Abitare il Parco

Progetto di riqualificazione urbana- 3° classificato al concorso di idee Sirolo / Italy / 2011

3
3 Love 914 Visits Published
Sirolo sorge sulle pendici del Monte Conero. Le sue origini sono remotissime come testimoniano i graffiti ritrovati su alcuni lastroni di roccia. Il simbolo del paese è il pesce “Varolo”, ovvero la spigola . Il bando prevedeva la sistemazione di un'area molto vasta. Il progetto si è focalizzato principalmente su tre elementi: la valorizzazione dal punto di vista turistico ricettivo dell'area periferica posta a valle, zona di ingresso alla città; la creazione del bosco urbano; la riqualificazione dell'area dell'antica fonte. La nuova porta della città – “Porta Varolo” Nell'area posta a sud è stata recentemente creata una nuova viabilità che smista il grande traffico estivo .L'obbiettivo è di far diventare quest'area dismessa una meta turistica, un luogo di accoglienza per visitatori che transitano nel litorale del Conero. Il tema ispiratore del progetto è stato il “Varolo”, pesce simbolo della città. Si è materializzato con una scultura in bronzo, ludica e fruibile, adagiata su una nuova piazza provvista di sedute, di fontane e di aiuole fiorite. Una scultura che diventa architettura, con un tragitto pedonale interno che rivela all'orizzonte il panorama circostante fino al litorale. Il visitatore può salire su di essa, come in una fiaba e al tempo stesso scoprire paesaggi altrimenti nascosto. Il manufatto è realizzato con pannelli di bronzo e si innalza su un pavimento di pietra bianca, che ricorda la roccia del Monte Conero, delle Due Sorelle e dei ciottoli delle spiagge sottostanti. La nuova piazza è collegata al bosco urbano e al centro cittadino tramite percorsi pedonale e ciclabili. Per favorire la sosta sono stati pensati appositi spazi per auto. Il Bosco Urbano Dalla rotatoria che custodisce il simbolo cittadino, camminando lungo il percorso pedonale e ciclabile si arriva all’info-point e al nuovo orto urbano. La passeggiata prosegue costeggiando il fosso che porta alla fonte. Sulle pendici della collina si estende il nuovo bosco urbano, che ospita piante autoctone posizionate con un andamento naturalistico. Nella zona limitrofa si trova il nuovo parco del teatro all’aperto, luogo di incontro e di ritrovo per manifestazioni culturali e di intrattenimento. Si giunge anche all'orto botanico di libero accesso e vivibile dagli abitanti. Per rendere più accessibili questi luoghi, ora impervi, è prevista una sistemazione a gradonate. Nell’area più a nord viene collocata una piccola piazza con un bar, un pista di pattinaggio, un punto turistico informativo e un'area riservata ai cani. La pista di pattinaggio non è intesa nel senso tradizionale, ma è pensata come un percorso circolare nel verde, con spazi separati per gli skate board e circuiti per i roller blade. Area della fonte Attualmente per arrivare alla fonte si passa tramite una stretta strada carrabile a senso unico. La sorgente non si scorge perché è posta sotto il livello stradale ed è coperta da una folta vegetazione selvaggia. Essa è molto antica ed è un peccato che la popolazione non ne possa usufruire. Il progetto prevede la trasformazione dell'attuale strada carrabile in un percorso pedonale, un breve tragitto che collega il centro con gli alberghi e le case dei nuovi quartieri. In adiacenza si propongono appositi spazi di sosta per bus turistici e per camper. Lo spazio della fonte viene allargato e reso accessibile. L'area che costeggia il fosso viene attrezzata con percorsi pedonali realizzati su pedane in legno, con panchine, fontane ed opere d'arte. Più a monte, ad una quota superiore viene creata una piazzetta dalla forma zoomorfa che ospita delle aiuole e sedute a forma di pesce , rimando al simbolo della città e alla scultura menzionata. La piazza sopraelevata si affaccia con una balconata sulla fonte e sul percorso lungo-fosso. Per creare delle soste ombreggiate sono state pensate delle pensiline con copertura brise -soleil in legno chiaro.
3 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Sirolo sorge sulle pendici del Monte Conero. Le sue origini sono remotissime come testimoniano i graffiti ritrovati su alcuni lastroni di roccia. Il simbolo del paese è il pesce “Varolo”, ovvero la spigola . Il bando prevedeva la sistemazione di un'area molto vasta. Il progetto si è focalizzato principalmente su tre elementi: la valorizzazione dal punto di vista turistico ricettivo dell'area periferica posta a valle, zona di ingresso alla città; la creazione del bosco urbano; la...

    Project details
    • Year 2011
    • Client Comune di Sirolo
    • Status Competition works
    • Type Parks, Public Gardens / Public Squares / Urban Renewal / Monuments
    Archilovers On Instagram
    Lovers 3 users