NUOVA SEDE DEGLI ORDINI DI PISTOIA

AREA EX BREDA -PISTOIA- Pistoia / Italy / 2008

0
0 Love 606 Visits Published
Oggetto del concorso è un complesso a forma rettangolare ricavato da una serie di capannoni industriali dismessi, sede in passato delle “Officine San Giorgio”.
Si pone l’esigenza principale di restaurare la facciata, sul lato nord, realizzata da Gino Coppedè nei primi anni del ‘900, di conservare le prime due campate ad essa collegate e, come previsto nel Piano Particolareggiato Comunale, di creare un passaggio trasversale coperto, “traslando” di una campata quello spazio destinato in passato alle manovre del carro ponte.

Tutto ciò pareva tradursi nella formazione di un edificio costituito da due corpi di fabbrica distinti ma uniti da un passaggio coperto in posizione intermedia e baricentrica: il primo corpo di fabbrica sul lato nord, caratterizzato dalla conservazione dell’impianto tipologico e strutturale delle prime due campate e destinato a sede di sette ordini professionali della Provincia di Pistoia e il secondo, attestato a sud sulla “Spina centrale” dell’Area ex-Breda, più genericamente destinato ad attività direzionali, e commerciali da articolare su due piani fuori terra.

Il progetto

Principi generatori del progetto:

- la conservazione delle prime due campate dell’edificio;
- la creazione di una continuità ed omogeneità formale tra la porzione di edificio da conservare e quella ricostruita attraverso l’estensione indifferenziata del modulo di copertura su tutto il complesso;
- lasciare la maggior unitarietà dello spazio interno della ex officina come salvaguardia dell’unico “attributo monumentale” del complesso oltre la facciata del Coppedè;
- la creazione di uno spazio “fluido” sia funzionalmente che percettivamente attraverso una distribuzione lineare delle funzioni organizzate in “contenitori” inseriti all’interno delle volumetrie esistenti;
- la realizzazione di un percorso interno di attraversamento pedonale/visivo che entrando dalla facciata Coppedè chiarisca immediatamente l’assetto distributivo del progetto e sorprenda il visitatore consentendogli la percezione complessiva degli spazi;
- la creazione di una omogeneità di trattamento sui fronti per rafforzare l’immagine generale del fabbricato generata dalla ripetizione del modulo delle prime tre campate;
- l’attribuzione di maggior valore alla semplicità dell’involucro con la interpretazione della forma secondo principi di sostenibilità ed ecoefficienza;
- la ricerca del miglior equilibrio per lo sfruttamento della superficie lorda complessiva tra quella destinata agli ordini e quella della porzione più genericamente direzionale.

Il progetto si articola su un asse longitudinale che attraversa tutto il corpo di fabbrica dell’edificio per aprirsi nello spazio esterno sotto la campata intermedia, luogo di relazione e di accesso per chi provenga dall’interno delle Aree ex Breda.
0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Oggetto del concorso è un complesso a forma rettangolare ricavato da una serie di capannoni industriali dismessi, sede in passato delle “Officine San Giorgio”.Si pone l’esigenza principale di restaurare la facciata, sul lato nord, realizzata da Gino Coppedè nei primi anni del ‘900, di conservare le prime due campate ad essa collegate e, come previsto nel Piano Particolareggiato Comunale, di creare un passaggio trasversale coperto, “traslando” di una campata quello spazio destinato in passato...

    Project details
    • Year 2008
    • Client ORDINI PROFESSIONALI DI PISTOIA
    • Status Competition works
    • Type multi-purpose civic centres / Offices/studios / Showrooms/Shops
    Archilovers On Instagram