PREVISIONI URBANISTICHE DEL SETTORE COMMERCIALE

Assi viari a forte vocazione commerciale Ispica (RG) / Italy / 2010

2
2 Love 736 Visits Published
La Legge regionale n. 28 del 1999 ha introdotto profonde modifiche per quanto concerne le previsioni urbanistiche nel settore commerciale. I vecchi piani di urbanistica commerciale sono stati eliminati, mentre è diventato obbligatorio che le previsioni nel settore commerciale siano contenute all’interno degli strumenti urbanistici generali e attuativi. I criteri e i metodi con cui questo deve avvenire sono contenuti nel Decreto del Presidente della Regione Siciliana dell’11 Luglio 2000. In ottemperanza ala detto Decreto i Comuni sono onerati di introdurre nei nuovi strumenti urbanistici in formazione degli appositi elaborati così adeguati alle prescrizioni del Decreto. I principi fondamentale di innovazione urbanistica per il settore commerciale si basano su una distribuzione delle superfici di vendita nelle varie zone omogenee territoriali in ragione di tre tipologie dimensionali principali: esercizi di vicinato (fino a 150mq), medie strutture di vendita (da 151 a 1000mq), grandi strutture di vendita (superiori a 1000mq). Le superfici di vendita sono a loro volta, all’interno di ciascuna tipologia dimensionale proporzionate all’obbligo di dotazione di aree di parcheggio pertinenziale. Sostanzialmente l’attivazione degli esercizi commerciale è strettamente connessa all’obbligo di dotazione di parcheggi di uso pubblico, quindi pubblici o privati convenzionati. Il Comune di Ispica ha ritenuto di adempiere alle incombenze pianificatorie di maggiore urgenza, procedendo alla presente Rielaborazione parziale del P.R.G. e rinviando ad una fase successiva l’adeguamento dello strumento urbanistico alle previsioni più complete nel settore commerciale, anche con eventuale variante urbanistica. Ma tuttavia la Rielaborazione parziale stessa del P.R.G. deve soddisfare almeno i requisiti minimi delle prescrizioni normative del D.P.R.S. 11/07/2000, altrimenti si rischierebbe di paralizzare l’attività commerciale di una città capoluogo tra le più importanti dell’intera Regione. Per questo motivo si è predisposta una apposita “Tabella delle previsioni urbanistiche riferite al settore commerciale in verifica del D.P.R.S. 11 Luglio 2000” che costituisce l’Allegato B delle N.T.A. e che di seguito viene riportato. In questa tabella sono state reperite per ciascuna zona omogenea interessata le destinazioni d’uso commerciali consentite, con riferimento ai singoli articoli delle N.T.A. e agli strumenti di attuazione degli interventi, nonché le tipologie dimensionali delle strutture di vendita previste dalle norme di cui al Decreto citato. Per quanto attiene i parcheggi pertinenziali, si potranno utilizzare – in attesa di un apposito successivo adeguamento più completo e complessivo dello strumento urbanistico – tutte le superfici di parcheggio pubblico in eccedenza rispetto ai minimi standard di cui al Decreto n. 1444/68,( art. 3, p.d)
2 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    La Legge regionale n. 28 del 1999 ha introdotto profonde modifiche per quanto concerne le previsioni urbanistiche nel settore commerciale. I vecchi piani di urbanistica commerciale sono stati eliminati, mentre è diventato obbligatorio che le previsioni nel settore commerciale siano contenute all’interno degli strumenti urbanistici generali e attuativi. I criteri e i metodi con cui questo deve avvenire sono contenuti nel Decreto del Presidente della Regione Siciliana dell’11 Luglio 2000. In...

    Project details
    • Year 2010
    • Client Comune di Ispica (RG)
    • Status Current works
    • Type Urban development plans
    Archilovers On Instagram
    Lovers 2 users