concorso di idee “RENOVATIO URBIS” VIII edizione

La “porta” urbana dell’Acqua Acetosa: proposte per la riqualificazione dell’area della stazione Rome / Italy / 2013

3
3 Love 1,050 Visits Published
Dai sopralluoghi effettuati si è riscontrato uno stato di decadimento della stazione e del piazzale antistante, difficoltà negli attraversamenti e chiusura visuale nel fronte, importantissimo, verso il Tevere. A partire dalla fontana dell’Acqua Acetosa, che è posta in un’area recintata, probabilmente per la pericolosità del tracciato stradale che è oggetto di percorrenze a velocità sostenuta, abbiamo riscontrato una chiusura totale del fronte, con marciapiedi dalla sezione minima e notevoli difficoltà di attraversamento. Il collegamento con i principali poli culturali della zona risulta difficoltoso e l’area sembra, a dispetto della notevole importanza strategica, una periferia, disconnessa dal tessuto urbano e soggetta, per la parte pubblica, a forte abbandono. Il Tevere, così vicino, è completamente “murato” e Villa Glori, che presenta il fronte scosceso verso il fiume, domina il paesaggio accentuando, con la notevole altezza, la sensazione di essere inaccessibile. Viale della Moschea, totalmente congestionata, risulta anch’esso, nel tratto sovrastante la stazione, in parziale abbandono, nonostante a pochi passi si trovi un paesaggio urbano, quello dei Parioli-Flaminio, nettamente diverso, vitale e curato. La ferrovia, con l’alto muro di contenimento del crinale, crea una frattura insuperabile, considerando anche che per arrivare alla quota superiore bisogna affrontare una scalinata faticosa e degradata, oppure è necessario fare tutto il giro costeggiando la stazione, con un alto pericolo derivante dalle sezioni dei marciapiedi inadeguate e discontinue. Considerando l’importanza strategica, soprattutto futura, dell’area e della stazione dell’Acqua Acetosa, si è deciso di sanare questa frattura, inglobando la ferrovia in un moderno GREEN ALTERMALL, chiamato THE WHALE, che funga da Landmark, risarcendo il territorio naturale e creando un grande parco che ricucia decisamente la stazione al fronte sul Tevere e a viale della Moschea. Il progetto prevede un nuovo disegno della viabilità, chiudendo al traffico con una zona ZTL la porzione di via di fronte alla stazione e creando un percorso di mobilità dolce che si colleghi a Villa Glori e al Tevere, sul quale abbiamo individuato due aree di apertura, che ospiteranno piccoli parchi pubblici. E' stato previsto un molo, nella previsione futura di una riqualificazione del Tevere a livello di mobilità urbana, ed un ponte ciclo-pedonale che colleghi la nuova pista ciclabile ai tracciati esistenti sull’altra sponda del Tevere. La stessa ricucitura è stata operata con il tratto presente nei pressi di Villa Glori. Sono state utilizzate diverse essenze arboree come Acacie ed alberi di Giuda per rinfoltire il fronte sul Tevere. La piazza antistante la stazione è stata riqualificata utilizzando un sottomodulo dei campi sportivi, che come nuovi segni territoriali parcellizzano l’area e creano un tessuto a suo modo consolidato. Gli stessi segni disegnano la pavimentazione della piazza interna dell’AlterMall, contrapponendosi ai giardini interni a cielo aperto e agli spazi commerciali e di servizio, che seguono un andamento naturalistico, e che prevedono biglietterie, uffici tecnici, una palestra e una spa, oltre che vari locali per attività correlate allo sport e al tempo libero. La banchina è visibile grazie allo spazio aperto ed arioso, quasi una tensostruttura percettiva, illuminata dalla quota del grande parco posto all’altezza di Viale della Moschea. All’interno i giardini aromatici e il grande parco centrale presentano alberi di Ginko Biloba ed Eucaliptus, oltre ad una piccola foresta di bambù. La piazza antistante invece accoglie le essenze di bosso, festuca, calunna vulgaris e lavandula. L’AlterMall si distende, come una sfoglia verde, salendo da quota 0 a quota 8 metri circa, con una pendenza del 5% permettendo una risalita impercettibile all’interno del parco. Nel progetto è previsto inoltre un grande parcheggio interrato al quale si accede dal lato dello stadio. L’AlterMall, dal lato di Villa Glori, si abbassa di quota protendendosi verso il panorama. Gli ingressi sono creati da due grossi invasi che accolgono l’utente sia che voglia accedere velocemente alle banchine, sia che voglia invece trascorrere del tempo nella piazza coperta, fruibile anche di sera grazie ai punti ristoro. Per accedere alle strutture sportive sarà garantito il passaggio attraverso i varchi ztl e sarà incentivato l’accesso pedonale lasciando l’automobile nel grande parcheggio pubblico. Il sistema del verde risulta quindi fortemente integrato e rafforzato, facendo divenire la zona un polmone verde direttamente connesso alla Villa. Inoltre dal parco viene garantita la vista del Tevere, e di rimando, la strutturazione di un fronte, sebbene naturale, di forte impatto semantico, che si possa configurare come PORTA VERDE alla città. Il sistema inoltre è studiato nell’ottica di sostenibilità sociale, economica ed energetica, poiché crea un indispensabile anello di congiunzione naturalistica, un attrattore economico e un qualificatore sociale di grande importanza. Per garantire l’autosufficienza energetica dell’intero complesso e favorire l’approvvigionamento energetico gratuito dei mezzi elettrici utilizzati sui nuovi percorsi ciclabili, è previsto l’utilizzo di un sistema per la generazione di energia pulita interamente sommerso, Vivace (Vortex Induced Vibration – Aquatic Clean Energy), posto sul fondale del fiume. In questo modo si ha il duplice vantaggio di mitigare l’impatto ambientale di una centrale per la produzione di energia e di avere a disposizione una quantità continua di energia rinnovabile. Come intervento immediato è stata proposta la risistemazione dello slargo che fronteggia la piazza della fontana dell’Acqua Acetosa attraverso la progettazione di una nuova fontana. Il disegno parte dalla grande importanza dell’antico fons, rispetto al quale la nuova si pone come un calco al negativo. La piazza viene disegnata grazie alla rotazione della fontana esistente che crea una serie di porzioni di volta in volta verdi o pavimentate e viene ripresa utilizzandone la sagoma per crearne una che faccia da pendant all’esistente estrudendosi in altezza tanto quanto la fontana precedente si trova sotto la quota di terra. Abbiamo pensato poi ad un elemento di arredo urbano, MIN ECO SYS, che riesca a creare un ecosistema minimo di forma circolare per isolarsi laddove si voglia avere uno spazio personale, seppur all’interno di un parco, o condividere invece con altri il tempo libero. Si pone quindi nel duplice ruolo di accoglienza e condivisione, ospitando un elemento arboreo, l’albero di giuda, che funge da schermo per i periodi caldi. All’interno della seduta troviamo un sistema di illuminazione a led per garantirne l’utilizzo e migliorare la visibilità dei percorsi all’interno dell’area verde, anche nelle ora notturne. La seduta sarà fatta in cemento con ausilio di un rasante, i.active COAT, foto-catalitico, autopulente e mangia smog. L’elemento, facilmente utilizzabile in serie, si attesta perfettamente al lato di percorsi esistenti, all’interno del tessuto urbano, per creare uno spazio verde in miniatura anche laddove non vi sia la possibilità di effettuare operazioni di naturalizzazione più ampie e fornendo quindi una seduta immersa nel verde.
3 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Dai sopralluoghi effettuati si è riscontrato uno stato di decadimento della stazione e del piazzale antistante, difficoltà negli attraversamenti e chiusura visuale nel fronte, importantissimo, verso il Tevere. A partire dalla fontana dell’Acqua Acetosa, che è posta in un’area recintata, probabilmente per la pericolosità del tracciato stradale che è oggetto di percorrenze a velocità sostenuta, abbiamo riscontrato una chiusura totale del fronte, con marciapiedi dalla sezione minima e notevoli...

    Project details
    • Year 2013
    • Client Rotary Roma Parioli
    • Status Competition works
    • Type Parks, Public Gardens / Public Squares / multi-purpose civic centres / Sports Centres / Urban Renewal
    Archilovers On Instagram
    Lovers 3 users