Concorso d'idee per il recupero della torre Tintoretto

Brescia / Italy / 2013

3
3 Love 1,233 Visits Published
Affrontare il Concorso d’idee per il recupero della Torre Tintoretto a Brescia ha determinato delle scelte progettuali che orientassero la loro attenzione allo studio dell’intorno e delle sue dinamiche sociali. I sopralluoghi effettuati durante l’arco del giorno (ore 8.00 / 12.00 / 18.00 / 20.00) della zona in oggetto d’esame nei giorni feriali e nei festivi, ha consentito di evidenziare come la “monofunzione” residenziale potesse essere rimodulata, sullo stesso edificio, con una “mixité” funzionale per consentire alla zona un flusso costante di persone. Attenuando sensibilmente l’assenza di punti focali d’interesse dell’intorno e l’effetto “non luogo” che si è sedimentato negli anni. - Qualità architettonica e Armonica ambientazione - Il tema dell’inserimento urbano ha richiesto una particolare attenzione. Il progetto è stato affrontato da diversi punti di vista: 1. intento di valorizzazione del contesto puntando ad una architettura di qualità e riconoscibilità; 2. scelta di materiali utili alla massimizzazione delle performances 3. sistema edificio come parte integrale delle comunità e ridefinizione dell'essere sia urbano che naturale contemporaneamente 4. utilizzo della forma per massimizzare l’efficienza energetica 5. ricerca di trasparenza adattiva al fine di rendere visibili le diverse attività all’interno dell’edificio durante le varie ore del giorno (rispetto della privacy degli edifici circostanti); - Integrazione delle caratteristiche tecnologiche e di energie rinnovabili - Utilizzando i dati rilevati riguardanti fattori come consumo di energia, trasporti privati e pubblici, condizione meteorologiche ed requisiti prestazionali degli occupanti, il "sistema edificio" è in grado di adattarsi agli input esterni. I sistemi sensoriali di monitoraggio di cui è dotato l'edificio vengono utilizzati per massimizzare il comfort dei residenti. Componenti come i sistemi fotovoltaici sono stati integrati nel nuovo volume a sbalzo (Sala Convegni) la cui forma è stata ottimizzata per massimizzare la produzione di energia. Le centrali degli impianti termo fluidici sono previste in parte al piano terra ed in parte in copertura. Al piano terra prenderà posto la sottocentrale di scambio termico con la rete del teleriscaldamento, per la produzione di acqua calda per riscaldamento, mentre in copertura saranno posizionati il refrigeratore d’acqua, completo di kit idronico (pompa , serbatoio, sicurezze, ecc..) e l’unità ventilante per il rinnovo dell’aria ambiente dotata di recupero termodinamico del calore. - Distribuzione funzionale - La nuova distribuzione funzionale prevede l'apporto di nuovi 1780 m2, inferiori al 20% di incremento di S.L.P. previsto dal PGT (3600 m2). La griglia aperta dei brise soleil, a permeabilità variabile e posizionata superiormente ai parcheggi, non viene conteggiata nel calcolo della S.L.P. aggiuntiva in quanto aperta. La continua adattabilità dell'edificio è stata concepita anche a livello funzionale attraverso un approccio multi-layered considerando vari range temporali del ciclo di vita della torre. - Caratteristiche costruttive e facilità di manutenzione - Viene mantenuta la struttura originaria in cemento armato integrandola con nuovi sistemi adattivi: - Involucro adattivo: una membrana in tessuto di poliestere laminato di derivazione nautica (resistente alle aggressioni atmosferiche, con ottime caratteristiche meccaniche e dal costo contenuto), poggiante su una sottostruttura in alluminio, è in grado di reagire, attraverso sistemi meccanici di movimentazione comandati elettronicamente, a stimoli ambientali come variazioni di temperatura ed esposizione solare in modo da fornire un comfort termico ottimale ai residenti. - Brise soleil adattivi: la morfologia della pensilina è stata studiata tenendo in considerazione diversi scenari ambientali. La struttura dei moduli in poliestere laminato è in grado di adattarsi strategicamente, negoziando in funzione di diverse condizioni di utilizzo, l'esposizione solare e la protezione contro agenti atmosferici indesiderati (salvaguardia orti urbani). La sua configurazione può essere adattata anche per favorire la raccolta delle acque piovane in corrispondenza di specifici moduli per poter essere riutilizzate superiormente nei nuovi Orti Urbani.
3 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Affrontare il Concorso d’idee per il recupero della Torre Tintoretto a Brescia ha determinato delle scelte progettuali che orientassero la loro attenzione allo studio dell’intorno e delle sue dinamiche sociali. I sopralluoghi effettuati durante l’arco del giorno (ore 8.00 / 12.00 / 18.00 / 20.00) della zona in oggetto d’esame nei giorni feriali e nei festivi, ha consentito di evidenziare come la “monofunzione” residenziale potesse essere rimodulata, sullo stesso edificio, con una “mixité”...

    Project details
    • Year 2013
    • Status Competition works
    • Type Parks, Public Gardens / Office Buildings / Tower blocks/Skyscrapers
    Archilovers On Instagram
    Lovers 3 users