Rocco Mele

Architect Modugno / Italy

1
send a message
Rocco Mele 1
Rocco Mele
Rocco MELE laureato in Architettura al Politecnico di Bari, dal 1999 svolge attività di libera professione orientata principalmente verso la progettazione di edifici residenziali, di architettura d’interni (particolarmente di spazi destinati al fashion retail), di design. Di particolare interesse i suoi studi sulle forme tecniche e simboliche dei dispositivi di illuminazione naturale nell’architettura islamica (la musharabbiyya) e sui principi di formazione del tessuto urbano della città di Gerusalemme (presentazione ed esposizione degli studi presso la Galleria “Al Wasiti art center” in Gerusalemme, 1999). Nell’ambito del design oltre ad aver curato alcuni eventi/conferenze in collaborazione con aziende di produzione di arredi, (-M. Scolari, L. Krier, C. D’Amato, dibattito “Memoria e Progetto”, 2001--“Le macchine volanti di Corradino D’Ascanio” con il Patrocinio del Politecnico di Bari – Facoltà di Architettura, 2002--“Design Day” sponsorizzato dalle aziende DADA-MOLTENI-GIORGETTI, 2002--“7 days for 4 events”: “DALL’ ELICOTTERO ALLA VESPA” viaggio nel poliedrico mondo di Corradino D’ Ascanio,2005-- “EERO SAARINEN” Informalità e mass production, con il Patrocinio del Politecnico di Bari – Facoltà di Architettura 2006; Ciclo di conferenze dal titolo: Architettura d’interni: riflessioni sull’esperienza estetica quotidiana tra ibridazione e trasformabilità del prodotto di arredo-2014-) espleta incarichi di consulenza e progettazione per alcune realtà produttive del distretto pugliese dell’arredamento. Dal 2003 Presso il Dipartimento di Scienze dell’Ingegneria Civile e dell’Architettura -DICAR-, Politecnico di Bari, svolge, nel corso di Laurea in Disegno Industriale, attività di docenza nel Laboratorio 2 di Arredamento e di ricerca sul design dei materiali e sulle loro qualità polisensoriali (Progetto MAIND). Nel Laboratorio di Sintesi Finale è Relatore nelle tesi di laurea sulle matrici Identitarie del Territorio Pugliese riguardanti gli arredi autoctoni in legno.
Rocco Mele
Rocco Mele
  • Address C. so V. Emanuele 53, 59/a, 70026 Modugno | Italy

Follow Rocco Mele also on

Rocco MELE laureato in Architettura al Politecnico di Bari, dal 1999 svolge attività di libera professione orientata principalmente verso la progettazione di edifici residenziali, di architettura d’interni (particolarmente di spazi destinati al fashion retail), di design. Di particolare interesse i suoi studi sulle forme tecniche e simboliche dei dispositivi di illuminazione naturale nell’architettura islamica (la musharabbiyya) e sui principi di formazione del tessuto urbano della città di Gerusalemme (presentazione ed esposizione degli studi presso la Galleria “Al Wasiti art center” in Gerusalemme, 1999). Nell’ambito del design oltre ad aver curato alcuni eventi/conferenze in collaborazione con aziende di produzione di arredi, (-M. Scolari, L. Krier, C. D’Amato, dibattito “Memoria e Progetto”, 2001--“Le macchine volanti di Corradino D’Ascanio” con il Patrocinio del Politecnico di Bari – Facoltà di Architettura, 2002--“Design Day” sponsorizzato dalle aziende DADA-MOLTENI-GIORGETTI, 2002--“7 days for 4 events”: “DALL’ ELICOTTERO ALLA VESPA” viaggio nel poliedrico mondo di Corradino D’ Ascanio,2005-- “EERO SAARINEN” Informalità e mass production, con il Patrocinio del Politecnico di Bari – Facoltà di Architettura 2006; Ciclo di conferenze dal titolo: Architettura d’interni: riflessioni sull’esperienza estetica quotidiana tra ibridazione e trasformabilità del prodotto di arredo-2014-) espleta incarichi di consulenza e progettazione per alcune realtà produttive del distretto pugliese dell’arredamento. Dal 2003 Presso il Dipartimento di Scienze dell’Ingegneria Civile e dell’Architettura -DICAR-, Politecnico di Bari, svolge, nel corso di Laurea in Disegno Industriale, attività di docenza nel Laboratorio 2 di Arredamento e di ricerca sul design dei materiali e sulle loro qualità polisensoriali (Progetto MAIND). Nel Laboratorio di Sintesi Finale è Relatore nelle tesi di laurea sulle matrici Identitarie del Territorio Pugliese riguardanti gli arredi autoctoni in legno.