Concorso Premio La Convivialità Urbana - Mostra..mi un'idea

Rinascita... Rimostrami Naples / Italy / 2013

2
2 Love 1,078 Visits Published
L’obiettivo del lavoro è stato quello di restituire alla Mostra d’Oltremare la qualità di volano per l’economia cittadina, attrattrice di investitori e visitatori non solo locali, ma anche nazionali e internazionali. L’intero progetto è stato incentrato sull’intento di offrire ai fruitori del territorio un'esperienza unica, fonte di arricchimento culturale e spirituale. Entrare dalla porta Nord (porta Antiniana) della mostra deve, nelle nostre intenzioni, trasmettere al visitatore la sensazione di star varcando la soglia di una realtà parallela, un mondo autentico e diverso, in cui a pochi passi dal caos, dallo stress e dall'alienazione della vita cittadina, regnino la pace, la tranquillità, in cui la natura domini con l'armonia delle sue forme, dei sui colori, dei suoi profumi; le strutture architettoniche circostanti devono fondersi con armoniosamente con l’ambiente naturale e trasmettere al visitatore sensazioni di benessere e appagamento che coinvolgano tutti i sensi; l’ingresso nella Mostra, da Nord, deve trasformare il visitatore in viaggiatore nella dimensione delle emozioni. Il primo passo effettuato per individuare le potenzialità di rivitalizzazione e di sviluppo dell'area è consistito in una minuziosa analisi territoriale, che ha scandagliato la moltitudine di variabili incidenti sul processo di valorizzazione del territorio quali: la collocazione geografica, il tessuto economico, sociale e culturale dell’ambiente circostante, le preesistenze storiche e archeologiche, il contesto naturalistico e urbanistico. Lo studio ha evidenziato la necessità di perseguire lo sviluppo turistico territoriale dell'area tutelando e ponendo in risalto, in maniera coordinata le peculiarità naturalistiche, storico-archeologiche e culturali del territorio, arricchendo l'offerta con una vasta gamma di servizi in grado di accrescere attrattività e fruibilità del territorio e di riflettersi positivamente sulla nascita di nuove iniziative imprenditoriali in campo turistico. In particolare sono emerse le necessità di : - consolidare lo "spirito" del luogo, rafforzandone l'immagine e, conseguentemente accrescendone visibilità e commerciabilità a favore di un turismo di tipo culturale e ambientale. - elevare il livello qualitativo dell'offerta territoriale incrementando la gamma dei servizi offerti e contribuendo all'integrazione dei settori culturali, ambientali ed enogastronomici; - promuovere l'economia del territorio attraverso la diversificazione e la promozione del l'offerta turistica, la qualificazione delle infrastrutture, il coordinamento tra i punti di interesse e i servizi turistici; In tale contesto, nella considerazione che la cultura della qualificazione, rappresenta la leva più idonea ad assicurare sviluppo e sostenibilità all’economia del territorio, oltre al già citato intervento di restyling e riapertura della porta di accesso Nord alla Mostra e di creazione di una struttura alberghiera innovativa e multifunzionale di livello elevato, si collocano: - la valorizzazione dei reperti archeologici esistenti nell’area (primo tra tutti il tracciato viario di epoca romana) e il recupero architettonico e funzionale degli originari impianti architettonici della Mostra, molti dei quali rappresentano pregevoli opere artistiche ignorate dai più e in grado di costituire un vero e proprio museo a cielo aperto. - la ristrutturazione del padiglione Libia che per la sua collocazione e per le caratteristiche architettoniche si presta alla trasformazione in centro benessere con percorso sensoriale. - l’utilizzo delle area di parcheggio esistente presso l’area nord della Mostra al fine di creare un nodo di interscambio per il car sharing o il bike sharing e facilitare in tal modo l’accessibilità della mostra e la fruibilità dell’intero territorio cittadino da parte dei turisti o, anche, dei residenti. - la creazione di uno spazio progettato a giardino e verde urbano dedicato precipuamente alla suggestione sensoriale, attraverso lo stimolo della vista, dell’olfatto, del tatto e, anche, dell’udito, sollecitato dalle armonie di suoni provenienti dagli scrosci d’acqua delle fontane, dal cinguettio degli uccelli e dall’ondeggiare delle fronde; tale intervento potrebbe essere programmato coinvolgendo investitori privati che, in cambio della cura del verde pubblico, potrebbero avere il permesso di costruire serre a basso impatto ambientale destinate alla produzione florovivaistica e alla successiva commercializzazione, o, anche, di strutturare l’area a giardino sulla falsa riga dei Kew Gardens di Londra riscuotendo i proventi derivanti dalla vendita dei biglietti di ingresso ai visitatori. - il ripristino dell’asse di collegamento Nord-Sud della Mostra quale ulteriore elemento di qualificazione dell’opera e di coordinamento tra punti di interesse. - l’utilizzo del padiglione di ingresso della porta sud quale strutture destinata a ospitare operatori del settore enogastronomico, avente la funzione promuovere le eccellenze campane e italiane nel campo dei cibi, attraverso una mostra permanente e fruibile dei prodotti “del mangiar bene”. L’idea ispiratrice è stata quella della catena “Eataly”, che si potrebbe trasporre a nuovi gruppi di imprenditori locali. - l’ideazione di percorsi tematici permanenti o temporanei volti alla divulgazione scientifica, artistica, socio-culturale.
2 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    L’obiettivo del lavoro è stato quello di restituire alla Mostra d’Oltremare la qualità di volano per l’economia cittadina, attrattrice di investitori e visitatori non solo locali, ma anche nazionali e internazionali. L’intero progetto è stato incentrato sull’intento di offrire ai fruitori del territorio un'esperienza unica, fonte di arricchimento culturale e spirituale. Entrare dalla porta Nord (porta Antiniana) della mostra deve, nelle nostre intenzioni, trasmettere al visitatore la...

    Project details
    • Year 2013
    • Cost 18.100.000
    • Status Competition works
    • Type Parks, Public Gardens / Archaeological Areas / Trade Fair Centres / Hotel/Resorts / Tourist Facilities
    Archilovers On Instagram
    Lovers 2 users