CONCORSO DI IDEE- PRIMO PREMIO

Comune di Pino Torinese Pino Torinese / Italy / 2007

0
0 Love 1,257 Visits Published
PROGETTO VINCITORE Rivalutare un piazzale adibito a parcheggio, inserire una nuova volumetria commerciale,organizzare l'attività mercatale, riconnettere al contesto una villa ed un parco. In sintesi, questi sono gli elementi da coniugare. Un'affascinante sfida, per articolazione e complessità, che si svolge nel cuore dell'abitato e si disputa sul piano della composizione urbana stratificata nel tempo, modalità che ha la sua chiave di volta nel rapporto tra le parti. In quest’ottica si è scelto di alleggerire il carico di funzioni destinato alla sola piazza articolando gli spazi in un sistema di piazze. Il progetto prevede: • la pedonalizzazione dell'area centrale e la realizzazione di una via di collegamento nella parte nord dell'area di intervento; • il posizionamento delle piazzole mercatali lungo i gradoni della via pedonalizzata e nella piazzetta del mercato; • un parcheggio interrato a due piani con i soli accessi pedonali sulla piazza; • due edifici, uno a stecca, che definisce il lato sud est della piazza, ed uno a pianta quadrata incastonato in una gradinata che collega il livello dei giardini, ridimensionati, ad una nuova seconda piazza, destinata principalmente al mercato, che si delinea a nord dell'ufficio tecnico; • la realizzazione di una “seconda pelle” ecologica, finalizzata al recupero energetico, perimetrale all'edificio del Comune e l'inserimento di una “quinta” sul suo lato nord-est per creare un fronte sulla nuova piazza; • l'eliminazione dei muri di contenimento e la realizzazione di una piazza-parco, senza interruzioni, che si sviluppa su di un'unica superficie pavimentata in pendio (mediamente 4%) che supera i dislivelli più ripidi con delle gradinate, avvolge la villa centrale alla sua quota di spiccato originaria e si immette nel parco per riallacciarsi al tessuto urbano attraverso dei viali in dolce pendenza che diventano l'accesso del lato sud-ovest. Un'asse generatore longitudinale organizza i percorsi e valorizza, evidenziato da un portale, il collegamento con via Roma al livello superiore. Il fulcro da cui si dipanano gli assi secondari è sottolineato dalla presenza di una fontana. La Piazza La necessità di realizzare nuova volumetria, permette di ridefinire i rapporti tra gli edifici e lo spazio vuoto, creando nuove visuali e modificando gli spazi di relazione. La suddivisione dell'intervento edificatorio in due volumi ne riduce l'impatto e diversifica gli spazi generati. Una quinta posta sul lato nord-est dell'edificio comunale crea un nuovo ordine nella seconda piazza. La rimozione dei muri di contenimento e lo sviluppo in pendio delle pavimentazioni aumenta la distanza tra l'osservatore e i fondali scenici degli spazi, generando nuove prospettive dai caratteri marcatamente differenti che aumentano la riconoscibilità dei luoghi. La nuova piazzetta ha un impostazione più raccolta e statica; le proporzioni del nuovo edificio a pianta quadrata inserito nella gradonata di collegamento al parco giochi, acuiscono questo aspetto della nuova piazza del mercato. La piazza principale, rimodellata dal nuovo edificio a stecca, vede accentuarsi il suo aspetto dinamico attraverso proporzioni più allungate, il dislivello naturale è liberamente percepibile e invita a raggiungere l'area parco, ora tutt'uno con la piazza stessa. I due scorci visuali a cui lo sguardo è invitato (verso collina e verso valle) cingono Villa Grazia rendendola parte integrante di questo sistema di piazze. Il parcheggio Il parcheggio in progetto sviluppa in un sistema di piani, appartenenti a un unico compartimento, che utilizzano, riorganizzano ed accrescono, con un collegamento sotterraneo, la struttura esistente a nord est dell'edificio del comune. L’accesso alle auto è avviene tramite la rampa a doppio senso esistente. Il tunnel in pendenza consente di fruire delle aree di sosta poste sotto la nuova piazza. Il parcheggio, dotato di impianto di spegnimento automatico, è areato tramite griglie poste nel piano della pavimentazione. Gli accessi pedonali con scale a raso, "mimetizzate" nel contesto della piazza, garantiscono il rapido raggiungimento dei centri funzionali. Il Palazzo Comunale L’idea è quella di rivestire il palazzo del Comune con un sistema di rivestimento a “doppia pelle” che permetta di ridisegnare l’immagine dell’edificio comunale in un edifcio mimetico, energeticamente avanzato, che minimizzi le dispersioni. La nuova immagine di un Comune sensibile alle tematiche ambientali è legata all'impiego in facciata di materiali tecnologicamente avanzati capaci di utilizzare l’energia del sole. si presenta come una pellicola sottile applicabile su di un doppio strato di vetro temperato di sicurezza (4+4). L'elemento di accumulo dell'energia solare (tellururo di cadmio), avrà più colori, individuati sulle tonalita' del verde e saranno piu' intensi alla base per rarefarsi salendo verso il cornicione per generare un volume “sfumato” nel contesto del panorama verde della collina.
0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    PROGETTO VINCITORE Rivalutare un piazzale adibito a parcheggio, inserire una nuova volumetria commerciale,organizzare l'attività mercatale, riconnettere al contesto una villa ed un parco. In sintesi, questi sono gli elementi da coniugare. Un'affascinante sfida, per articolazione e complessità, che si svolge nel cuore dell'abitato e si disputa sul piano della composizione urbana stratificata nel tempo, modalità che ha la sua chiave di volta nel rapporto tra le parti. In quest’ottica si è...

    Project details
    • Year 2007
    • Client Comune di Pino Torinese
    • Status Competition works
    • Type Public Squares
    Archilovers On Instagram