Restauro di un Borgo Rurale in Castenaso (BO)

Studio di fattibilità e progetto definitivo Castenaso / Italy / 2002

0
0 Love 1,829 Visits Published
“Progetto di restauro di un Borgo rurale ubicato nel Comune di Castenaso (BO) in via Fiumana Sinistra n. 12 – 16 località Villanova denominato “Villa Vignoli – San Francesco”” Premessa: E’ noto che la proposta progettuale del restauro di un edificio storico e non , debba partire da dati certi e da rilievi puntuali che consentano una lettura reale sia dei caratteri dell’edificio e sia delle sue eventuali stratificazioni, oltre la consistenza strutturale. Nel nostro caso gli edifici sembrano realizzati in un tempo determinato e definito, tuttavia la loro analisi morfologica sarà parte essenziale e propedeutica per ogni tipo di approccio. La seconda fase dovrà prevedere un’accurata analisi delle funzioni che si dovranno collocare, cercando dove possibile, di dare indicazioni su quanto la moderna sociologia consiglia per una sostenibile realtà residenziale. Il sistema distributivo e le scelte funzionali, diventano così elementi determinanti per una buona resa del progetto e del suo futuro uso. La scelta progettuale di fondo è basata su una opzione contemporanea del concetto di restauro, vicina a quanto indicato dalla Carta del Restauro che, all’interno di un rigoroso rispetto della morfologia dell’edificio, consente se necessario, l’uso di tecnologie e materiali del nostro tempo. Nel progetto saranno perciò individuate con grande cura tutte le parti costruttive ed i dettagli tecnici, realizzati in modo che l’immagine finale del manufatto, possa considerarsi “ora come allora”, frutto della cultura del nostro tempo, ma legato a quanto la storia ed il passato ci hanno tramandato. Ritengo che a questa filosofia progettuale, possa corrispondere non solo un riuso funzionale di una vecchia costruzione, ma che anche si configuri come modello di comportamento linguistico e semiologico per la cultura urbana. E ciò appare fondamentale se si pensa a quanto oggi, più che nel passato, siano influenti e determinanti i modelli di riferimento la cui qualità consente di trasformare profondamente anche la struttura della società. Un buon manufatto, realizzato con rigore progettuale provoca una reazione a catena nelle abitudini e nei comportamenti, e ciò sia in senso positivo che negativo. E’ perciò fondamentale che il progetto non presenti soltanto valori tecnico-strutturali, ma sia esso stesso messaggio compreso dall’immaginario collettivo. Il processo progettuale si baserà su questo aspetto, cercando di dare risposte concrete, dimostrando che il vecchio può essere anche il nuovo. Nel caso specifico il progetto consiste nel restauro con destinazione d’uso residenziale di un borgo rurale ubicato in Località Villanova – San Francesco denominato Villa Vignoli ricadente nel Comune di Castenaso (BO), attualmente in stato di abbandono. Il borgo è composto da cinque corpi di fabbrica precisamente, da due fienili, una casa colonica, una villa padronale ed una piccola chiesa. Descrizione sintetica degli edifici oggetto di intervento Villa Padronale L’edificio originariamente si sviluppava su due piani fuori terra con copertura a padiglione più una zona cantina con accesso dal lato Nord per mezzo di una scala esterna, come si può rilevare dalla scheda n. 11830360 di accertamento generale delle unità immobiliari urbane depositata presso l’ U.T.E. di Bologna in data 20.aprile 1940. A quanto è dato sapere nel corso dell’ultimo conflitto bellico a causa di bombardamenti è stata completamente distrutta all’interno, di seguito, non si è provveduto alla sua ricostruzione e quindi alla sua funzione di residenza ma è stato rifatto solamente il tetto di copertura a volta con centine in calcestruzzo prefabbricato conservando i muri perimetrali esistenti, destinandola a ricovero dei mezzi agricoli riservando una piccola porzione a residenza del fattore. L’edificio ha una superficie coperta di mq 314 circa. Il progetto prevede la ricostruzione della villa destinandola a residenza, vista la consistenza saranno ricavati quattro appartamenti al piano terra con verde privato e quattro al primo piano. Non è stato possibile reperire i disegni originari dei prospetti della villa, ma sulla scorta delle planimetrie catastali originarie, con una foto risalente al primo decennio del secolo scorso e con l’aiuto dei ricordi di alcune persone del luogo si è cercato di ricostruirla come era prima che fosse distrutta. Ovviamente questo non sarà un intervento di restauro, ma una ricostruzione ed un recupero di spazi ed ambienti che sono stati distrutti. Ciò sarà fatto nel rispetto dell’architettura tradizionale del luogo, con l’utilizzo di materiali, metodi di costruzione e colori, cercando di ridare personalità e vita ad un oggetto “morto”, potrebbe sembrare un falso storico, ma in realtà è un riproporre un modo di costruire assai diffuso nella pianura bolognese. Casa Colonica La casa colonica, anch'essa schedata come bene culturale, ha una superficie coperta lorda di circa mq 237 per due piani fuori terra Costruzione tipica della pianura bolognese, nonostante versa in grave stato di abbandono conserva tutte le caratteristiche ed il fascino delle case coloniche un tempo abitate dai contadini, semplice nell’architettura, funzionale negli spazi, realizzata con materiali poveri e tradizionali profondamente legati all’ambiente ed al territorio circostante. E’ un dovere ridare vita a strutture del genere, conservarli quali testimonianza di un costruire oggi purtroppo accantonato. Il progetto di restauro vuole conservare l’edificio in tutte le sue caratteristiche, adeguandolo a quelle che sono le esigenze abitative ma nel rispetto della sua architettura. Il progetto dal punto di vista strutturale rispetta l’originalità della stessa, saranno integrati dei muri portanti soprattutto per problemi di consolidamento. Fienile L’edifico, anch’esso schedato come bene culturale, ha una superficie coperta lorda di circa mq 122 per due piani fuori terra. Purtroppo sono stati effettuati dei lavori di ristrutturazione, che hanno interessato i solai, sono stati infatti ricostruiti a voltine in ferro e cemento, la struttura del tetto di copertura è rimasta invece in capriate di legno di ottima fattura ed in buono stato di conservazione Come edificio è particolarmente di pregio, è interessante sia per la sua tipologia sia per le facciate, nel complesso si presenta in uno stato di conservazione medio. Il progetto di restauro cui sarà sottoposto l'edificio tenderà essenzialmente a conservarlo in tutte le sue caratteristiche, in particolar modo nelle facciate, queste, rimarranno così come sono, saranno praticate delle aperture nuove ad arco ribassato come quelle esistenti, e sarà adeguato a quelle che sono le esigenze della nuova destinazione d'uso ma nel massimo rispetto della sua architettura. Verranno realizzate tre unità abitative con zona giorno al piano terra e zona notte al piano primo. Chiesa La piccola chiesetta è a navata unica e termina con un abside centrale racchiuso a sua volta in una struttura rettangolare, ove è ubicata la Sagrestia ed un piccolo locale che affaccia sull'altare per mezzo di una finestra con una grata in ferro da dove, i nobili proprietari dei fondi assistevano alle funzioni religiose. La facciata è assai graziosa, presenta un portale con architrave dritto sormontato da una finestra a semicerchio con grata in ferro battuto, e termina con un timpano arricchito da una serie di cornici in rilievo. Il monumento sarà sottoposto ad un intervento di restauro conservativo.
0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    “Progetto di restauro di un Borgo rurale ubicato nel Comune di Castenaso (BO) in via Fiumana Sinistra n. 12 – 16 località Villanova denominato “Villa Vignoli – San Francesco”” Premessa: E’ noto che la proposta progettuale del restauro di un edificio storico e non , debba partire da dati certi e da rilievi puntuali che consentano una lettura reale sia dei caratteri dell’edificio e sia delle sue eventuali stratificazioni, oltre la consistenza strutturale. Nel nostro caso gli edifici sembrano...

    Project details
    • Year 2002
    • Client Galliera S.r.l. - Bologna
    • Status Completed works
    • Type Monuments / Recovery/Restoration of Historic Buildings
    Archilovers On Instagram