Mausoleo della Bela Rosin

Progetto di restauro e consolidamento Turin / Italy / 2005

0
0 Love 1,057 Visits Published
Il mausoleo conosciuto con il nome della “Bela Rosin” o come il “Pantheon di Mirafiori” rappresenta un’importante testimonianza storico-architettonica di fine Ottocento. Fatto costruire su volontà della famiglia di Rosa Vercellana Contessa di Mirafiori (moglie morganatica di Vittorio Emanuele II) per conservarne le spoglie, sorge all’interno di un parco rettangolare delimitato da una cinta muraria, su di un terreno leggermente declinante verso il fiume Sangone, al confine tra i comuni di Torino e Nichelino. A occidente, una cancellata in ferro battuto segnata da pilastri murari funge da aulico ingresso. L’architetto Angelo Demezzi, seguendo le direttive della committenza, realizza nel 1887 una struttura che riproduce su scala minore le forme del Pantheon romano (negli ordini come negli apparati decorativi) con un corpo cilindrico sormontato da cupola con oculo centrale e un avancorpo contraddistinto da un pronao timpanato. Il complesso si presentava in uno stato di avanzato degrado, sia interno che esterno; si è rivelato necessario quindi coniugare il recupero delle valenze originarie con esigenze di flessibilità per il futuro riutilizzo come luogo per incontri culturali. Per quanto concerne la parte esterna, i due bassi fabbricati fiancheggianti l’entrata ed accostati al muro di cinta (in origine adibiti a guardiole) sono stati oggetto di importanti restauri con la ricostruzione degli orizzontamenti e delle coperture soggetti a crollo, includendo il consolidamento delle murature. Sul pronao sono stati previsti interventi sul manto di copertura e la reintegrazione delle volte. L’avancorpo presentava inoltre consistenti tracce di distacco dell’intonaco ed un degrado delle cornici del secondo e terzo ordine a causa dell’invasività delle acque meteoriche. A seguito della ricostruzione del sistema di allontanamento delle acque si è poi proceduto alla ristilatura dei giunti dei partiti murari. Il restauro della cupola emisferica è consistito nel consolidamento dell’intradosso e nella sostituzione della copertura esterna in lastre di rame seguendo l’originaria suddivisione in campiture. L’edificio è stato restituito alla città predisposto per usi culturali. Progettazione architettonica: Isolarchitetti (fino al 2000 Gabetti & Isola), F. Bruna, G. Drocco, L. Moretto (coordinatore progetto), L. Luciani (capogruppo r.t.) Strutture: F. Ossola, G. Pistone Consulente restauro: M. Momo Sicurezza: Buonomo & Veglia, CO.PA.CO impianti tecnologici: Metec Engineering srl Direzione lavori: R. Stura (Città di Torino) Committente: Città di Torino Impresa: CELI s.c.a.r.l.
0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Il mausoleo conosciuto con il nome della “Bela Rosin” o come il “Pantheon di Mirafiori” rappresenta un’importante testimonianza storico-architettonica di fine Ottocento. Fatto costruire su volontà della famiglia di Rosa Vercellana Contessa di Mirafiori (moglie morganatica di Vittorio Emanuele II) per conservarne le spoglie, sorge all’interno di un parco rettangolare delimitato da una cinta muraria, su di un terreno leggermente declinante verso il fiume Sangone, al confine tra i comuni di Torino...

    Project details
    • Year 2005
    • Work finished in 2005
    • Client Città di Torino
    • Contractor CELI s.c.a.r.l.
    • Status Completed works
    • Type Recovery/Restoration of Historic Buildings / Structural Consolidation
    Archilovers On Instagram