Progetto di lottizzazione per edilizia residenziale.

Cavriglia / Italy / 2006

0
0 Love 945 Visits Published
Il limite tra tradizione e continuità trova in questo progetto un motivo di forte tensione compositiva. Gli elementi che vengono proposti nel progetto architettonico possono dirsi in continuità con quella realtà toscana che ancora oggi è leggibile e riconoscibile negli agglomerati dei centri storici dagli agglomerati turriti, dalle case coloniche immerse solitari nel paesaggio. I quattro blocchi residenziali sono attorniati da uno spazio vuoto centrale ove sono ubicato gli spazi pubblici; questa piazza diviene una corte comune, un impianto tipologico riconoscibile attraverso una morfologia urbana che assume un carattere di forte socialità. La torre centrale diviene metafora delle torri dei centri storici che segnano e disegnano il paesaggio toscano mentre l’uso del mandolato in laterizio dimostra di conoscere un vocabolo minore, ovvero come ci ha insegnato nel lontano 1936 Pagano, un dizionario logico dell’architettura. L’uso della pietra della parte basamentale e dei muri di recinzione rafforza quella realtà compositiva di lunga durata, quella forza materica e pesantezza linguistica che è propria della realtà murata toscana. Alpini costruisce un rapporto materico tra materiali di lunga durata e materiali decisamente più moderni, quali il vetro ed il ferro. Il progetto che lambisce il centro di Cavriglia, si pone al limite del territorio aperto con l’ambiente urbano, quel limite sacro tra città campagna tra spazio aperto e spazio murato. La tipologia usata è quindi quella riconoscibile in quella realtà di frangia che spesso gli strumenti urbanistici impongono; edifici quadrifamiliari si sviluppano con un piano terra destinato a cantine e garage mentre i piani superiori dispongono gli ambienti diurni e notturni. Gli edifici possono essere letti anche come piccoli templi che si adagiano sulla collina , un porticato vetrato, un pronao che si stacca da un basamento in pietra contrappone una base di grande solidità e robustezza compositiva con la parte superiore più fragile e vuota. Gli edifici nel complesso sembrano dimostrare un continuo dialogo tra accademia e dialetto, tra modernità e tradizione.
0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Il limite tra tradizione e continuità trova in questo progetto un motivo di forte tensione compositiva. Gli elementi che vengono proposti nel progetto architettonico possono dirsi in continuità con quella realtà toscana che ancora oggi è leggibile e riconoscibile negli agglomerati dei centri storici dagli agglomerati turriti, dalle case coloniche immerse solitari nel paesaggio. I quattro blocchi residenziali sono attorniati da uno spazio vuoto centrale ove sono ubicato gli spazi pubblici;...

    Project details
    • Year 2006
    • Main structure Reinforced concrete
    • Client F.lli. Galli
    • Cost 1.500.000
    • Status Current works
    • Type Multi-family residence
    Archilovers On Instagram