7 big italiani in gara per una nuova scuola a Cascina Merlata

by Cecilia Di Marzo
1

16/07/2013. L’importante processo di trasformazione che sta interessando l’area di Cascina Merlata, situata in prossimità del polo fieristico di Rho-Pero, dell’area Expo 2015 e della direttrice Nord-Ovest, prosegue con la progettazione di un nuovo plesso scolastico - comprensivo di scuola per l’infanzia, primaria di primo e secondo grado - a servizio del nuovo quartiere e degli insediamenti esistenti.

EuroMilano sta promuovendo sull’area la realizzazione di un innovativo habitat metropolitano progettato secondo avanzati principi di sostenibilità ambientale, il primo quartiere no gas ad emissioni zero. Nel nuovo quartiere, che si estende su una superficie di oltre 540 mila mq, saranno realizzate residenze (52.500 mq di housing sociale, 127.000 mq di edilizia convenzionata e 143.500 mq di libera) e servizi tra cui il nuovo complesso scolastico, due asili nido, un centro ricreativo per la terza età, spazi pubblici attrezzati, cinque parchi giochi, il recupero della Cascina per funzioni di interesse pubblico e il Villaggio Expo 2015 che sarà riconvertito in residenze e servizi, un centro commerciale, commercio di vicinato, un albergo e uffici. La zona è immersa in un parco pubblico attrezzato di oltre 200 mila mq con oltre 10 km di piste ciclabili che collegheranno Expo alla città di Milano attraverso il Raggio verde n.7.

Per la realizzazione della Scuola, EuroMilano ha indetto un concorso di idee a inviti rivolto a 7 studi internazionali: Caputo partnership, C+S Associati, Ar associati, PiuarchScandurra Studio, EMBT | Enric Miralles - Benedetta Tagliabue e Onsitestudio.

L’edificio del plesso scolastico, su un’area di 13.790 mq, ospiterà 800 alunni di tre livelli scolastici:
• 1 scuola dell’infanzia per 8 classi di 25 bambini ciascuna per un totale di 200 bambini
• 1 scuola primaria di primo grado per 15 classi (3 sezioni) da 25 alunni per un totale di 375 bambini
• 1 scuola primaria di secondo grado per 9 classi (3 sezioni) di 25 alunni per un totale di 225 bambini.
Del progetto faranno parte anche due palestre, a servizio dell’Istituto, e gli spazi aperti del lotto.

Sull’area individuata per la localizzazione dell’edificio sono presenti resti dell’antica Fornace dell’Acqua, che caratterizzano e rendono unico questo spazio, a testimonianza della destinazione d’uso precedente.
La possibilità di conservare e valorizzare questi pezzi di archeologia industriale (canali di cottura e ciminiera della Fornace) che raccontano un po’ della storia di Milano sarà uno dei campi di confronto tra gli studi di architettura in gara.

A valutare i progetti – il vincitore sarà proclamato mercoledì 6 novembre 2013 - una giuria composta da Ennio Brion nel ruolo di presidente, Vittorio Magnago Lampugnani, Roberta Pezzulla dell’assessorato all’Educazione e Istruzione del Comune di Milano, Alessandro Pasquarelli e Eugenio Kannes per Cascina Merlata spa.

Dopo il sopralluogo sull’area e le consultazioni, i progettisti hanno tempo fino al 7 ottobre per consegnare gli elaborati. Al vincitore sarà affidata la progettazione architettonica preliminare e definitiva per l’ottenimento dei titoli abilitativi dell’edificio, oltre alla direzione artistica per le fasi di progettazione esecutiva e direzione lavori.

Fonte: Ufficio stampa SEC Relazioni Pubbliche e Istituzionali

Comments
  • Matteo Mattioli

    Questo il video del cantiere di Besana Brianza, dove a discapito delle condizioni igienico sanitarie e di totale insicurezza abitino alcune famiglie: http://bit.ly/13LmLvy

comment
Author
References