Dalla parte dei bambini

scuola materna ed elementare Naples / Italy / 2003

1
1 Love 1,028 Visits Published
E’ un progetto che lavora sugli spazi interni di un palazzetto inizio secolo lasciandone inalterato l’involucro esterno e quindi il carattere architettonico, la tipologia e la struttura. Venti aule, distribuite sui tre livelli originari della palazzina, diventano all’occorrenza spazi flessibili e comunicanti per i momenti di lavoro collettivo e della didattica interdisciplinare; la spina distributiva delle aule disegna, con la sua forma irregolare, una vera e propria galleria per l’esposizione dei lavori manuali dei bambini e, in alcune parti, spazio per il gioco. Il progetto punta quindi alla configurazione di un rinnovato carattere tutto interno fatto di spazialità irregolari e fluide e orizzonti diversificati, in cui i bambini possano sentirsi accolti come in un gioco: la ringhiera della nuova scala in cemento faccia a vista, in pannelli di lamiera microforata, disegna figure stilizzate di bambini che si tengono per mano lungo tutto il percorso dove le finestre preesistenti, chiuse per motivi di sicurezza da pannelli in lexan colorati, filtrano una luce del sole sempre diversa, regalando allo spazio della scala atmosfere quasi fiabesche e intensi giochi di luce. La scala centrale, ricostruita per motivi di sicurezza, è una struttura in ferro colorato con le pedate in cristallo serigrafato. I bambini, percorrendola, hanno la possibilità di vedersi tra loro attraverso le superfici trasparenti dei gradini. Il lucernario che copriva la scala centrale diventa planetario e lo spazio sottostante una piccola cavea in struttura di ferro colorato da cui i bambini possono scrutare il cielo. Gli spazi collettivi sono un pretesto per disegnare ancora i luoghi del gioco: la rampa che collega il giardino con il piano rialzato, con la sua forma svirgolata che avvolge per rispetto e per gioco uno degli alberi secolari del giardino, è quasi lo scivolo di un luna-park; il giardino, nel conservare gli alberi secolari esistenti, ridefinisce spazi per il gioco all’aperto con la sabbia, i ciottoli, e aree in resina colorata. Il teatro, luogo delle recite e dei cori, è una piccola cavea dalle forme sinuose e colori forti che si stendono come tappeti sulle gradinate.
1 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    E’ un progetto che lavora sugli spazi interni di un palazzetto inizio secolo lasciandone inalterato l’involucro esterno e quindi il carattere architettonico, la tipologia e la struttura. Venti aule, distribuite sui tre livelli originari della palazzina, diventano all’occorrenza spazi flessibili e comunicanti per i momenti di lavoro collettivo e della didattica interdisciplinare; la spina distributiva delle aule disegna, con la sua forma irregolare, una vera e propria galleria per l’esposizione...

    Project details
    • Year 2003
    • Work started in 2001
    • Work finished in 2003
    • Main structure Reinforced concrete
    • Client DPDB s.r.l.
    • Cost 700 000 €
    • Status Completed works
    • Type Schools/Institutes
    Archilovers On Instagram
    Lovers 1 users