G10

Imola / Italy / 2013

0
0 Love 985 Visits Published

L’intervento ha riguardato una porzione di fabbricato ottocentesco ad uso residenziale ubicato in pieno centro storico. Si è trattato di accorpare due unità immobiliari contigue, di dimensioni modeste, al fine di adattarle alle esigenze di una giovane famiglia. L'impiantistica è stata affidata ad una gestione domotica: illuminazione a led, riscaldamento radiante a pavimento integrato da un condizionamento opportunamente mimetizzato, comando elettronico delle finestre velux e sistema di sicurezza. A livello planimetrico-distributivo, i vincoli strutturali hanno limitato gli interventi ad alcuni allargamenti di aperture nella zona giorno. Ove ciò non è stato possibile, si è ricorso all'inserimento di porte scorrevoli, alcune delle quali a specchio, per contribuire almeno otticamente ad un allargamento dello spazio. La stessa tipologia di porta può nascondere un ampio guardaroba oppure dare accesso alla zona più privata dell’appartamento. La zona giorno invece è un susseguirsi di spazi aperti che dall’ingresso conducono alla cucina attraversando l’ampio soggiorno che si arricchisce di un terrazzino tra i tetti, accessibile anche dalla camera da letto padronale, ideale per concedersi una pausa quando la stagione lo consente. I servizi igienici, mantenuti nella loro posizione originaria, sono stati completamente rinnovati sia nella concezione che nei materiali, oltre che ampliati. Il bagno principale è stato sdoppiato, rendendone così possibile l’uso come bagno ospiti pur non pregiudicandone l’intimità di servizio esclusivo della camera padronale; ciò è stato possibile ridimensionando una delle camere da letto delle bambine al fine di ricavarne una doccia a due posti. Entrambi i bagni, quello padronale e quello delle bambine, sono stati concepiti come ambienti neutri, in cui lo stesso tipo di rivestimento, una ecomalta dai colori tenui, accompagna tutte le pareti, comprese quelle delle due docce a filo pavimento. A tale scopo è stato provvidenziale il ricorso alla soluzione Geberit Combifix altezza 34 cm per scarico a parete che ha permesso di mantenere la continuità materica anche a pavimento. La copertura in acciaio cromato ha poi completato esteticamente l’opera in abbinamento con la rubinetteria. I sanitari sospesi hanno richiesto invece l’installazione del modulo Combifix Italia abbinato alle placche di comando Sigma 20 in acciaio cromato. Il principio informatore che ha guidato tutte le scelte delle finiture è stata la grande attenzione verso l'ambiente: sono stati infatti privilegiati materiali atossici, ecologici, con finiture artigianali oleo-cerose per quanto riguarda il parquet, proveniente ovviamente da foreste a taglio controllato.

0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    L’intervento ha riguardato una porzione di fabbricato ottocentesco ad uso residenziale ubicato in pieno centro storico. Si è trattato di accorpare due unità immobiliari contigue, di dimensioni modeste, al fine di adattarle alle esigenze di una giovane famiglia. L'impiantistica è stata affidata ad una gestione domotica: illuminazione a led, riscaldamento radiante a pavimento integrato da un condizionamento opportunamente mimetizzato, comando elettronico delle finestre...

    Project details
    • Year 2013
    • Work started in 2012
    • Work finished in 2013
    • Client Privato
    • Status Completed works
    Archilovers On Instagram