Il fratello nerd di Ikea

The Gourmet Tea by Alan Chu + Cristiano Kato

by Eugenio Aglietti
5

Al giorno d’oggi è abbastanza facile per le grandi firme dell’architettura ‘stupire con effetti speciali’. Grattacieli, ponti ed edifici di grandi dimensioni vengono divulgati in numerosi magazine, rimanendo impressi nelle menti di aspiranti Archistar e diventando dei veri e propri (must)odontici capolavori contemporanei. Molti sono ottimi progetti, altri meno, ma ciò che li accomuna è la grande scala. Più complicato è confrontarsi con spazi di gran lunga più piccoli. E’ il caso di questo negozio di tè locali progettato dal duo brasiliano Chu & Kato: in appena 25 metri quadri è stata ricava una cucina, un bancone per la vendita e degli spazi espositivi sfruttando in maniera intelligente aperture, sportelli, scomparti e moduli scorrevoli. Se chiuso, il tutto si riduce ad una scatola che, se prima mette in mostra tutto il suo colorato pan de verre, poi si apre al pubblico in tanti modi diversi creando uno spazio dinamico e divertente. Un ‘giocattolo’ razionale e multitasking. Forse non rimarrà impresso come nuovo skyline di Shanghai o Pechino, ma darà la possibilità ai cittadini di São Paulo di vivere una piccola esperienza d’allegria http://on.fb.me/NeBbrT

Comments
    comment
    Author
    • Eugenio Aglietti

      Architect

      Rome / Italy

      I am a young italian architect, computational designer and contributor for online magazines, interested in art, design and architecture tours. My professional research concerns the latest digital frontiers of parametric architecture, creative functional integration, formal and structural complexity, social and economic sustainability. My idea of Architecture is based on the the assumption that social factors are more important than the forms: architecture relates to our way of dwelling, working, having fun... in one world it's about our way of living.)