Tavolo Mesa

Milan / Italy / 2008

27
27 Love 9,143 Visits Published
Il tavolo “Mesa” disegnato per Vitra racchiude emblematicamente gli elementi-chiave che caratterizzano l’architettura fluida e decostruttivista di Zaha Hadid. Smantellando l’idea formale dell’oggetto, e riportandola alle sue parti costituenti – suolo, struttura, superficie – il progetto crea un mondo tra i due piani orizzontali; un modo che diventa struttura ma nel quale il vuoto esprime tanto la forma quanto il corpo solido. Si tratta di vuoti che, lungi dall’essere mere aperture, definiscono la superficie dell’oggetto; la progettista li paragona a dei gigli d’acqua. “Il tavolo Mesa diventa estrusione microcosmica delle idee di spazialità riconoscibili nella architettura di Zaha Hadid. La forma non segue un’unica funzione; è piuttosto guidata dal piano e dal flusso dello spazio. Diventa qualcosa di plastico ed elastico, più einsteiniana che cartesiana, l’evocazione di un mondo che prende forma da forze sconosciute; un mondo in cui un tavolo può alterare lo spazio dentro e attorno”.
27 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Il tavolo “Mesa” disegnato per Vitra racchiude emblematicamente gli elementi-chiave che caratterizzano l’architettura fluida e decostruttivista di Zaha Hadid. Smantellando l’idea formale dell’oggetto, e riportandola alle sue parti costituenti – suolo, struttura, superficie – il progetto crea un mondo tra i due piani orizzontali; un modo che diventa struttura ma nel quale il vuoto esprime tanto la forma quanto il corpo solido. Si tratta di vuoti che, lungi dall’essere mere aperture, definiscono...

    Archilovers On Instagram
    Lovers 27 users