Recupero dell’area storica della Fornace Magnetti - 2° premio

Cisano Bergamasco / Italy / 2007

3
3 Love 4,381 Visits Published
architetto: Renato Sarno
con gli architetti Luca Volpatti, Nicoletta Canalini, Ruggero Ruggeri, Giuseppe Cerri, Franco Giorgetta, Alessia Sarno, Enrico Gianni, Giacomo Penco e Matteo Rossetti
con la collaborazione di Michele Rossi, di Trm Engineering, dell’ingegner Paolo Manzocchi e del geologo Peppino Volpatti Velasco Vitali.

Il progetto integra funzioni di commercio e artigianato, residenze e uffici in un’area di 156.000 metri quadrati, dove la disposizione dei volumi è dettata da criteri di “land art”: verso la statale Briantea le coperture a giardino delle strutture commerciali e artigianali si confondono con il terreno e ne diventano parte integrante; sul retro le residenze e gli uffici, sollevati in quota al confine tra piano e monte, si integrano con il paesaggio naturale attraverso il colore caldo dell’argilla.
Le funzioni commerciali e produttive sono organizzate attorno a uno spazio centrale allungato da est a ovest, una grande piazza-giardino protetta, pavimentata con pietre artificiali e inserti speciali evocanti l’affioro di strati naturali d’argilla.
Nel centro commerciale i consumatori possono combinare lo shopping con la fruizione di un parco “a tema” a sfondo ludico e fantastico, dove forme di argilla modellata dalla creatività di un artista famoso ed emissioni digitali di suoni li guidano idealmente attraverso la storia degli impianti ormai dimessi.
Le soluzioni architettoniche e tecnologiche innovative utilizzate vogliono rappresentare la testimonianza della partecipazione della Magnetti anche attraverso la promozione dei prodotti “immagine” delle sue attività, alle trasformazioni urbane e ambientali.
Gli interventi, pur imponendosi sul contesto per la differenza morfologica e di scala, sono però poco invasivi: i volumi degli edifici si distendono sullo spazio a disposizione accompagnando l’andamento del pendio, le coperture a giardino si confondono con il terreno e ne diventano parte integrante, mantenedo un’ampia “pausa verde” fra Cisano e Pontida.
Il progetto individua due rotonde, vere e proprie porte d’accesso all’insediamento e strutture portanti della viabilità, che è stata pianificata separando il più possibile i diversi flussi veicolari.
Al percorso dei clienti del centro commerciale, della logistica di quest’ultimo e del produttivo posto lungo la statale sono state dedicate tre viabilità separate, ognuna delle quali a uso esclusivo,
Il progetto è stato apprezzato perché ha presentato un’architettura pregevole e a tratti innovativa e per il particolare uso del colore nelle facciate della struttura commerciale.
3 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    architetto: Renato Sarno con gli architetti Luca Volpatti, Nicoletta Canalini, Ruggero Ruggeri, Giuseppe Cerri, Franco Giorgetta, Alessia Sarno, Enrico Gianni, Giacomo Penco e Matteo Rossetti con la collaborazione di Michele Rossi, di Trm Engineering, dell’ingegner Paolo Manzocchi e del geologo Peppino Volpatti Velasco Vitali. Il progetto integra funzioni di commercio e artigianato, residenze e uffici in un’area di 156.000 metri quadrati, dove la disposizione dei volumi è dettata da...

    Project details
    • Year 2007
    • Status Competition works
    • Type Adaptive reuse of industrial sites
    Archilovers On Instagram
    Lovers 3 users