglia (IM) (in collaborazione), il restauro degli stemmi del Palazzo Pretorio di Casole d’Elsa (SI), il progetto e la direzione lavori del restauro architettonico e conservativo della Pieve di Mensano (Casole d’Elsa – SI), il progetto e la direzione lavori del restauro e recupero funzionale del complesso della Torre e del Convento dei Servi di Maria di Casole d’Elsa (SI) e il progetto e direzione lavori del restauro delle Torri della Rocca Senese di Casole d’Elsa (in collaborazione), il progetto e la direzione dei lavori di restauro della Canonica di Collalto (Colle di Val d’Elsa), il progetto e la direzione lavori del restauro delle tombe della necropoli etrusca di Dometaia di Colle di Val d’Elsa (SI), il progetto e la direzione lavori del restauro della chiesa di S. Maria Assunta di Mensanello (Colle di Val d’Elsa), il progetto e la direzione lavori del restauro della casa Canonica e della chiesa di S. Marziale a Gracciano (Colle di Val d’Elsa). Ha collaborato inoltre nel 2000 con il progetto europeo “RECITE II” – N.C.E. (network culture economy) sul recupero architettonico del monastero cistercense di Buch in Sassonia (Germania). E’ stata docente a contratto dall’a.a. 2001/’02 all’a.a.2010/11 presso il Dipartimento di Costruzioni e Restauro, sezione Restauro, dell’Università degli studi di Firenze, settore scientifico disciplinare ICAR/19, dove svolge dal 1998 attività didattica sull’archeologia dell’architettura e sulla diagnostica propedeutica al restauro. Ha eseguito, tra le altre, le stratigrafie murarie di alcuni ambienti del Palazzo Comunale di Modena e del Tempio – Duomo del Rione Terra di Pozzuoli (per conto del prof. M. Dezzi Bardeschi). Ha inoltre lavorato negli scavi archeologici dei moli del Porto Vecchio di Genova, della tomba etrusca della Pietrera di Vetulonia (GR) e dell’anfiteatro romano di Luni (SP), ha diretto lo scavo archeologico all’interno del chiostro dell’Abbazia benedettina di Badia a Isola presso Monteriggioni (SI) e quello nel chiostro dell’Abbazia benedettina di S. Antimo presso Montalcino (SI) per conto del Centro di Ateneo per i Beni Culturali dell’Università degli studi di Firenze. Ha coordinato dal 2008 al 2010 il progetto integrato e territoriale di valorizzazione e promozione del percorso della via Francigena nel territorio della Val d’Elsa senese e fiorentina. Ha inoltre coordinato il progetto di valorizzazione degli itinerari storico – naturalistici nel comune di Casole d’Elsa e limitrofi, con la realizzazione nel 2012 della Cartoguida n.1 del territorio casolese. Dal 2009 ha eseguito i rilievi della Basilica dell’Annunciazione e dell’adiacente area archeologica di Nazareth (Israele) e ha coordinato la progettazione per il risanamento idraulico a nord della Grotta dell’Annunciazione, per il Centro di Ateneo per i Beni Culturali dell’Università degli studi di Firenze. Per lo Studium Biblicum Franciscanum di Gerusalemme ha coordinato nel 2011 i contributi sull’archeologia del Santo Sepolcro di Gerusalemme. Ha inoltre collaborato ai rilievi della Basilica – Memoriale di Mosè al Monte Nebo (Giordania) e alla schedatura dei reperti architettonici per la musealizzazione del complesso archeologico. E’ membro per l’anno accademico 2015-16 dell’Albright Institute of Archaeological Research di Gerusalemme (Glassman Holland Research Fellow), dove svolge ricerca sul metodo dell’analisi stratigrafica degli elevati applicata ai paramenti murari del Santo Sepolcro di Gerusalemme. Linee di ricerca La principale attività di ricerca che svolge, coordinando le diverse esperienze di lavoro, di studio e di docenza, è da anni concentrata sulla lettura delle stratigrafie murarie applicata alla conoscenza dell’edilizia storica, prediligendo edifici che presentano caratteri stilistici di passaggio tra il romanico e il gotico. Ha approfondito tecniche di rilievo avanzate e l’utilizzo degli strumenti necessari alla misura e alla corretta restituzione grafica informatizzata dell’oggetto di studio, ritenendo la documentazione, così come la formazione e la gestione di banche dati, una base imprescindibile per la corretta interpretazione dei manufatti architettonici. Al rilievo e alla ricerca storico-archeologica ha sempre associato le tecniche di diagnostica non distruttiva del degrado dei materiali da costruzione e la loro interpretazione, per un corretto programma progettuale del restauro. Di conseguenza ha approfondito le tematiche relative ai materiali e alle tecniche di intervento nel restauro conservativo e alla riqualificazione tecnologica degli edifici storici, nonché la gestione del cantiere di restauro nelle sue caratteristiche tecniche e normative. Ha indirizzato la propria esperienza di ricerca nell’analisi e la documentazione stratigrafica dell’architettura degli ordini ospitalieri in territorio senese, prendendone in esame le tessiture murarie e successivamente le tipologie edilizie. E’ poi passata allo studio delle architetture cistercensi proto-gotiche ed infine di quelle crociate, cercando di metterne a confronto caratteri costruttivi e periodizzazioni. Da qui l’idea di approfondire la ricerca sulla fase crociata degli edifici del XII secolo presenti nella città vecchia di Gerusalemme, in particolare della Basilica del Santo Sepolcro. Titoli di studio LAUREA IN ARCHITETTURA conseguita il 5 novembre 1986 PRESSO LA FACOLTÀ DI ARCHITETTURA DELL’UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE, con votazione 110/110 e lode. Tesi di laurea in Restauro Archeologico dei Monumenti dal titolo: “Il Monastero di S.Salvatore di Valcamonica (BS) (XI sec.): Studio per una proposta di recupero architettonico-ambientale della basilica”, Relatore: Prof. G.Rocchi. ESAME DI STATO PER L'ABILITAZIONE ALL'ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI ARCHITETTO (superato nella prima sessione del 1987 con votazione 70/100). SPECIALIZAZIONE TRIENNALE IN ARCHEOLOGIA E STORIA DELLE ARTI conseguita il 26 marzo 1999 PRESSO LA FACOLTÀ DI LETTERE DELL’UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA con votazione 62/70. Tesi di specializzazione dal titolo: “La Pieve di S. Giovanni Battista Decollato di Mensano (Casole d’Elsa – Siena): Analisi tipologica e iconografica”, sostenuta il 26 marzo 1999, Relatore: prof. Italo Moretti. PERFEZIONAMENTO POST LAUREA IN “GEOMATICA PER I BENI CULTURALI” conseguito l’8 giugno 2012 PRESSO IL DIPARTIMENTO DI COSTRUZIONI E RESTAURO DELL’UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI FIRENZE. Competenze tecniche, professionali e relazionali Lingue straniere: Francese (Certificato di conoscenza rilasciato dal Centro linguistico d’ateneo dell’universita’ degli studi di Firenze il 9 maggio 2012) Inglese (Certificato di conoscenza del Wall Street Institute di Siena - 2014 e 2015) Utilizzo di software di computer grafica a livello avanzato: Autocad, Cyclone, Archgis, Photoshop e software di raddrizzamento fotografico (Archis 32), nonchè tutti i programmi accessori di windows e mac-os.
Utilizzo a livello avanzato di strumenti elettronici di rilevamento topografico come stazione totale laser, laser scanner, GPS e tutta la strumentazione possibile da rilievo. Fotografia digitale e non a livello professionale. Abilitata all’esercizio della professione di architetto è iscritta all’Ordine professionale dal 1987, in particolare è attualmente iscritta all’Ordine degli Architetti di Siena col n. 332, di cui è consigliere dal dicembre 2014. Abilitata alla progettazione ed esecuzione del coordinamento della sicurezza nei cantieri, con aggiornamento continuo. 
Ha frequentato nel 2005 e 2007 i corsi dello Studium Biblicum Franciscanum di Gerusalemme (Facoltà di Scienze Bibliche ed Archeologiche) ed è stata fino al 2010 titolare del tesserino di Animatore di Pellegrinaggi in Terra Santa. Frequenta dal 2007 la Facoltà Teologica dell’Italia centrale, presso la sede distaccata “Istituto Superiore di Scienze Religiose “Santa Caterina Dottore della Chiesa” del Seminario Pontificio di Siena, superando gli esami di profitto. Lunghe permanenze in Medio Oriente per motivi di lavoro per il Centro di Ateneo per i Beni Culturali dell’Università di Firenze e di studio con lo Studium Biblicum Franciscanum di Gerusalemme. Ottima conoscenza della topografia della Palestina antica e moderna. Da oltre 20 anni impegnata nell’attività archeologica come tecnico di scavo specializzato in scavo stratigrafico rilievo ed interpretazione stratigrafica, come si evince dal curriculum vitae. Direttore dei lavori in cantieri di restauro e di scavo archeologico. Patente B e Patente internazionale (Vienna ‘68).