Dolomitenblick | Plasma Studio

Sexten / Italy / 2012

68
68 Love 8,154 Visits Published
The building is located on a hillside in the Dolomites, at the end of a residential area.
The volume has been developed mainly from its pragmatic functional request to host 6 independent apartments with one common circulation: through a cut that marks the main access and the division of the units the volume is splitted into 2 halves. Besides its functional meaning this incision becomes the main defining element of the building: from the cut at either side a strip unfolds that forms the balustrade of a generous covered balcony and ends into the surrounding topography. Following the steep natural hillside with each floor the strips and the façade jump back.

Programme
The building hosts 6 generous holiday homes, all directed to the sun and the panoramic view of the Dolomites. Each private unite is designed to get a maximum of privacy: through the division of the whole building volume into 2 parts, through the stepped balustrades which avoid insight from the above unit and from the passing by street. Each apartment gets an extension of the internal living area by a covered sun and view facing terrace which at each floor ends in a small private garden. Local larch wood defines internal and external living areas. Floor to ceiling glazing allows the maximum view and energetic gain as directed to south, external sun blinds and the overhangs of the above balconies minimize overheating during summertime.
The main circulation is very compact and a continuation of the volume defining gap and repeats the use of the local larch wood and the color code of the façade.

Material
Sitting at the edges of a residential area with a very eclectic and non-coherent appearance we focus to contrast this surrounding by simply generating a volume which grows out of its natural surrounding topography and blends again into it, by minimizing the used materials to a very local, almost vernacular code: larch wood and pre oxidised copper. Both the copper and the larch wood are exposed to a natural change of colour by the atmospheric influence of sun, rain and snow. Through the repetition of the colours of old, close-by farmhouses with dark, sunburned larchwood facades this building volumes blends into its natural surroundings.
Focus was given to the design of the copper balustrades which start from the natural topography, grow, become balustrades, attach to the building where the gap defines the volume, peel again off and end finally in the surrounding topography. When peeling off, the metal sheets which are divided into horizontal strips describe a curved hyperbolic-parabolic geometry: crafts knowledge is brought to its extreme.
The dark copper souurounds the volume from all sides, the strips form a second layer which gives shelter from and insight and finally define the roof as a continuation of the overall façade and volume. The form of the roof itself derives from local planning regulation which allows only a pitched roof in this specific building plot: slightly deformed it merges with our design intention but also with the traditional typology of pitched roofs by not simply repeating but rather exploring what new potentials of a traditional typology can be.

[IT]
L’edificio costituisce il limite di un’area residenziale localizzata nel paesaggio collinare delle Dolomiti.
Il volume è stato sviluppato a partire dalla richiesta funzionale di allocare sei appartamenti indipendenti, collegati da uno spazio comune destinato alla circolazione interna: attraverso un “taglio”, che configura l’ingresso principale e la ripartizione delle unità abitative, il volume viene diviso in due parti. Oltre a un significato legato all’organizzazione funzionale, questa incisione diventa l’elemento principale nella definizione dell’edificio: a partire da entrambi i margini del taglio, due fasce si dispiegano andando a formare le balaustre di generose terrazze coperte, per poi raccordarsi alla topografia circostante. Seguendo progressivamente con ogni piano dell’edificio il ripido versante della collina, le fasce e l’intera facciata si inclinano di conseguenza.

Programma
L’edificio ospita sei grandi appartamenti estivi, tutti favorevolmente esposti al sole e alla vista panoramica delle Dolomiti. Ogni unità abitativa è stata concepita in modo da preservare il massimo grado di intimità: grazie alla divisione del volume in due parti e alla presenza delle balaustre, dall’interno, viene impedita la possibilità di vedere le altre abitazioni e, allo stesso tempo, di essere visti dai passanti sulla strada. Ogni appartamento gode dell’estensione dello spazio domestico in ampie terrazze panoramiche riparate dal sole che, ad ogni piano, terminano in un piccolo giardino privato. L’uso del larice locale definisce gli spazi dell’abitare all’interno e all’esterno. Ampie vetrate a tutta altezza permettono la massima veduta panoramica e, grazie all’esposizione a sud, il massimo ricavo energetico. La presenza di elementi parasole esterni e dell’ampio aggetto delle terrazze permettono di minimizzare il surriscaldamento estivo.
La circolazione principale, molto compatta, si costituisce come una continuazione del “taglio” che definisce i volumi e, lungo il suo sviluppo, viene riproposto lo stesso codice cromatico della facciata e l’uso del larice locale.

Materiale
Trovandoci ai margini di un’area residenziale dal carattere eclettico, privo di alcuna coerenza stilistica, abbiamo deciso di contrastare questo contesto architettonico semplicemente generando un volume che nasce a partire della naturale topografia esistente e si fonde in essa, cercando di mantenere un carattere estremamene locale, quasi vernacolare, nella scelta dei materiali: essenza di larice e rame pre-ossidato. Entrambi i materiali sono particolarmente soggetti al naturale mutamento cromatico dovuto all’influenza atmosferica del sole, della pioggia e della neve. Il nuovo volume trova un dialogo con il contesto pre-esistente attraverso la riproposizione del colore scuro, tipico delle antiche facciate di larice bruciato dal sole, delle tradizionali cascine circostanti.
Grande importanza è stata attribuita al progetto delle balaustre rivestite di rame che nascono a partire dalla topografia naturale, acquisiscono plasticità diventando balaustre sospese, si legano al volume dell’edificio raccordandosi al “taglio” che ne definisce lo sviluppo per poi, infine, ripiegare di nuovo verso la topografia esistente, discostandosi nuovamente dall’edificio. Nel punto in cui avviene il distaccamento della balaustra dal volume, le lastre metalliche sono divise in fasce orizzontali che descrivono geometrie curve iperboliche –paraboliche: la qualità del lavoro artigianale si manifesta ad un livello estremo.
Il rame brunito circonda il volume su tutte le sue facce, le fasce costituiscono un secondo livello che offre protezione all’intimità dello spazio interno e, allo stesso tempo, definisce la copertura in continuità con lo sviluppo delle facciate e dell’intero volume. La forma della copertura deriva dalla normativa locale che impone, per questo specifico lotto di progetto, l’uso di un tetto a falde: evitandone la semplice ripetizione, il modello convenzionale di copertura a spioventi è leggermente deformato per integrarsi con la nostra idea di progetto, quello che nasceva come un vincolo viene esplorato in modo da indagarne le potenzialità latenti.
68 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    The building is located on a hillside in the Dolomites, at the end of a residential area. The volume has been developed mainly from its pragmatic functional request to host 6 independent apartments with one common circulation: through a cut that marks the main access and the division of the units the volume is splitted into 2 halves. Besides its functional meaning this incision becomes the main defining element of the building: from the cut at either side a strip unfolds that forms the...

    Project details
    • Year 2012
    • Work finished in 2012
    • Contractor Tschurtschenthaler Werner GmbH
    • Status Completed works
    • Type Apartments / Interior Design
    Archilovers On Instagram
    Lovers 68 users