Abitazione per due famiglie

Località Mariano Parma / Italy / 2009

2
2 Love 1,264 Visits Published
L’intervento proposto prevede la realizzazione di un nuovo edificio ad uso residenziale composto da due unità abitative simmetriche rispetto ad un’asse centrale emergenti da un “podio” artificiale rialzato di circa 1,00 ml rispetto al piano di campagna e disposte su un livello fuori terra, più una parte a piano mansardato. Le due unità si caratterizzano come una sorta di corpo a schiera a basso impatto di forma il più possibile bassa e allungata e distribuita piuttosto sul piano orizzontale che su quello verticale. Tale scelta deriva principalmente da una necessità funzionale, tesa a limitare le opere di escavazione per la creazione della autorimesse interrate, ma anche da un esigenza di natura estetica che consente di creare una corte verde ad una altezza privilegiata rispetto al piano naturale del terreno. In tal modo si è reso possibile pensare ad un muretto di recinzione lungo la strada carrabile di modesta entità che risulta impercettibile dall’interno dell’abitazione. Il sistema di ingresso pedonale ad uso esclusivo ad ogni unità è ricavato nello stesso ‘slargo’ di quello carrabile ed è caratterizzato da un camminamento pavimentato parte con pietra e parte con doghe in legno poste ad opportuna distanza per consentire l’eventuale aerazione delle autorimesse interrate. La distribuzione interna degli alloggi, così come la giacitura dell’intero corpo di fabbrica, è stata pensata sulla base del soleggiamento dell’intero edificio e delle pertinenze private: tutte le parti dell’abitazione si trovano al piano terra rialzate di circa 1,00 ml rispetto al piano di campagna. Cercando di salvaguardare i principi dell’esposizione solare, la parte destinata alla zona notte è stata rivolta totalmente a nord, mentre per quella a giorno si è pensato la totale esposizione a sud dove è stato adottato un sistema di arretramento delle pareti rispetto al filo di facciata predisponendo uno sporto di gronda in calcestruzzo o legno sufficientemente importante per proteggere gli ambienti soprattutto durante il periodo estivo. Tutto l’edificio, che in pianta rimanda ad un parallelepipedo a base rettangolare, scavato a nord e con due aggetti simmetrici rispetto ad un asse centrale a sud, è orientato est-ovest presentando sul fronte principale, quello rivolto a sud e a ovest, un sistema porticato avente come caratteristica principale la presenza di un dispositivo tecnologico, che accoglie sistemi a frangisole orientabili e impacchettabili a seconda delle condizioni meteorologiche, delle ore del giorno e della stagione; mediante l’impiego del sistema a frangisole sopra descritto, la cui caratteristica principale dovrebbe essere quella di mitigare e controllare correttamente il soleggiamento sia nel periodo invernale che durante la stagione estiva, si è reso possibile realizzare su questi lati pareti quasi completamente vetrate. I collegamenti verticali sono garantiti da un unico corpo scala ubicato nello spazio centrale di ogni singola unità abitativa in grado di porsi come elemento di divisione dei vari ambienti della casa (zona giorno, zona notte, cucina-pranzo, servizi) e di ridurre al minimo gli spazi di distribuzione consentendo le connessioni tra i vari livelli dell’edificio mediante scale in ferro che dal piano interrato conducono fino al piano sottotetto. Rincorrendo i medesimi principi il fronte rivolto a nord, che accoglie bagni, camere risulta assai compatto e chiuso mentre la zona pranzo, anch’essa a nord, presenta un’ampia apertura per accedere al patio esterno e all’ampio giardino privato retrostante. Per assolvere i migliori requisiti termici ed acustici i pacchetti murari e le aperture sono stati ottimizzati in quanto a materiali, spessori e geometrie. Il sottotetto è ricavato nella porzione soprastante la zona notte con lo scopo di attenuare i fenomeni di alterazione termica sia per l’inverno che per l’estate riducendo i fenomeni di trasmissione di calore; in adiacenza al sottotetto in corrispondenza del lato nord della zona giorno è stato previsto un sistema di ventilazione naturale a ‘camino’ in grado di aerare naturalmente l’intera zona giorno a seconda delle necessità stagionali. Questo meccanismo, passivo, dovrebbe consentire un impiego delle risorse energetiche per riscaldamento e raffrescamento più contenuto. Le autorimesse interrate non sono visibili dall’esterno e l’androne è stato pensato non a cielo libero ma coperto a maggiore salvaguardia delle manovre necessarie all’accesso ai box; tale copertura all’esterno si risolve con una superficie pavimentata in legno che disegna lo spazio del patio collegato alla zona pranzo di ogni singola unità abitativa.
2 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    L’intervento proposto prevede la realizzazione di un nuovo edificio ad uso residenziale composto da due unità abitative simmetriche rispetto ad un’asse centrale emergenti da un “podio” artificiale rialzato di circa 1,00 ml rispetto al piano di campagna e disposte su un livello fuori terra, più una parte a piano mansardato. Le due unità si caratterizzano come una sorta di corpo a schiera a basso impatto di forma il più possibile bassa e allungata e distribuita piuttosto sul piano orizzontale che...

    Project details
    • Year 2009
    • Work started in 2007
    • Work finished in 2009
    • Status Completed works
    • Type Single-family residence
    Archilovers On Instagram
    Lovers 2 users