Sistema di collegamento Metropolitano tra Cosenza e l’Università della Calabria

Progettazione di un Sistema di Collegamento Metropolitano tra Cosenza - Rende e l’ Universita' della Calabria – PROGETTO DEFINITIVO Cosenza / Italy / 2010

0
0 Love 1,910 Visits Published
Nel seguito sono illustrati gli approfondimenti progettuali inerenti alle scelte architettoniche elaborate con l’obiettivo di ottimizzare inserimento urbano e paesaggistico delle fermate e delle stazioni e di valorizzare le aree interessate dagli interventi. L’idea alla base della proposta è stata quella di ricercare per il nuovo segno urbano costituito dalla nuova infrastruttura un carattere riconoscibile originale e tuttavia coerente nella scelta dei materiali e delle forme con le architetture ed interventi urbanistici recenti che caratterizzano le aree attraversate e che hanno contributo al profondo rinnovamento dell’immagine e della qualità urbana di Cosenza e Rende. In particolare il progetto prevede lungo il tracciato principale ed i due rami di connessione all’ Ospedale “Annunziata” ed alla Stazione F.S. “Vaglio Lise”: - la realizzazione di 40 fermate intermedie di cui 36 nell’anello base e 2 per ogni antenna - una stazione di testa a Cosenza in corrispondenza della Stazione delle Ferrovie Calabro Lucane - una stazione di testa a Rende in prossimità dell’università della Calabria. Per quanto riguarda specificatamente la loro configurazione funzionale delle Fermate ne sono state sviluppate sei tipi (tipo A B C D E F) Fermata tipo “A” Previste lungo la fascia centrale del viale Giacomo Mancini si configurano come “fermate a banchina centrale tra due binari”. La banchina singola per i due sensi di percorrenza ha una lunghezza di 40 metri più 3 75 metri a destra e a sinistra per alloggiamento delle rampe per diversamente abili una larghezza totale di circa 12 metri ed una quota dalla quota del ferro di 36 cm. La fermata si articola in tre zone: due fasce di sbarco laterali che hanno una larghezza in asse ai pilastri della pensilina di 3 50 metri; una fascia centrale con una larghezza di 5 00 metri occupata nella parte centrale da un passaggio ciclo pedonale di 2 50 metri posta alla stessa quota della banchina ma con caratteristiche di finitura differenti prevista alla scopo di assicurare la continuità pedonale e formale del viale. La parte mediana nel senso della lunghezza della banchina è coperta da una pensilina metallica composta da 3 moduli di 8 (lunghezza) x 12 circa (larghezza) metri posti a due metri l’uno dall’altro e costituita da profilati a mensola disposti ad interasse di 1 33 ml fissati su una doppia fila di pilastri in profilati tubolari metallici collegati tra loro longitudinalmente da una HEA 140. Fermata tipo “B” Previste lungo la fascia centrale del viale Giacomo Mancini nella zona in cui passa da una larghezza di circa 12 metri a circa 8 metri si configurano come il tipo “A” “fermate a banchina centrale tra due binari”. La banchina singola per i due sensi di percorrenza ha una lunghezza di 40 metri più 3 75 metri a destra e a sinistra per alloggiamento delle rampe per diversamente abili una larghezza totale di circa 12 metri ed una quota dalla quota del ferro di 36 cm. La fermata si articola in tre zone: due fasce di sbarco laterali che hanno una larghezza in asse ai pilastri della pensilina di 2 75 metri; una fascia centrale con una larghezza di 2 80 metri occupata nella parte centrale da un passaggio ciclo pedonale di 2 50 metri posta alla stessa quota della banchina ma con caratteristiche di finitura differenti prevista alla scopo di assicurare la continuità pedonale e formale del viale. La parte mediana nel senso della lunghezza della banchina è coperta da una pensilina metallica composta da 3 moduli di 8 (lunghezza) x 12 circa (larghezza) metri posti a due metri l’uno dall’altro e costituita da profilati a mensola disposti ad interasse di 1 33 ml fissati su una doppia fila di pilastri in profilati tubolari metallici collegati tra loro longitudinalmente da una HEA 140. Fermata tipo “C ” Questo tipo di fermata deriva dal tipo “A” ed è localizzata sul viale G. Mancini zona Campagnano dopo la “Casa Circondariale” si configura come “fermata a banchina centrale tra due binari”. La banchina singola per i due sensi di percorrenza ha una lunghezza di 40 metri metri più 3 75 metri a destra e a sinistra per alloggiamento delle rampe per diversamente abili una larghezza di 12 metri ed una quota dalla linea del ferro di 36 cm. La fermata si articola in tre zone: due fasce di sbarco laterali che hanno una larghezza effettiva di 4 5 metri; una fascia centrale con una larghezza che varia da 8 00 metri circa nella parte più larga a 3 70 metri circa nella parte più stretta posta alla stessa quota della banchina ma con caratteristiche di finitura differenti prevista alla scopo di assicurare la continuità pedonale e formale del viale. La parte mediana della banchina è coperta da una pensilina metallica composta da 3 moduli di 8 (lunghezza) x 12 (larghezza) metri posti a due metri l’uno dall’altro ed è costituita da profilati a mensola disposti ad interasse di 1 33 ml fissati su una doppia fila di pilastri in profilati tubolari metallici. Fermata tipo “D” Lungo i restanti tratti della linea principale e lungo la connessione all’Ospedale “Annunziata”e verso la stazione ferroviaria di Vaglio Lise è prevista la realizzazione di fermate costituite da una banchina singola collocata in destra del binario (rispetto al senso di percorrenza della linea). La banchina ha una lunghezza di 40 metri più 3 75 metri a destra e a sinistra per alloggiamento delle rampe per i diversamente abili ed ha una larghezza di 2 80 metri tra l’asse dei pilastri della pensilina e il ciglio lato linea. Oltre la banchina ove possibile è garantito il passaggio pedonale retrostante. La parte mediana della banchina è coperta da una pensilina metallica composta da 3 moduli di 8 (lunghezza) x 2 80 (larghezza) metri poste a due metri l’una dall’altra. Fermata tipo “E” Lungo i restanti tratti della linea principale e lungo la connessione all’Ospedale “Annunziata”e verso la stazione ferroviaria di Vaglio Lise è prevista la realizzazione di fermate costituite da una banchina singola collocata in destra del binario (rispetto al senso di percorrenza della linea). La banchina ha una lunghezza di 40 metri più 3 75 metri a destra e a sinistra per alloggiamento delle rampe per i diversamente abili ed ha una larghezza di 2 80 metri tra l’asse dei pilastri della pensilina e il ciglio lato linea. Oltre la banchina ove possibile è garantito il passaggio pedonale retrostante. La parte mediana della banchina è coperta da una pensilina metallica composta da 2 moduli di 8 (lunghezza) x 2 80 (larghezza) metri poste a 12 metri l’una dall’altra. Fermata tipo “F” Lungo i restanti tratti della linea principale e lungo la connessione all’Ospedale “Annunziata”e verso la stazione ferroviaria di Vaglio Lise è prevista la realizzazione di fermate costituite da una banchina singola collocata in destra del binario (rispetto al senso di percorrenza della linea). La banchina ha una lunghezza di 40 metri più 3 75 metri a destra e a sinistra per alloggiamento delle rampe per i diversamente abili ed ha una larghezza di 3 70 metri tra l’asse dei pilastri della pensilina e il ciglio lato linea. Oltre la banchina ove possibile è garantito il passaggio pedonale retrostante. La parte mediana della banchina è coperta da una pensilina metallica composta da 3 moduli di 8 (lunghezza) x 3 70 (larghezza) metri poste a due metri l’una dall’altra. Per ciò che concerne la copertura delle pensiline è prevista in tutte e sei le tipologie di fermata la schermatura superiore in lastre di PMMA e brise-soleil in lamelle inclinate in alluminio microforato. Stazione Due Fiumi La stazione “Due Fiumi” si attesta sul lato Est di piazza Matteotti parallelo al centro commerciale. La sede del ferro con le banchine si sviluppa su una fascia di circa 17 metri di profondità occupando una corsia della viabilità anulare intorno alla piazza il marciapiede esistente ed la contrallé. Questa è costituita da una banchina centrale e da un percorso pedonale posto a destra rispetto al senso di percorrenza della linea di circa 72 30 metri di lunghezza più 3 85 metri a destra e a sinistra per alloggiamento delle rampe per i diversamente abili e di 5 85 metri di larghezza la prima e di 5 70 il secondo e sono posti ad una quota rispetto alla linea del ferro di 36 cm. L’intera stazione inclusa la sede ferroviaria è coperta da un telaio metallico parzialmente coperto in corrispondenza delle banchine e del percorso pedonale composto da 7 moduli di 8 (lunghezza) x 17 (larghezza) metri posti a due metri l’uno dall’altro che sovrasta anche la linea del ferro. Ogni modulo è costituito da una struttura metallica composta da sei pilastri a sezione circolare D=219 mm di altezza massima dal finito della banchina di 7 00 metri posti in due file a distanza di 9 40 metri e tre colonne con interasse di 4 metri collegate tra loro da trave HEA 140. Alla quota di 5 60 dal finito della banchina è fissato ai pilastri un telaio metallico costituito da profilati metallici (UNP e piatti) disposti ad interasse di 1 33 ml il telaio in corrispondenza delle banchine è schermato superiormente da una lastra in PMMA e inferiormente da brise-soleil in lamelle inclinate di alluminio microforato. La stazione è collegata attraverso un percorso pedonale posto sul lato destro rispetto al rispetto al senso di percorrenza della linea alla stazione di Cosenza Centro delle Ferrovie della Calabria. All’estremità Sud della stazione lato Crati è stato inserito un piccolo fabbricato di stazione dove vengono inseriti i servizi igienici autopulenti e uno spazio per il personale della linea. Questo percorso è delimitato a destra da un muro di contenimento in c.a. a faccia a vista che lo separa dal parcheggio della stazione quest’ultimo posto ad una quota di circa 1 50 metri superiore al piano del ferro. Su questo muro sono fissati degli appoggi ischiatici in tubolari di ferro verniciato per la sosta pedonale. L’accesso pedonale alle banchine e protetto da dissuasori metallici posti ad una distanza reciproca di 1 metro. Nodo di interscambio Vaglio Lise La fermata presso lo scambio tra la tranvia la linea ferroviaria delle FFSS Cosenza - Paola e la stazione degli autobus è stata inserita in una posizione baricentrica all’interno del piazzale di sosta degli autobus del trasporto su ferro e quello su gomma. Questa fermata è del Tipo “F”. La stazione della Tranvia a Nord è collegata attraverso un percorso pedonale alla stazione delle FFSS ed alla stazione degli autobus. Per completare il collegamento con la stazione ferroviaria è stato previsto un ascensore esterno funzionale al superamento del dislivello tra la stazione della tranvia e la stazione FS di Vaglio Lise. Stazione UNICAL La stazione “Unical” si colloca in una area prospiciente la sede di Rende dell’Università della Calabria adiacente ad un futuro parcheggio di autobus di linea .La stazione si configura come una stazione di testa in trincea. La sede del ferro con la banchina centrale si sviluppa su una fascia di circa 12 50 metri di profondità ed è collocata a circa -5 00 metri dal piazzale sovrastante. La stazione è costituita da: - una banchina centrale di circa 73 75 metri di lunghezza in asse per 6 00 metri di larghezza posta ad una quota rispetto alla linea del ferro di 36 cm - un corpo di stazione di 12.35 metri di lunghezza per 12 50 di larghezza - tre sistemi di collegamenti verticali due scale a due rampe poste a destra e a sinistra del corpo di stazione e una torre di servizio con doppio ascensore e scala a tre rampe in testata. L’intera stazione inclusa la sede ferroviaria è coperta da un telaio metallico parzialmente coperto in corrispondenza delle banchine e del percorso pedonale composto da 7 moduli di 8 (lunghezza) x 13 (larghezza) metri posti a due metri l’uno dall’altro che sovrasta anche la linea del ferro. Ogni modulo è costituito da una struttura metallica composta da nove pilastri a sezione circolare D=219 mm di altezza massima dal finito della banchina di 7 00 metri posti in tre file a distanza di 6 50 metri e tre colonne con interasse di 4 metri collegate tra loro da trave HEA 140. Alla quota di 5 60 dal finito della banchina è fissato ai pilastri un telaio metallico costituito da profilati metallici (UNP e piatti) disposti ad interasse di 1 33 ml il telaio in corrispondenza delle banchine è schermato superiormente da una lastra in PMMA e inferiormente da brise-soleil in lamelle inclinate di alluminio microforato. L’intera lunghezza della banchina è delimitata sui lati lungi da una fascia di 2 70 metri di scarpata inverdita di pendenza 3/2 in cui sono impiantate alberature (cupressus semprenvirens) con un interasse di 10 metri. Questa zona è delimitata da muri di contenimento in c.a. a faccia a vista di altezza massima di 2 50 metri Nella Torre di servizio di altezza complessiva di 10 metri alla quota 0 00 vengono inseriti tre servizi igienici autopulenti una biglietteria e l’ingresso agli ascensori ed al vano scala. Alla quota del piazzale posto a circa +5 00 metri verrà realizzato il primo e l’unico sbarco dell’ascensore. L’uscita pedonale dalla torre sarà protetta da una pensilina composta da una lastra di PMMA sorretta da un struttura metallica stallata in profilati metallici. Le strutture della torre saranno progettate per poter permettere una futura sopraelevazione in cui verrà attestato il percorso aereo di collegamento con gli edifici dell’Università.
0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Nel seguito sono illustrati gli approfondimenti progettuali inerenti alle scelte architettoniche elaborate con l’obiettivo di ottimizzare inserimento urbano e paesaggistico delle fermate e delle stazioni e di valorizzare le aree interessate dagli interventi. L’idea alla base della proposta è stata quella di ricercare per il nuovo segno urbano costituito dalla nuova infrastruttura un carattere riconoscibile originale e tuttavia coerente nella scelta dei materiali e delle forme con le...

    Project details
    • Year 2010
    • Main structure Steel
    • Client REGIONE CALABRIA
    • Status Current works
    • Type Parks, Public Gardens / Public Squares / Urban Furniture / Bridges and Roads / Railway Stations / Parking facilities / Bus Stations / Bridges and Walkways / Cycle Paths / Underground Stations
    Archilovers On Instagram