Il talento della macchina

Morfogenesi computazionale e decorazione islamica Istanbul / Turkey / 2012

7
7 Love 781 Visits Published
Nell'elaborazione del progetto è stato scelto di differenziare il tamponamento a seconda della destinazione d'uso degli spazi. Le aree espositive e di sperimentazione sono state pensate come volumi completamente chiusi, mentre gli spazi di collegamento tra i vari padiglioni sono tamponati con una maglia traforata. Questa scelta risponde a due ordini di considerazioni. La prima riguarda la percezione dell'interno dall'esterno: osservando l'edificio è immediato comprendere quali siano gli spazi dedicati al museo e quali quelli che costituiscono semplici collegamenti. La seconda considerazione invece riguarda la percezione dell'esterno dall'interno. Nei padiglioni l'attenzione del visitatore deve essere concentrata sulle attività del centro, per cui viene preferito un tamponamento completamente opaco. Nei corridoi di collegamento, invece, il passaggio da un padiglione all'altro diventa occasione per creare sensazioni diverse e per rapportarsi con l'esterno attraverso il tamponamento permeabile allo sguardo. La griglia, in particolare, è costituita da un pattern tipico della tradizione islamica: l'idea è quella di riavvicinarsi al luogo e alla cultura locale attraverso l'uso di un elemento decorativo tradizionale, ma rivisitato in quanto applicato su un edificio basato su procedimenti matematici non tradizionali. La coerenza con il progetto è ricercata attraverso l'uso degli stessi strumenti usati per l'elaborazione dell'intero edificio. In particolare è stata usata una sequenza algoritmica costruita con Grasshopper, un plug-in per Rhinoceros, la cui configurazione si può vedere nell'immagine in basso. Gli elementi così generati sono poi stati applicati ai volumi di collegamento tra i vari padiglioni e tra i padiglioni e il suolo, così come era stato inizialmente stabilito. Tutto il lavoro è stato poi raccolto in due volumi e in alcune tavole. Il primo volume, il cui titolo "Il talento della Macchina" riprende quello della tesi stessa, è una guida all'algoritmo, che spiega il processo di costruzione dell'algoritmo stesso e come si è giunti a tale risultato. Il secondo volume, invece, rappresenta una sorta di quaderno di studio ed è suddiviso in due parti. La prima parte riguarda il pattern islamico, con una breve introduzione sulla storia e lo stile di questa particolare forma di decorazione, seguita da una nutrita serie di tavole di casi studio analizzati dal punto di vista geometrico. La seconda parte, invece, riguarda il codice ed esplora le possibilità creative di questo particolare linguaggio, che come tale possiede una sintassi e un vocabolario propri. Questo volume rappresenta il background necessario per la costruzione dell'algoritmo e l'elaborazione del progetto presentato nei capoversi precedenti.
7 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Nell'elaborazione del progetto è stato scelto di differenziare il tamponamento a seconda della destinazione d'uso degli spazi. Le aree espositive e di sperimentazione sono state pensate come volumi completamente chiusi, mentre gli spazi di collegamento tra i vari padiglioni sono tamponati con una maglia traforata. Questa scelta risponde a due ordini di considerazioni. La prima riguarda la percezione dell'interno dall'esterno: osservando l'edificio è immediato comprendere quali siano gli spazi...

    Project details
    • Year 2012
    • Client Thyssenkrupp Elevator
    • Status Research/Thesis
    • Type multi-purpose civic centres
    Archilovers On Instagram
    Lovers 7 users