Toti Semerano

Architect Padua / Italy

77
send a message
Toti Semerano 77
Toti Semerano
Toti Semerano (Padova, 1941) vive e lavora tra Padova e Lecce. Architetto e artista, in oltre trent'anni di lavoro si è costruito una professionalità versatile e multiforme che lo allontana dall'establishment contemporaneo, in un lavoro di continua sperimentazione tecnica e plastica. Utilizza con la stessa passione tecniche innovative e materiali tradizionali, per creare comunque forme inedite, aperte e suscettibili di continue trasformazioni, dialogando continuamente con lo spazio e la luce.
Secondo le parole dello stesso architetto: “Vi è una qualità nella luce capace di trasformare le dimensioni e il peso di ogni materiale; entrare in sintonia con questa qualità è stato il mio percorso nell’architettura”.

Nel 2005 ha aperto nel Salento il Laboratorio di Architettura (www.semerano.com) come estensione dello studio professionale di Padova. Il Laboratorio ha sede in un ex-tabacchificio immerso nella campagna leccese, un edificio massiccio costruito attorno a un aranceto e circondato da 13 ettari di girasoli: un luogo di incontro e di isolamento al contempo, in cui si coltiva la passione per l’arte e l’architettura come nelle botteghe rinascimentali.

Recentemente le opere di Toti Semerano hanno ricevuto importanti riconoscimenti: il Ristorante Perché di Roncade (TV), completato nel 2006, è stato selezionato, nell’ambito del Premio Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana 2009 della Triennale di Milano, a rappresentare l’Architettura Italiana all’Expo Mondiale di Shanghai 2010; il progetto di casa De Masi (2008), premiato nell’ambito della Biennale Internazionale di Architettura Barbara Cappochin 2009, è stato esposto alla Giornata Mondiale dell’Architettura a Tokyo ed è stato selezionato dal Premio INARCH ANCE 2011; il nuovo Stadio Capozza di Casarano (LE), per il quale è stata progettata una copertura fotovoltaica, è stato annoverato fra i 4 migliori progetti mondiali nel suo genere.

Nel 2012 Toti Semerano ha ricevuto il premio PIDA alla carriera.
Toti Semerano
Toti Semerano

Toti Semerano (Padova, 1941) vive e lavora tra Padova e Lecce. Architetto e artista, in oltre trent'anni di lavoro si è costruito una professionalità versatile e multiforme che lo allontana dall'establishment contemporaneo, in un lavoro di continua sperimentazione tecnica e plastica. Utilizza con la stessa passione tecniche innovative e materiali tradizionali, per creare comunque forme inedite, aperte e suscettibili di continue trasformazioni, dialogando continuamente con lo spazio e la luce. Secondo le parole dello stesso architetto: “Vi è una qualità nella luce capace di trasformare le dimensioni e il peso di ogni materiale; entrare in sintonia con questa qualità è stato il mio percorso nell’architettura”. Nel 2005 ha aperto nel Salento il Laboratorio di Architettura (www.semerano.com) come estensione dello studio professionale di Padova. Il Laboratorio ha sede in un ex-tabacchificio immerso nella campagna leccese, un edificio massiccio costruito attorno a un aranceto e circondato da 13 ettari di girasoli: un luogo di incontro e di isolamento al contempo, in cui si coltiva la passione per l’arte e l’architettura come nelle botteghe rinascimentali. Recentemente le opere di Toti Semerano hanno ricevuto importanti riconoscimenti: il Ristorante Perché di Roncade (TV), completato nel 2006, è stato selezionato, nell’ambito del Premio Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana 2009 della Triennale di Milano, a rappresentare l’Architettura Italiana all’Expo Mondiale di Shanghai 2010; il progetto di casa De Masi (2008), premiato nell’ambito della Biennale Internazionale di Architettura Barbara Cappochin 2009, è stato esposto alla Giornata Mondiale dell’Architettura a Tokyo ed è stato selezionato dal Premio INARCH ANCE 2011; il nuovo Stadio Capozza di Casarano (LE), per il quale è stata progettata una copertura fotovoltaica, è stato annoverato fra i 4 migliori progetti mondiali nel suo genere. Nel 2012 Toti Semerano ha ricevuto il premio PIDA alla carriera.