Concorso per la riqualificazione del parco della Ghiaie e per la fruizione della spiaggia degli Argonauti

PROGETTISTI: Arch.Gianluca Lella, ING. Andrea Trinca (Titolari Green Cube Studio), Arch. Anna Claudia Bufo, Arch. Federico Mistò, Arch. Emanuela D'Alessandro, Arch. Lorella Palma, Arch. Maria Elisa Messina Portoferraio / Italy / 2012

3
3 Love 2,004 Visits Published
Il progetto si pone come risoluzione di differenti problematiche riguardanti un’area posta a nord dell’Isola d’Elba, prossima alla Spiaggia degli Argonauti. In questa superficie sono presenti spazi urbani molto diversificati tra loro. L’obiettivo è quello di ricreare un’unità evidenziando i valori storici ed ambientali presenti e nel contempo eliminando gli elementi in disuso. Entrando nel dettaglio del sito oggetto di studio, si può notare che attualmente esso è costituito ad est da ex caserme della Guardia di Finanza, ormai abbandonate, sovrastate dalle imponenti mura delle fortezze medicee. Ad ovest, separato da questi edifici inutilizzati, a causa di una strada che mette in comunicazione l’ intera area analizzata con il Porto della città di Portoferraio, vi è il Parco delle Ghiaie. Anche se frequentato, il sito ad oggi è scarsamente provvisto di attrezzature o servizi in grado di valorizzarlo. Entrambi gli ambiti descritti affacciano sulla Spiaggia degli Argonauti, caratterizzata da ciottoli di Ghiaia formatisi da un particolare processo di erosione della roccia costiera. Infine la fascia di mare su cui affaccia questo lembo di costa appartiene ad una tra le più antiche aree marine protette del Mediterraneo. Proprio per tale motivazione la spiaggia è oggetto di tutela da parte degli Enti competenti. Il progetto propone uno spazio pubblico scandito da una rete a maglia triangolare, ispirata dalle forme in pianta delle fortezze medicee presenti in luogo, in grado di uniformare la fruizione e la percezione di questo spazio. Il Parco, ora attrezzato e dotato di differenti servizi, e l’area immediatamente a ridosso della spiaggia vedono una presenza massiccia di essenze arboree e vegetazionali autoctone proprio per non perdere l’identità isolana. L’area occupata dalle caserme vede la demolizione di queste. Anch’essa viene rinaturalizzata e trasformata inoltre in sede per edifici temporanei in grado di ospitare le diverse attività utili alla fruizione sia della vicina zona balneare, sia del parco attrezzato in cui viene inglobata. In sintesi il risultato finale è l’ottenimento di un’omogeneità attraverso la costituzione di un unico Parco al cui interno sono presenti 1) Arredi urbani volti alla fruizione ed alla comunicazione dei luoghi 2) Aree tematiche ludodidattiche per bambini 3) Integrazione di sistemi tecnologici finalizzati al risparmio ed alla razionalizzazione delle risorse 4) Un lungomare costituito da opere antierosione tramite la realizzazione di dune, fasce arbustive e dispositivi di ingegneria naturalistica in grado di proteggere l’intero sito. 5) Strutture realizzate secondo i criteri della bioarchitettura
3 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Il progetto si pone come risoluzione di differenti problematiche riguardanti un’area posta a nord dell’Isola d’Elba, prossima alla Spiaggia degli Argonauti. In questa superficie sono presenti spazi urbani molto diversificati tra loro. L’obiettivo è quello di ricreare un’unità evidenziando i valori storici ed ambientali presenti e nel contempo eliminando gli elementi in disuso. Entrando nel dettaglio del sito oggetto di studio, si può notare che attualmente esso è costituito ad est da ex...

    Project details
    • Year 2012
    • Client Comune di Portoferraio
    • Status Unrealised proposals
    • Type Parks, Public Gardens / Public Squares / Waterfront / Urban Furniture / Bars/Cafés / Urban Renewal / River and coastal redevelopment
    Archilovers On Instagram
    Lovers 3 users