"Può un albero generare un edificio? - Intorno all'albero" - Edificio polifunzionale “Lamonica Elettromeccanica” | Gaetano Gianclaudio Caponio

Vincitore Premio Apulia 2011 Santeramo In Colle / Italy / 2011

5
5 Love 2,671 Visits Published
Creare spazi e luoghi emozionanti ed armoniosi è il compito di ognuno di noi affinchè possiamo piacevolmente viverci, sviluppare relazioni ed attività, fruire ed accrescere i valori dei luoghi, antropici e naturali.
Ai margini di un’area per le attività produttive, un secolare albero di quercia, espressione e segno importante della vegetazione autoctona del luogo, diviene l’elemento generatore di questa opera, finalizzata a strutturare una sede operativa ove l’azienda possa svolgere processi di progettazione e produzione, funzioni di management, abitare.
Proponendo un impianto a corte, tipico delle grandi masserie un tempo deputate alla trasformazione e conservazione dei prodotti sotto l’occhio vigile dei proprietari, abbiamo realizzato questa architettura intorno alla quercia per dare piacere, comfort ed emozioni alle persone che qui vivono, lavorano e si incontrano.

30 tonnellate di tubi e travi in acciaio, 4500 blocchi di tufo hanno dato vita a quest’opera che si sviluppa con una superficie coperta di 625 mq su unico livello e si completa con un’area verde e una inerbita destinata a parcheggio; una vasca interrata consente la raccolta e l’accumulo delle acque pluviali destinate all’irrigazione del verde ed ai servizi interni.

L’edificio, pensato e progettato come un organismo bioclimatico, si compone di tre corpi, l’area produzione, l’area management, la residenza dei proprietari.
Nella fase di progetto, gli studi sul sole e sui venti hanno permesso di definire l’orientamento delle tre aree funzionali, i loro volumi ed i loro materiali, minimizzare le dispersioni termiche ed i consumi energetici connessi prevalentemente agli impianti di riscaldamento e di raffrescamento che sono stati pensati per sopperire nelle giornate critiche invernali ed estive.

La presenza dell’albero e dello specchio d’acqua in movimento, che lambisce i fronti interni dell’edificio, migliorano il comportamento bioclimatico dell’organismo; in estate, la folta chioma della quercia crea un piacevole ombreggiamento mentre l’acqua, con l’evaporazione, rende più freschi e confortevoli gli ambienti abitativi e di lavoro che, viceversa, nel periodo invernale, quando l’albero si spoglia, vengono raggiunti e scaldati dai raggi del sole; la residenza, inoltre, è equipaggiata sul fronte sud con un sistema frangisole che permette una privacy durante le ore di lavoro ed una ulteriore schermatura dal sole nei periodi estivi critici.

L'edificio sfrutta al meglio la luce naturale, diretta e diffusa, negli ambienti di vita e di lavoro, con benefici in termini di benessere, comfort e consumi energetici; la residenza e l’area management sono illuminati da luce naturale diretta mentre il corpo produzione, per evitare fastidiose situazioni di abbagliamento, da luce naturale diffusa.
5 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Creare spazi e luoghi emozionanti ed armoniosi è il compito di ognuno di noi affinchè possiamo piacevolmente viverci, sviluppare relazioni ed attività, fruire ed accrescere i valori dei luoghi, antropici e naturali. Ai margini di un’area per le attività produttive, un secolare albero di quercia, espressione e segno importante della vegetazione autoctona del luogo, diviene l’elemento generatore di questa opera, finalizzata a strutturare una sede operativa ove l’azienda possa svolgere processi...

    Project details
    • Year 2011
    • Status Completed works
    • Type multi-purpose civic centres
    Archilovers On Instagram
    Lovers 5 users